Firenze Rugby: l’Under 18 Regionale si conferma ancora vincente

Toscana Aeroporti I Medicei – Cavalieri Union Prato-Sesto: 17 – 19 (p.t. 10-3)
Marcatori: 23′ m Battaglia nt (5-0), 30′ cp URPS (5-3), 34′ m Chianucci nt (10-3), 4’ st m URPS tr (10-10), 17′ cp URPS (10-13), 27’ st cp URPS (10-16), 32’ st cp URPS (10-19), 33’ st m Chianucci tr Pellegrino (17-19)
Toscana Aeroporti I Medicei: Pellegrino, Gentili, D’Aliesio, Bartoli (Cap.), Battaglia, Almansi, Elegi (Bacci), Chianucci, Fissi, Mascalchi (Ciampi), Gasparri, Metti L., Loreto, Venturi, Mariottini.
A disp.: Cendali, Michelagnoli, Casini, Campolucci, Pini Chiappini.
All.: Sorrentino

E’ una domenica strana quella che vede i ragazzi di Sorrentino giocare l’incontro casalingo con il Prato-Sesto lontano dal Ruffino Stadium Mario Lodigiani; il pur ottimo terreno di gioco dell’ITI Leonardo da Vinci toglie infatti un po’ di fascino al tradizionale derby con i rossoblu.
Gli ospiti, che grazie alla sosta del campionato di serie A possono recuperare diversi elementi che militano in prima squadra, scendono in campo con una formazione di grande qualità ed esperienza.
Da parte loro i Medicei, reduci dalla buona prova di Colorno, vogliono confermare i progressi messi in mostra in terra emiliana.
Dopo una prima fase di studio fra le due formazioni, giocata comunque con grande intensità, i gigliati riescono a conquistare metri e vanno in meta con Battaglia.
I rossoblu approfittano di un calcio piazzato per accorciare le distanze, ma la mischia gigliata sembra poter prendere il sopravvento, come dimostra la meta in maul realizzata da Chianucci.
Si va all’intervallo con i Medicei in vantaggio per 10 a 3 ed i Cavalieri efficacemente imbrigliati dall’ottima difesa dei padroni di casa.
Alla ripresa del gioco però gli ospiti sono abili a spostare il gioco sui trequarti, dove possono innescare i loro elementi di maggiore caratura, e nel giro di un quarto d’ora il Prato-Sesto opera il sorpasso grazie ad una meta ed un drop del mediano di apertura.
I Medicei reagiscono con grande slancio ma cadono in errori di indisciplina che danno modo ai rossoblu di andare ancora a segno con due calci piazzati, portando il punteggio sul 10 a 19.
I gigliati si riportano sotto con una nuova meta di Chianucci e grazie alla trasformazione di Pellegrino si portano a soli due punti dagli avversari.
Il cronometro però corre veloce e resta solo il tempo per un ultimo assalto: i Medicei conquistano palla nei propri ventidue e con una serie infinita di fasi risalgono il campo fino a portarsi al limite dei ventidue avversari; è l’ultima speranza di ribaltare il risultato ma la difesa rossoblu smorza l’attacco finale dei gigliati.
La vittoria va meritatamente al Prato-Sesto ma, nonostante l’amarezza della sconfitta, le tre mete realizzate dai Medicei raccontano di una squadra viva e combattiva che avrà modo di crescere ancora nel corso del campionato.
Elleffe

Calamandrei in azione. Autore: Alessandro Metti

Campionato Under 18 Regionale – 1° Giornata di ritorno – Girone 2 Umbro-Toscano
Toscana Aeroporti I Medicei – Guardia Martana Rugby: 62 – 21 (p.t. 36-14)
Marcatori: 3’ m Bindi tr Gaito (7-0); 8’ m Bindi nt (12-0); 13’ m Pezzati nt (17-0); 19’ m Parenti T. tr Gaito (24-0); 22’ m Guardia Martana tr (24-7); 24’ m Barlucchi P. nt (29-7); 26’ m Guardia Martana tr (29-14); 33’ m Minucci tr Parenti T. (36-14); 3’ st m Selami tr Gaito (43-14); 17’ st m Guardia Martana tr (43-21); 22’ st m Scalise nt (48-21); 32’ st m Barlucchi M. tr Gaito (55-21); 35’ st m Raimo tr Gaito (62-21)
Toscana Aeroporti I Medicei: Scalise, Panerai (Merenda), Calamandrei, Parenti T. (Ristori), Minucci (Parenti L.), Bindi (Archetti), Gaito, Selami, Raimo, Barlucchi P. (Metti T.), Barlucchi M., Pezzati (Cardoso Laynes) , Peduto, Bizzarri, Vanni (Casaretti).
All.: Falleri

Nella prima di ritorno del campionato regionale tosco umbro i 15 di Falleri incontrano nella sfida casalinga il Guardia Martana, società che raccoglie atleti di Massa Martana, Todi, Marsciano, Gualdo Cattaneo e dei territori limitrofi ai Monti Martani. Le due squadre si sfidano sotto un tiepido sole novembrino e fin dall’inizio si nota la differenza delle due squadre: più prestante quella umbra, più tecnici i padroni di casa, tanto che già al 3° del primo tempo Bindi intercetta un passaggio andando a schiacciare facilmente a centro pali, trasformata da Gaito. Gli umbri ripartono subito da centrocampo ma dopo pochi minuti i Medicei riconquistano palla e con una bella apertura sui trequarti ancora Bindi va in meta.
Gli ospiti, forse un po’ frastornati dalla trasferta difficoltosa, non entrano ancora in partita e vengono puniti prima con Pezzati che schiaccia un calcetto a seguire di Gaito e poi con Parenti che cavalca dal centro campo verso la meta avversaria posando la palla in ottima posizione per la trasformazione di Gaito.
Il Guardia Martana si affida alla forza della mischia e con una lenta ma costante percussione al 22° del primo tempo accorcia le distanze segnando la prima meta della partita, poi trasformata.
I Medicei, sul punteggio di 24 a 7, possono giocare in scioltezza e alla ripresa del gioco con una bella azione arriva la meta di Piero Barlucchi.
I 15 umbri, per niente sottomessi, si portano in meta al 26° del primo tempo con una caparbia azione trovando anche la trasformazione: 29-14.
Siamo agli sgoccioli del primo tempo e c’è gloria anche per l’ala Minucci che non si fa sfuggire l’occasione di una bella palla giocata con sapienza sui trequarti, meta trasformata da Parenti; si chiude la prima frazione sul 36-14.
Dopo l’intervallo, per i Medicei iniziano le sostituzioni ed entrano in campo tutti i giocatori a disposizione.
Il secondo tempo si apre con la bella meta di Salemi, di forza, in posizione ottimale per la trasformazione.
Il Guardia Martana continua con il suo gioco che paga con una meta al 17°, anche questa trasformata 43-21.
La partita ormai volge al termine ed il Guardia Martana probabilmente ha speso tutto su quell’ultima meta, tanto che negli ultimi minuti i gigliati vanno ancora a segno con Scalise, Mattia Barlucchi (bella giocata sui trequarti) ed infine Raimo, che proprio sullo scadere con una meta di forza, trasformata, fissa il risultato finale sul 62-21.
Belle le strette di mano e il corridoio finale a salutare una squadra che comunque anche subendo un forte passivo ha onorato questo bellissimo sport.

unnamed-10

 

Tags: , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: