Fulgida Etruschi Livorno vince con il Chianciano

La più degna conclusione di un campionato andato in crescendo, con la ‘ciliegina’ di una significativa meta realizzata dal giocatore-presidente Carlo Ghiozzi. Sul terreno amico ‘Tamberi’, nell’ultima giornata della C regionale, girone 1, la Fulgida Etruschi Livorno supera 19-0 il Chianciano e guadagna due posizioni in classifica. I verde-amaranto, con i quattro punti racimolati (successo senza bonus), salgono sul sesto gradino in classifica, a pari merito con il Cortona. Ecco la situazione in graduatoria (al netto dei punti ottenuti contro il Vasari Arezzo cadetto che dopo la terza rinuncia è stato escluso dal campionato): Firenze’31 cadetto 77 p.; Cavalieri Prato/Sesto 76; Lucca 58; Le Sieci 56; Montelupo/Empoli 38; Fulgida Etruschi Livorno e Cortona* 35; Amatori Prato*** 33; Bellaria Pontedera** 10; Chianciano*** -2. *Cortona 4 punti di penalizzazione, **Bellaria 8 punti di penalizzazione, *Am. Prato e Chianciano 12 punti di penalizzazione. La Fulgida, che nelle ultime otto giornate non ha mai tirato il fiato (otto le gare giocate nelle ultime otto domeniche, recupero sul campo dell’Amatori Prato incluso) si è presentato all’appuntamento con soli 17 elementi a referto. Numerose le defezioni. Nonostante le assenze, i labronici sono riusciti a tenere costantemente in mano le redini del confronto. Contro il Chianciano – squadra ultima in classifica, ma capace di affrontare l’impegno con generosità -, i padroni di casa, grazie al lavoro del proprio solido pacchetto, hanno esercitato un chiaro predominio territoriale. Il successo, di fatto, non è mai stato in discussione, ma alcuni errori commessi in fase offensiva hanno impedito ai livornesi guidati dall’allenatore-giocatore Consani di prendere il largo ed assicurarsi il bonus-attacco. I verde-amaranto sbloccano il punteggio con una meta dell’estremo Compiani, abile a finalizzare in meta una brillante azione tirata dalla linea arretrata. L’apertura Christian Incrocci trasforma: 7-0. I livornesi insistono e allungano con il terza linea Chiarugi, che, andato in sostegno alla linea dei trequarti, deposita in velocità in meta. 12-0 all’intervallo. Nei primi minuti della ripresa, la Fulgida fatica a finalizzare i palloni a disposizione. Entra, a metà tempo, in mischia, il presidente Ghiozzi. Il pacchetto cresce. E’ lo stesso Ghiozzi, al 31′, a portar l’ovale oltre la linea di meta, al termine di un’efficace avanzata dell’intero pacchetto. Christian Incrocci trasforma: 19-0. Negli ultimi giri di lancetta, i verde-amaranto non trovano il pertugio per la meta-bonus. Poco male: il campionato – indipendentemente dal sesto posto conclusivo e dal ruolino di 7 vittorie, 1 pareggio e 10 sconfitte – è da considerare positivo. Centrati gli obiettivi stagionali. La squadra, dall’inizio della stagione affidata a Francesco Consani, è maturata sul piano comportamentale ed ha gettato le basi per un futuro ricco di soddisfazioni. In questo suo ventunesimo campionato, gli Etruschi – nati nell’ormai lontano 1995 – hanno aperto un nuovo ciclo. Lo schieramento vittorioso contro il Chianciano: Compiani; Guiggi, Iegre, De Libero, Brilli (1′ st Pini); Incrocci C., Consani; Gracci, Ruffino, Chiarugi (18′ st Ghiozzi); Bonaretti, Petrantoni; Fusco, Mazzocca, Trinca.

DSC_0557

 
 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: