Granducato Livorno under 16 vince ed è campione del centro Italia

Granducato Livorno under 16 campione del centro Italia. Con la rotonda vittoria (32-6) ottenuta nel fortino amico del campo ‘Tamberi’, contro il Perugia, i giallo-bianco-rossi allenati da Giampaolo Brancoli sono aritmeticamente certi del primo posto del proprio girone élite. Ad una giornata dal termine, gli imbattuti labronici vantano 8 lunghezze di margine sui Cavalieri Prato/Sesto. Sicura, dunque, la conquista del ‘Trofeo dell’Appennino’, attribuita alla squadra più forte del centro Italia. La prima piazza nel raggruppamento tosco-emiliano-umbro dà soprattutto diritto a partecipare alle semifinali per il titolo italiano. E siccome l’appetito vien mangiando, il Granducato, contro la squadra proveniente dal girone sud (le semifinali sono programma l’8 ed il 15 maggio) non si accontenterà di ‘onorare l’impegno’. La finale tricolore – campo neutro – è in agenda il 22 maggio. Intanto la giovanissima società sinergica livornese – nata appena la scorsa estate, grazie al proficuo rapporto di collaborazione fra i sodalizi cittadini degli Etruschi e dei Lions Amaranto – può mettere in bacheca il ‘Trofeo dell’Appennino’, che verrà ufficialmente consegnato nei prossimi giorni. La classifica del girone élite del centro Italia ad 80′ dalla fine: Granducato Livorno 83 p.; Cavalieri Prato/Sesto 76; Reggio Emilia 55; Amatori Parma 52; Perugia 45; Modena 35; Parma’31 30; US Firenze 21; Colorno 20; Lyons Piacenza/Valnure 5. Significativo che contro il Perugia sia stata la mischia dei giallo-bianco-rossi ad ergersi da protagonista. Significativo che 4 delle 6 mete realizzate portino la firma di piloni e tallonatori. A bersaglio, oltre, al terza linea Kifri ed all’apertura Del Bono (che ha siglato anche una trasformazione), gli atleti di prima linea Migliori, Bertini, Iozzelli e Lucchesi (quest’ultimo ha cominciato il match in terza linea, per poi ‘avanzare’ nel ruolo di tallonatore). Significativo perché all’andata il Perugia, pur sconfitto, aveva creato, con il suo solido pacchetto, qualche grattacapo alla capolista. Fin dai primi minuti, brillante il lavoro dei locali nelle fasi statiche: netta la superiorità nei raggruppamenti ordinati e nelle touches. Non mancano dunque palloni a disposizione da sfruttare al meglio. All’intervallo, labronici in vantaggio 10-6, con il Perugia che rimane in scia grazie a due piazzati. Il Granducato aumenta i giri del proprio roboante motore nei primi minuti della ripresa: altre due mete consentono di issarsi sul 20-6 e di mettere in ghiaccio il bonus-attacco. Inevitabilmente, poi, la squadra accusa un calo di tensione. Il Perugia, che perde un proprio atleta espulso per una grave scorrettezza, non rientra in corsa. Nel finale, con altre due mete (di cui una trasformata), i livornesi fissano il risultato sul 32-6. Il Granducato, che domenica prossima renderà visita ai Cavalieri Prato/Sesto, ha finora, nelle 19 partite globalmente disputate fra barrage e campionato élite, ottenuto 18 vittorie ed 1 pareggio. In tutti i 19 incontri, puntualmente è giunto il bonus-attacco. Lo schieramento vittorioso con il Perugia: Orifici; Bonaccorso, Chiarugi, Barsali, Berni; Del Bono, Bientinesi; Kifri, Lucchesi, Mannelli; Dalla Valle, Baldi; Bertini, Iozzelli, Migliori. Entrati anche: Andorlini, Rotondo, Solimani, Salvadori, Talabi, Mori.

unnamed-219

 
 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: