Cus Torino: l’Under 16 vince anche il secondo barrage contro l’Ivrea per 36-26

Seconda vittoria per l’Under 16 del CUS Ad Maiora Rugby 1951 nei barrage per salire in Elite. Al centro sportivo Angelo Albonico ha battuto l’Ivrea per 36-26, con un ottimo primo tempo e un secondo un po’ sottotono.

Coach Nicola Compagnone ha mandato in campo Tarchiani estremo, Ponzone (11’ st Di Nunzio) e Mazzucco (17’ st Forneris) ali, Toniolo e Saracco (1’ st Genovese) centri, Vernero (22’ pt Piunno) apertura, Morea mediano di mischia, Riccardi, Medda e Capponi (3’ st Di Pierro) terze linee, Marchiori e Massaro (17’ st Giusti) seconde linee, Speranza (11’ st Bava) e Parlanti piloni e Roberto tallonatore. Il duo tecnico eporediese Zanlorenzi-Bellafiore ha schierato Rabachino estremo, Borello (1’ st Mengozzi) e Peretti all’ala, Venco e Beratto (1’ st Prato) ai centri, Narese e Tarabella (pt Meneghini) in mediana, Lesca, Catalano e Remondino in terza linea, Nali (23’ st Patalani) e Bricca in seconda e Rimerici (1’ st Verria), Pipicella e Picchi in prima. In panchina Barilli. Ha diretto Vincenzo Smiraldi di Torino.

I cussini hanno iniziato in attacco e già al 1’ sono passati in vantaggio con una mischia rubata e una meta di Vernero, da lui stesso trasformata (7-0). I cartellini gialli comminati a Medda e a Vernero hanno ridotto in 13 i padroni di casa, che hanno comunque continuato a dominare, costringendo gli avversari prevalentemente nella loro metà campo. Al quarto d’ora Mazzucco è partito in percussione inarrestabile sulla sinistra e ha scaricato su Morea, che è corso a schiacciare in mezzo ai pali. Toniolo ha trasformato per il 14-0. Quest’ultimo al 19’ è scattato dalla sua metà campo e ha macinato metri, prima di essere placcato.

Al 20’ finalmente l’Ivrea si è reso pericoloso con Beratto, che ha servito Rabachino all’ala. L’estremo ha calciato e Mazzucco è stato il più veloce a raggiungere la palla oltre la linea e ad annullare. Si è ripreso con una mischia ai 5 metri a favore degli ospiti, che si sono conquistati una punizione, sui cui sviluppi al 23’ Narese ha imbeccato Remondino per la discesa verso la meta. Rabachino ha spedito a bersaglio l’addizionale (14-7). Al 26’ hanno duettato Marchiori e Massaro, ma l’ovale è uscito. L’Ivrea ha rimesso da touche e Parlanti si è impadronito di una palla vagante ed è andato a schiacciarla (19-7). Tre minuti dopo Marchiori, su una touche ai 5 metri, è stato sospinto out. Nell’ultima azione Riccardi ha rubato una touche e ha segnato, fissando il parziale al riposo sul 24-7.

In apertura di secondo tempo, al 2’ Parlanti ha sfruttato un intercetto su un calcio sbagliato dai rivali e ha realizzato, con la successiva trasformazione di Piunno (31-7). Al 7’ Rabachino ha vanificato una bella intesa con Remondino con un passaggio fuori misura. Bricca al 9’ ha festeggiato i suoi 14 anni con una meta (31-12). Al 21’ Forneris ha ispirato Denunzio, che ha guadagnato terreno sulla fascia ed è stato stoppato. Si è inserito Riccardi, che ha incrementato il bottino (36-12). Qui è in pratica terminato il match dei biancoblù, che nel finale sono stati messi sotto pressione dall’Ivrea, capace di segnare al 28’ con Narese, che ha schiacciato l’ovale calciato oltre la linea, e al 32’ con Prato, ben servito da Pipicella. Rabachino ha trasformato due volte per il 36-26 conclusivo. Successo dei locali e applausi per tutti.

unnamed-44

 

Tags: , , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: