Due Principati all’ultimo appuntamento stagionale

Ultima fatica dell’anno per il Rugby Due Principati, che domani sera, come anticipato, alle ore 18:00 sarà di scena allo stadio Albricci di Napoli, nella tana della Partenope. Vincere per continuare a tenere a galla un sogno, che dopo la sconfitta interna di domenica scorsa, patita contro i dragoni di San Giorgio, sembra oramai essersi materializzato, almeno che i sanniti non inciampino in uno degli ultimi due appuntamenti in programma; domenica ad Ospedaletto contro i Wolves, ed il 3 aprile tra le mura amiche contro la Pol. Sarnese. Con due vittorie, i rossoneri dei mister Serino&Tirelli supererebbero in graduatoria la franchigia irpino/salernitana, staccando così il pass per approdare in serie C1, sempre che Zizza&company domani sbanchino il terreno di gioco dei partenopei, altrimenti potrebbero persino prendersi il lusso di ciccarne una. Aldilà di come vada finire, quello disputato dai Principi, rimane comunque un campionato dignitoso, dalle ceneri della retrocessione della passata stagione, il sodalizio caro al Presidente Sbozza, è stato capace di rimanere per buona parte del torneo in vetta, accarezzando il desiderio dell’immediato ritorno alla categoria superiore, poi complice anche l’improvviso cambio del regolamento, il quale fino allo scorso anno prevedeva che la seconda classificata aveva diritto allo spareggio con la prima del raggruppamento calabrese, mentre da quest’anno, come si evince nella circolare datata 24 ottobre 2015, ne avrà il diritto di parteciparvi la penultima classificata della serie C1 – sempre con la prima della C2 calabra – ammesso che siano in regola con almeno un’obbligatorietà(Under 14 o Under 16). Beffa doppia, quindi per i Balsamo&soci, che comunque vada a finire, guardano il futuro con ottimismo, non solo per la buona stagione disputata dalla Seniores, ma per le soddisfazioni che arrivano dal Settore Giovanile, lì dove, come sole poche realtà campane riescono, sono presenti, anche con discreti risultati numerici, oltre che con un buon livello qualitativo, con le categorie Under 14, 16 e 18, linfa vitale per avere lunga vita nel mondo della palla ovale. Intanto c’è da onorare il campionato, con l’appuntamento contro il team partenopeo, valido per l’ottava e penultima giornata del girone di ritorno, raggruppamento campano/molisano, la gara sarà diretta dal fischietto beneventano: Raffaele Covelli. I cadetti della Partenope, guidati dall’allenatore/giocatore: Fabrizio Ames, occupano attualmente la quinta piazza del campionato, 13 partite disputate, cinque vittorie ed otto sconfitte, avversario sicuramente sgorbutico da affrontare, in quanto pur uscendo sconfitto per otto volte, ha raramente concesso il punto di bonus agli avversari, ricordiamo quelli non concessi in entrambe i match contro il San Giorgio(5-17 e 19-16) quelli con la Pol. Sarnese(5-18 e 26-5) solo il Rugby Vesuvio nella gara di ritorno ci riuscì (18-36) oltre ai Due Principati che nella gara di andata disputata lo scorso 10 gennaio uscirono vincitori dal Manganelli per 37-17, sei mete contro tre, in una partita entusiasmante, tra le più belle viste nel parco pubblico irpino. Piccola curiosità i verde/granata son stati l’unica formazione, in qusto torneo a riuscire a segnare 37 punti e sei mete, in una sola gara, alla compagine del Presidente Ugo Silvestri. Anche per questi dati, l’incontro di domani non dovrà essere considerato come una semplice passeggiata, per uscire dall’Albricci a braccia alzate, ci vorrà una prova maiuscola, cosa in cui i boys guidati dal direttore tecnico: Maurizio Cascone, nell’arco dell’intera stagione ci hanno abituato, ma guai a non prendere il match con la giusta dose di concentrazione. Preparazione alla gara, iniziata al solito mercoledì al Vestuti, ieri defaticamento in palestra, questa sera si chiuderà sempre nel plesso salernitano. Recuperati D’Ardia, Console, Melone e Crispino, non ci saranno invece per motivi inerenti al lavoro: Iandolo, Elietto, Lombardi e molto probabilmente De Luca. Anche il primo centro Emiliano Maglio, infortunatosi in uno scontro di gioco con il gambiano Pa Omar Touray, ha subito un taglio all’altezza del’orecchio, suturato con qualche punto, difficile che riesca ad essere pronto per domani. Risolto il complesso iter burocratico per il tesseramento, proprio l’atleta africano, potrebbe effettuare il debutto in campionato. Per la regola degli extra-comunitari, l’ex assistant-coach della Partenope(ex di turno quindi) dovrà sceglierne soltanto uno tra lui ed il senegalese Ndiaye. Ventiquattro comunque gli elementi a disposizione, li elenchiamo al solito in ordine alfabetico: Accomando, Balsamo, Cafasso, Console, Crispino, D’Arco, D’Ardia, De Angelis, De Luca,Della Rocca, Ferraro, Iannaccone, Illiano, Leo, Maglio, Melone, Moccaldi, Ndiaye(Touray), Pericolo, A.Ruggiero, D.Ruggiero, Salvarezza, Sellitto, Zizza.

avellino-rugby-2014

 
 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


2 Commenti

 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: