Fulgida Etruschi Livorno cede 6-10 con il Rufus

L’ultimo impegno del 2016 coincide, per la Fulgida Etruschi Livorno, con la miglior prestazione stagionale. I verde-amaranto, in casa contro la lanciatissima capolista Rufus San Vincenzo (che nelle precedenti 7 partite aveva sempre vinto largamente e si era sempre assicurata il bonus-attacco), hanno perso 6-10 e sono andati vicini, nel finale, alla meta del sorpasso. I ragazzi allenati da Daniele Conflitto colgono un punto (quello che scatta in caso di passivo inferiore alle otto lunghezze), ma soprattutto dimostrano come il lavoro impostato a medio e lungo termine possa portare buoni frutti. La Fulgida, nel ‘derby della costa’ ha presentato un quindici imbottito di giovani e giovanissimi: quando si parla di giovani, s’intende ragazzi di 17 e 18 anni. Atleti che, alle loro prime esperienze nel ruvido mondo seniores, stanno dimostrando notevole faccia tosta. Giocatori che non tremano certo, neppure di fronte alla formazione più forte del torneo, una compagine destinata a difendere serenamente la prima piazza fino al termine della regular season. Questa la classifica alla fine del girone d’andata, nel campionato di C2 regionale, raggruppamento 1 (tutte le squadra hanno giocato otto gare): Rufus San Vincenzo 39 p.; Sieci* 27; I Medicei Firenze ‘C’ e Lucca 26; Mugello 22; Gispi Prato 12; Bellaria Pontedera* 9; Fulgida Etruschi Livorno 6; Cortona** -2. *Sieci e Bellaria scontano 4 punti di penalizzazione; **Cortona sconta 8 punti di penalizzazione. La gara del ‘Tamberi’ è stata intensa, equilibrata, con spunti degni di categoria superiore. In mischia, la Fulgida ha risposto presente ed ha ‘fabbricato’ buoni palloni. Qualche ingenuità (un limite da mettere in conto per una squadra dall’età media così bassa…) è stata evidenziata nel reparto arretrato. Nel complesso, ribadiamo, è stata una Fulgida brillante: continuando su questa strada la classifica, nel girone di ritorno (il primo impegno del 2017 è fissato solo per il 29 gennaio) non può che migliorare. Sono i verde-amaranto a sbloccare il punteggio con un piazzato dell’ala Brilli (3-0). Il Rufus deve faticare per metter sotto i volitivi antagonisti. I sanvincenzini riescono comunque, con una meta non trasformata (28′) a rovesciare la situazione: 3-5 all’intervallo. I locali sono sempre briosi e ispirati e tornano in vantaggio (52′) con il secondo penalty di Brilli: 6-5. Al 65′ il Rufus sfrutta con concretezza una delle poche occasioni a disposizione e sigla la meta del nuovo controsorpasso: 10-6. Nel finale, la Fulgida prova a sfondare, ma non trova la meta della vittoria. A mente fredda, è maggiore la soddisfazione nell’aver creato mille problemi alla prima della classe che non l’amarezza per il ‘colpo del secolo’ sfuggito per un soffio. Lo schieramento verde-amaranto: Maraviglia, Brozzi (1′ st Perciavalle), Amdadori, De Robertis (1′ st Compiani), Brilli; Sheu, Capobianchi; Giordano, Consani (22′ st Gracci), Donatini, Bonuccelli A., Bonuccelli F.; Fusco, Borella, Trinca (1′ st Ghiozzi). In panchina: Guiggi, Sanacore, Lomi.

 

Tags: , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: