Feste del Rugby, oltre 2000 studenti alla tappa di Ancona

Oltre duemila i giovani studenti rugbisti che, da questa sera, si sono ritrovati ad Ancona per la seconda tappa delle Feste del Rugby organizzate da FIR insieme all’Agenzia per la Sicurezza Ferroviaria ed alla Polfer e dedicate alla promozione del gioco, alla legalità ed alla sensibilizzazione sicurezza ferroviaria.

I ragazzi, accolti da Maurizio Longhi – Presidente del Comitato delle Marche – si sono ritrovati dapprima campo, praticando lo sport che li appassiona ed, attraverso il gioco stesso, sono stati guidati alle norme sulla sicurezza ferroviaria per poi prendere parte alla speciale cerimonia d’apertura all’interno del Palaindoor.

A salutare studenti/rugbisti erano presenti anche Antonio Pagano – responsabile progetti educazione ferroviaria ANSF – l’assessore allo sport della città di Ancona Andrea Guidotti e Filippo Materi – dirigente compartimento polizia ferroviaria di Ancona, tutti impegnati a ricordare l’importanza dello sport in generale e del rugby in particolare quale momento di aggregazione e promozione valoriale.

“Poter ospitare una delle tappe delle Feste, ci consente di essere ancor più vicini ad un progetto importante nella formazione dei cittadini di domani, nel crediamo fortemente e che siamo felici di accogliere nella nostra città” ha dichiarato l’Assessore allo Sport, Andrea Guidotti.

Un evento giunto alla terza edizione per la Federazione Italiana Rugby a sostegno dell’attività svolta da Polfer ed Ansf, un connubio che affianca all’attività ed al reclutamento sportivo la formazione etica.

“Dopo il successo di Catania siamo entusiasti nel vedere tanti ragazzi anche in questa seconda tappa” – ha commentato Antonio Pagano – “a dimostrazione che la palla ovale rappresenta un eccellente strumento di veicolazione dei nostri messaggi e che gli appassionati di questo sport sono pronti ad accogliere questo tipo di iniziative”

“Le Feste del Rugby ci offrono la possibilità di avvicinare un pubblico giovane e numeroso. L’abbinamento tra sport e rispetto delle regole – ha agigungo il dirigente di Polfer Filippo Materi – ci permette di veicolare nel migliore dei modi il nostro impegno al servizio dei cittadini e, più in generale, di rendere ancor più efficaci i messaggi di cui siamo promotori. Il rugby, in questo senso, è lo sport ideale per raggiungere i nostri obiettivi”.

Domani, allo Stadio del rugby di Ancona, intitolato a Nelson Mandela, le migliaia di studenti accorsi ad Ancona si daranno appuntamento sul campo per la seconda e conclusiva giornata della tappa marchigiana delle Feste del Rugby.

unnamed-354

 
 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: