I Lions Livorno perdono a Piombino

SPORTING CLUB PIOMBINO – LIONS AMARANTO LIVORNO 35-5
SPORTING CLUB PIOMBINO: Ferretti; Batini (11′ st Kolaj), Lupi, Passante (11′ st Federighi), Vagelli; Lavista, Paladini; Pallotta (19′ st Mazzei), Catta (1′ st Puliti), Oretti (11′ st Bisoli); Nuti, Bianchi; Di Iorio (27′ st Romano), Cilembrini, Dellorusso (19′ st Vulteggio). All.: Bezzini
LIONS AMARANTO LIVORNO: Bianchini (10′ st Siviero); Di Martino, Taherzadeh (23′ st Masciullo), Novi (23′ st Santoni), Gregori; Gaggini, Magni; Scardino, Cortesi (23′ st Pulaha), Uccetta; Favati, Ciandri (10′ st Gragnani Giacomo); Vitali, Sarno (10′ st Lorenzoni), Filippi. All.: Milianti.
MARCATORI: nel pt (21-0) 11′ m. Paladini tr. Ferretti, 33′ e 42′ m. e tr. Ferretti; nel st 8′ m. Cilmebrini tr. Ferretti, 25′ m. Di Iorio tr. Ferretti, 34′ m. Gragnani Giacomo.
NOTE: in classifica 5 punti per Piombino (5 mete realizzate), 0 per i Lions (battuti con un margine superiore alle 7 lunghezze; 1 meta realizzata).
PIOMBINO. Lo Sporting Club Piombino si dimostra tremendamente concreto e sfrutta con raro cinismo ogni occasione costruita. Dall’altra parte i Lions pagano a carissimo prezzo le proprie gravi defezioni ed evidenziano poca lucidità in fase realizzativa. Il derby della costa premia la squadra più quadrata, quella (decisamente) più abile a raccogliere quanto seminato. I piombinesi – neoretrocessi e con in rosa giocatori d’esperienza, degni di categoria superiore – festeggiano in grande stile l’inizio delle fatiche ufficiali. Nella giornata di apertura della C1, girone F (un raggruppamento che di fatto, dopo il ritiro in extremis del Terni, vede protagoniste solo squadre toscane), lo Sporting si è imposto 35-5 (5 mete a 1). Il punteggio conclusivo punisce, nelle dimensioni, in modo eccessivamente severo le ingenuità degli ospiti. Per i Lions, una sconfitta pesante e grave. In un campionato cortissimo, nel quale, ciascuna squadra gioca appena 14 partite, saranno poche le prove d’appello. Nel primo turno, ferme Elba e I Medicei Firenze cadetti, successo con bonus, in casa, per i Cavalieri Prato/Sesto cadetto sul Cus Pisa (50-23) e vittoria esterna, senza bonus (12-24) del Cus Siena sul terreno degli Emergenti Cecina. La classifica: Piombino e Cavalieri 5 p.; Cus Siena 4; Lions, Elba*, I Medicei* e Cecina 0. *Elba e I Medicei 1 partita in meno. Domenica prossima i Lions osserveranno un turno di riposo. Poi domenica 16 sfida esterna a Portoferraio, contro i neopromossi locali dell’Elba. In pillole la cronaca del derby disputato sul terreno piombinese ‘Venturelli’. In sostanziale equilibrio la lotta nelle fasi statiche. I padroni di casa, guidati dai propri elementi di spicco, riescono a finalizzare le proprie azioni, sviluppate in più fasi. All’11’ va a bersaglio il mediano Paladini, al 33′ e al 42′ va in meta l’estremo Ferretti (che peraltro ha chiuso con il cento per cento nelle trasformazioni). All’intervallo, situazione ben poco invidiabile per gli amaranto, sotto 21-0. Nella ripresa, i Leoni si vedono al 4′ annullare una meta parsa regolare. I piombinesi sono concreti e all’8′, con la meta del tallonatore Cilembrini, mettono al sicuro il bonus: 28-0. A risultato acquisito, quinta meta dei locali (segna il pilone Di Iorio). Con la trasformazione del solito Ferretti, i padroni di casa si issano sul massimo vantaggio: 35-0. I Lions cercano la meta della bandiera e la trovano dopo un attacco tirato sulla sinistra, in azione in seconda fase. A siglare gli unici punti degli ospiti il giovane avanti Giacomo Gragnani. Troppo poco per evitare una sconfitta sulla quale si dovrà ora riflettere per due settimane.

unnamed-14

 

Tags: , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: