Arechi sconfitto di misura a Caltanissetta

Sembrava una partita già persa in partenza, ma a Caltanissetta i Dragoni hanno disputato quella che probabilmente è stata la miglior partita della stagione in corso. Il risultato finale di 23 a 21 per i padroni di casa lascia l’amaro in bocca, poiché i punti della vittoria sono arrivati soltanto a pochi minuti dalla fine ed un calcio piazzato di Cafasso, a tempo scaduto, ha sfiorato la traversa della grande H negando una meritata gioia ai gialloblù. Per i Dragoni un solo punto guadagnato, frutto del bonus difensivo (si guadagna un punto se si perde con uno scarto uguale o inferiore ai 7 punti, ndr).

Amareggiato per la sconfitta, ma orgoglioso della prestazione della squadra, l’allenatore Luciano Indennimeo: “Abbiamo disputato la miglior partita della stagione, in casa di una squadra che ha tutte le carte in regola per arrivare in serie B e che ha dimostrato di valere la prima posizione in questa poule promozione. Primo posto meritato per loro, bravi a sfruttare qualche nostra indecisione e capitalizzare ogni occasione possibile, ma non posso non complimentarmi con la mia squadra che ha giocato a viso aperto senza mai subire il gioco degli avversari”.

I problemi di formazione, in particolare in mischia, si sono fatti sentire: “Siamo partiti in 20, pochi cambi totali e nessun vero cambio in mischia, quindi gli 8 titolari hanno dovuto tener duro per l’intera partita. Sono però consapevole che con i se e con i ma non si va da nessuna parte, vogliamo che sia il campo a parlare e stavolta ha detto bellissime cose di noi e del Nissa, pur concedendo la vittoria finale ai padroni di casa. Torniamo a casa con un punto, prezioso ma ne mancano altri tre che avremmo meritato”.

Ora due settimane di pausa, prima del tour de force di questo girone di ritorno: “La pausa di Pasqua – conclude coach Indennimeo – ci servirà per riposare un po’ in vista di un girone di ritorno che dovrà necessariamente rompere gli equilibri. Le prime quattro si trovano a distanza di 5 o 6 punti in totale e nulla è impossibile. Sarà molto dura, ma noi vogliamo lottare fino alla fine per provare a raggiungere il nostro obiettivo”.

Sconfitta rotonda per la formazione giovanile under 18, che perde il derby casalingo con la franchigia salernitano-irpina dei Due Principati con il risultato di 32 a 7.

arechi di matteo

 
 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: