CS Monferrato Rugby: Avanti con le giovanili

Seconda uscita (non ufficiale), stagionale per la formazione del Monferrato rugby. Sale il livello e sale non poco. Avversario, sabato pomeriggio, la formazione dl Brescia, squadra che milita in serie A e da qualche anno ne è ai vertici.
Tanto il divario, ma proprio questo cercava il tecnico Mandelli che con De Meyer ha preparato nel dettaglio la sfida. Soddisfacente l’atteggiamento dei ragazzi. Grande impegno, temperamento ed agonismo. Proprio l’agonismo è stato però uno dei pochi aspetti negativi dell’incontro. “E’ mancata la capacità di comprendere che non tutte le palle vanno giocate sempre allo stesso modo… occorre ragionare in ogni fase in modo diverso; non si possono regalare otto mete con nostri errori e regali” afferma Mandelli autore di una buona prestazione nei 20’ giocati. “Bisogna lavorare su questo aspetto e con fiducia; assieme a Chris (De Meyer), concentreremo su questo aspetto il lavoro dei prossimi giorni”, continua l’allenatore monferrino.
Formazione: Pelissetti, Diac, Jaume, Kiptiu, Cacciatore, Zucconi, Caramella, Uneval, Ameglio, Cotaj, Demeco, Carafa P., Piciaccia, Cullhaj, Nohu. A disp. Cammeliti, Caponiti, Canta, Shpella, Mandelli, Palazzetti, En Nauor, Abluton, Celerino, Zaio.
Vince di misura, 16 a 15, la Under 16 nella seconda partita di barrage contro il Rugby Rho.Primo tempo tutto di marca monferrina che si chiude sul punteggio di 16 a 0 con almeno 6 occasioni da mete clamorosamente buttate al vento dai padroni di casa.
Ritmo alto e grande prestazione di tutti i reparti nel primo tempo di marca monferrina. Tre calci di punizione (Pizzolato) e una meta (Griffo) trasformata (Pizzolato)fissano il punteggio parziale sul 16 a 0. Secondo tempo da dimenticare… con tanti, troppi errori, ma soprattutto tanti falli. Proprio l’indisciplina e i troppi calci di punizione concessi, permettono al Rho di riportarsi sotto nel punteggio, con tanto di brivido finale: l’errore sul calcio di trasformazione della meta finale degli ospiti che avrebbe sancito il sorpasso.
Formazione: Marcandetti, Griffo, Valorzi, Dapavo, Lovotrico, Pizzolato, Chiesa, Bognanni, Valentini, Volucello, Finello (Insalata), Verdino (Vescina),Maraventano (Esposito), Truisi (Lava), Shelqeti. A disp. Esposito,Vescina, Chinelli, Lava, Insalata, Sarni, Tinelli

Partita di andata dello spareggio per accedere al Campionato Elite per la formazione dell’Under 18.
Trasferta difficile a Lecco, ma i segnali emersi nell’amichevole contro il Recco, trovano conferma in una prestazione quasi impeccabile.
Parte forte il quindici monferrino già nei primi minuti, grazie a due calci piazzati ( Domenighini e Myburgh) si portavano in vantaggio. Dopo una touche, spinge forte la maul biancorossa che porta il “carretto” in meta (Bastita), non trasformata. Ancora da una touche nasce l’azione dirompente della seconda meta (Farinetti) non trasformata. Nel secondo tempo, aumenta la pressione dei padroni di casa, purtroppo non solo agonistica. Il gioco si fa duro e a farne le spese è Myburgh che esce per un serio infortunio. Molta indisciplina per i giocatori del Monferrato che concedono due gialli e una meta al Lecco, che però finisce la carica. Continua invece la pressione dei piemontesi che trasformano una punizione (Domenighini) e realizzano una meta (Hazizaj) trasformata (Domenighini). Ancora una punizione trasformata (Domenighini) fissa il punteggio finale sul 29 a 5 per il Monferrato Rugby. Ritorno, domenica prossima alla Cittadella del Rugby ad Asti.
Formazione: Cherubin, Myburgh (Rossi), Manga, Ardissone, Brumana, Domenighini, Giarrizzo (Draghi), Farinetti, Bellino, Hazizaj, Carafa, Garbarino, Plado, Bastita, Raviola (Cucco). A Disp. Cucco, Rabichi, Morando, Preziosi, Draghi, Pizzolato, Rossi.

unnamed-47

 

Tags: , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: