I Medicei si impongono sul Cus Genova

Firenze – Riprende dopo la pausa per i test match di novembre della Nazionale il campionato di Serie A. Il periodo di stop agonistico pesa sull’approccio alla partita della Toscana Aeroporti I Medicei che riesce comunque, con una rotonda vittoria contro il Cus Genova per 36 a18, a chiudere positivamente la sua corsa verso la Poule Promozione. Insieme all’Accademia Francescato Il traguardo é stato raggiunto matematicamente a tre partite dal termine della prima fase di campionato e a questo punto, dei tre disponibili nel girone 1, rimane da staccare soltanto un ultimo biglietto per la qualificazione.

La squadra, sopratutto in partenza, si è fatta trovare contratta e con poca disciplina e concentrazione. Qualche errore di troppo non ha aperto gli argini di quella che sarebbe potuta essere una vittoria anche più pesante mitigata anche il ritorno degli ospiti con 2 mete negli ultimi minuti di gara. Passando ai tanti aspetti positivi, come non considerare i 21 punti (8 su 9) dalla piazzola del Ruffino Man of the Match, Newton – premiato dal sindaco di Firenze Dario Nardella, presente sugli spalti – ottenuti anche grazie ad una mischia avanzante – con un Furia che è tornato di nuovo a segnare nel gioco aperto – , non sfavorita come all’andata dal terreno sintetico del Carlini. Insieme all’apertura gallese stanno dimostrando tutto il loro valore anche giocatori come Masera e Cerioni, ottimi in difesa ma anche negli assist a favorire le mete dell’ala Morsellino e della terza Boccardo. Buono il rientro di Lubian all’ala e la “sicurezza” Maran in Touche.

Sorpresa nel prepartita con i Babbi Natale de “La Compagnia di Babbo Natale”, onlus charity partner de I Medicei impegnati in mischie e azioni rugbistiche insieme ai bambini del minirugby del Firenze Rugby 1931. Dopo il minuto di raccoglimento contro la violenza sulle donne ha inizio il match che sembra mettersi bene per i padroni di casa. Newton segna subito tre punti. Con il passare dei minuti però l’impressione è che manchi un po’ di grinta per i gigliati, che non sembrano determinati come in altre occasioni e concedono troppo terreno alle iniziative genovesi, mai comunque troppo pericolose e si limitano ai tre punti di Borzone che riequilibrano il punteggio. La segnatura smuove I Medicei che iniziano a spostare il pallone, mettendo in difficoltà gli ospiti che si salvano spesso in fallo, permettendo a Newton di punirli regolarmente. Un ottimo calcio passaggio di Masera manda in meta Morsellino. Il divario cresce, soprattuto grazie al piede di Newton.

Per vedere una nuova meta occorre attendere il secondo tempo. Al 7’ la manovra continuata dei Medicei manda Furia in meta: attacco in massa sul lato destro, Lubian assorbe quattro difensori, lancio veloce a destra e Furia schiaccia. I Medicei si distendono, il gioco diventa più fluido e solo i falli degli ospiti rallentano gli attacchi fiorentini: al 12’ Newton aggiunge altri tre punti, 29 – 3. Anche la mischia ordinata fiorentina continua a dominare, mancano solo le mete a suggellare il dominio. Non bisogna però attendere molto: vinto un touch, molto movimento di palla, bel calcio passaggio di Cerioni e Boccardo schiaccia alla bandierina. Newton non si fa pregare e si va sul 36 a 3. I Medicei effettuano tutti i cambi ma la quarta meta non arriva, anzi c’è tempo per una reazione di orgoglio dei genovesi che dopo una insistita pressione trovano un varco con il pilone Ghiglione. I Medicei sembrano appagati ed insistono ancora i genovesi che segnano con Torchia. Con la trasformazione di Borzone si va sul 36 a 18 che chiude il match.

Intervista al coach Presutti a fine match
Pasquale Presutti, ancora una vittoria: Medicei sornioni, hanno controllato l’incontro, poi delle belle mete.
Abbiamo avuto delle difficoltà per i primi 20 minuti. Era la prima partita dopo un mese di sosta, non era facile riprendere. Dopo abbiamo trovato un buon ritmo, un buon modo di stare in campo. Poi ci siamo un po’ persi negli ultimi dieci minuti ma la partita era già andata.

Se si vuol cercare un neo, è mancata la ciliegina sulla torta della quarta meta.
Va bene, l’abbiamo anche cercata. Ma a questo punto l’importante era portare a casa i quattro punti. Quattro o cinque poi, nel conteggio finale, contano poco.

Nel finale, la squadra in campo era giovanissima, tanti ragazzi del vivaio. Questo, forse sarà quello che vedremo nelle prossime settimane, a promozione praticamente acquisita.
I cambi li facciamo. Devo essere sincero, da questi ragazzi mi aspetto un poco di più. Da parte mia la disponibilità a farli giocare c’è. Poi però da parte loro, devo vedere dare delle soddisfazioni che sinceramente oggi non ho avuto.

Domenica prossima, nuovo impegno casalingo con il Noceto, per I Medicei.
Molto importante anche quello. Partita, non dico da vincere perché credo che le cose siano fatte, ma da credere nelle nostre possibilità e da mettere a posto certi meccanismi. Oggi, nel primo e nell’ultimo quarto d’ora, non ho fatto il conteggio ma a naso direi che abbiamo preso venti calci di punizione. Cose impossibili, non possono succedere se vogliamo pensare di fare qualcosa di più interessante.

E quindi immagino ancora una settimana dura per i ragazzi. Li metterai sotto torchio, c’è ancora molto da lavorare.
Sì, c’è da lavorare, soprattutto sotto l’aspetto mentale. La disciplina è fondamentale in tutte le cose, nella vita quotidiana. In un gioco come il nostro è fondamentale. Bisogna stare molto attenti, stare alle regole e giocare secondo le regole.

Intervista al Ruffino MoM Newton
Dan Newton, cosa è successo, hai sbagliato un calcio!? (ironico – ndr)
È stato il vento, ha portato la palla fuori.

Complimenti per la partita e per tutto il campionato. Come ti trovi nel campionato italiano?
È molto fisico ma sono abituato e mi piace. Spero di arrivare alla promozione. Prendiamo una partita alla volta e vediamo dove possiamo arrivare.

Com’è la tua esperienza a Firenze, la città, i compagni… Ti trovi bene?
Mi piace molto lo spirito della squadra e i ragazzi sono fantastici. Mi piace molto anche lo stile di vita rilassato, il cibo… e anche le ragazze sono ok!

Firenze, Ruffino Stadium “Mario Lodigiani” – domenica 4 dicembre 2016

Toscana Aeroporti I Medicei v CUS Genova 36-18 (4-0)

Marcatori: p.t. 5’ cp Newton (I Medicei) 3 – 0, 16’ cp Borzone (CUS Genova) 3-3, 21’ m Morsellino (I Medicei), tr Newton 10-3, 29’ cp Newton (I Medicei)13 – 3, 31’ cp Newton (I Medicei) 16 – 3, 40’ cp Newton (I Medicei) 19 – 3; s.t. 7’ m Furia (I Medicei), tr Newton 26-3, 12’ cp Newton (I Medicei) 29-3, 24’ st m Boccardo (I Medicei), tr Newton 36-3, 35’ st m Ghiglione (CUS Genova), tr Borzone 36-10, 40’ m Torchia (CUS Genova), tr Borzone 36-18.

Toscana Aeroporti I Medicei: 15 Reale, 14 Lubian, 13 Masera, 12 Cerioni (24’ st Cocchi), 11 Morsellino (30’ st Citi), 10 Newton, 9 Taddei (30’ st Elegi), 8 Boccardo, 7 Cosi, 6 Meyer, 5 Ippolito (vc) (21’ st Savia), 4 Maran (28’ st Biagini), 3 Bigoni (21’ st Battisti), 17 Fanelli (c) (15’ st Broglia), 1 Furia (15’ st Zileri).
All. Presutti, Martin

CUS Genova: 15 Salerno, 14 Ciranni, 13 Barani (10’ s Leveratto), 12 Zini, 11 Papini (25’ st Ricca), 10 Borzone, 9 Lubrano (25’ st Torchia), 8 Bertirotti (vc), 7 Imperiale F. (c), 6 Baldelli, 5 Imperiale P. (25’ st Boero), 4 Nievas (25’ st Guggiari), 3 Barry (25’ st Ghiglione), 2 Perini, 1 Cattaneo (25’ st Venditti).
A disposizione: 23 Rebora.
All. Askew, De Gregori

Arb.: Nobile

Cartellini: 40’ st Savia (Toscana Aeroporti I Medicei)
Calciatori: Newton (Toscana Aeroporti I Medicei) 8/9, Borzone (CUS Genova) 3/3.
Note: pomeriggio di sole con circa 15 gradi. Campo in discrete condizioni. Circa 800 spettatori presenti
Punti conquistati in classifica: Toscana Aeroporti I Medicei 4; CUS Genova 0.
Ruffino Man of the match: Newton (Toscana Aeroporti I Medicei)

Gli altri risultati:
Pro Recco – Cavalieri Union Prato Sesto : 47-21 (5-0)
Noceto – Accademia Naszionale Ivan Francescato 7-21 (0-4)

La classifica:
Accademia Nazionale I. Francescato 28
Toscana Aeroporti I Medicei 27
Pro Recco 24
CUS Genova 10
R. Noceto 8
Cavalieri Union Prato Sesto 4

CADETTI Serie C1 – Bella vittoria per i Cadetti 1 della Toscana Aeroporti I Medicei che si è imposta nel derby di serie C per 23 a 5 contro la Cavalieri Union Prato Sesto Cadetti. I gigliati di Lo Valvo e Morace hanno mostrato dall’inizio molta determinazione nella fase difensiva riuscendo a mettere costantemente sotto pressione gli avversari – in evidenza Petrangeli e Cini – e impedendogli di esprimere la loro capacità di muovere la palla alla ricerca si spazi da attaccare. Contesa e recupero hanno fatto il resto dando sfogo alle belle mete di Comizzoli, D’Andrea – buona prova al rientro da un lungo infortunio – e Chiostrini.

Toscana Aeroporti I Medicei Cadetti 1 v Cavalieri UPS Cadetti 23 – 5 (4 – 0)

Toscana Aeroporti I Medicei Cadetti 1: Marucelli, Comizzoli, Petrangeli, D’Andrea, Di Francescoantonio, Nava, Cintelli, Burattin, Michelangiolo, Cini, Calabresse, Massimo, Panerai, Kapaj, Piccioli, Manigrasso, Chiostrini, Di Donna, Bartoloni, De Castro, Favili, Falleri.

unnamed-27

 

Tags: , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: