I Rumbombers di Verona si aggiudicano la sesta edizione del trofeo ‘Sommolago Seven’

sommolago2016

Cala il sipario su una memorabile sesta edizione del trofeo “Sommolago Seven”, il torneo di “Rugby a 7” in riva al lago, organizzato da Rugby Benacense a Riva del Garda.
Tante le novità di questa edizione, a partire dalla macchina organizzativa che contava ben 30 volontari, spinti da un solo ed unico obiettivo comune, la promozione sportiva del Rugby e del territorio, il Garda trentino, quel magnifico angolo di paradiso racchiuso tra montagne e lago.
L’anno olimpico, che vedrà l’esordio della disciplina del Rugby Seven ha scatenato la voglia di palla ovale,12 le squadre schierate in campo, 3 per la categoria u18, 9 per la categoria senior, 180 i giocatori, tanti i bambini, numerosissimi gli spettatori.

Ad aprire i giochi nella mattinata i giovanissimi delle categorie Minirugby che sullo splendido campo rivano, stadio Benacense, hanno dato dimostrazione di come il Rugby sia un favoloso sport di aggregazione, ricco di valori, adatto ai bambini e bambine di tutte le età. Numerose sono state le famiglie che anno sfruttato l’opportunità di continuare la giornata nella vicinissima spiaggia, opportunità che durante la giornata non si sono fatti sfuggire anche le categorie maggiori trovando un ottimo refrigerio tra match e match.
Le categorie dell’U18 sono le prime a scendere in campo sfidandosi in un combattuto ed equilibrato triangolare sevens, il gioco è dinamico ricco di bellissime azioni, a spuntarla sarà il CUS Verona dimostrando d’avere un gioco più frizzante che le fa segnare più punti, al secondo posto la formazione di casa Benacense che si distingue in una crescita individuale degna di nota, al terzo posto Carpi che gioca un buon rugby dando del filo da torcere alle sfidanti.

Nelle categorie senior ferve l’attesa per l’aggiudicazione dell’ambito Trofeo Sommolago, uno splendido pallone in legno di cirmolo scolpito da un artista locale, trofeo Challenge sul quale di anno in anno viene inciso il nome del vincitore. Le squadre partecipanti sono suddivise in due gironi: (Carpi, RAV Alto Vicentino, Rumbombers Verona, Benacense) e ( RFC Capre Brescia/Padova, Arena Sevens Team Verona, Crema, Tamiso’s Badia, Mezzocorona); con accesa sfida molto equilibrata si qualificano per le semifinali Rumbombers vs Arena Sevens Team e RAV vs RFC Capre.
Dopo la foto di rito sulla bellissima spiaggia gardesana è la volta degli spareggi per 7-8 posto dove la squadra di casa Benacense la spunta su Tamisos’ Badia stanchi da un combattutissimo girone qualificatori, nella finale 5-6 troviamo ad affrontarsi Crema-Carpi che risultano terzi nei gironi dopo partite che li vedevano protagonisti fino all’ultimo, la sfida decreta Crema vincente.
La prima semifinale tutta in casa veronese, trova degli agguerritissimi Rumbombers già detentori in passato del torneo e reduci di un secondo posto nella scorsa edizione, decisi a riportare a casa il Trofeo Sommolago, ma i cugini non lasciano loro vita facile facendogli sudare una comunque meritata vittoria. Nell’altra semifinale un grande RAV vuole un esordio col botto ma i bresciani Capre 7’s anche loro medagliati d’argento in passato, sembrano decisi a volere il trofeo a tutti i costi e guadagnano la finale.

Nella finale 3-4 posto si sfidano quindi RAV ed Arena Sevens Team, il match è molto tirato, dapprima va in vantaggio l’Arena, poi arriva il pareggio del RAV, nel secondo tempo si tenta da entrambe le parti la meta decisiva che arriva per i vicentini allo scadere del tempo.
Nella finalissima si ritorna alla memoria della sfida 2014 quando le stesse formazioni si sono giocate la vittoria, le Capre questa volta vogliono vincere e si fanno valere, ma sulla loro strada trovano dei Rumbombers troppo forti, i veronesi vincono e per la seconda volta incidono sul Trofeo Sommolago il loro nome!

Alle premiazioni con la gradita presenza delle autorità vicesindaco di Riva del Garda Caproni, vicepresidente della Comuità di Valle Pedergnana ed il presidente CONI Trento Togler la festa continua in un clima che solo il Rugby può regalare. Al tavolo delle premiazioni vengono chiamati anche il top scorer, “Metaman” della manifestazione, il n°29 dell’Arena Sevens Team Federico Zardini. Dopo votazione riservata ai capitani delle squadre viene eletto quale miglior giocatore del torneo il n°30 del Rugby Club Crema 1977 Guerrino Muzzin. Per concludere premio speciale “Trofeo Chiosco” viene assegnato alla Rotaliana Rugby.

Dopo la cena preparata dalla magnifica organizzazione a tutti gli atleti, la festa non si è fermata, nella vicina spiaggia è cominciato il party del Terzo Tempo, aperto a tutta la popolazione, la “Festa dei Fusti” nella quale accompagnati dall’ottima musica del concerto della band locale “Out of bed” e dal dal DJ set di Alessandro Vivaldi , si sono spinate le ottime birre artigianali dei birrifici locali Rethia e Leder.

La società Rugby Benacense a.s.d. nella persona di Tommaso Caceffo intende rinnovare i ringraziamenti a tutti i partecipanti veri protagonisti di questa fantastica edizione del “6°Torneo Sommolago Seven” e della prima edizione della “Festa dei Fusti”, i numerosissimi volontari, vero motore della manifestazione e tutte le persone e partners che a vario titolo hanno permesso l’ottima riuscita di questa giornata per la promozione del Rugby e del Garda trentino.
Arrivederci alla 7° edizione, 24 giugno 2017.

La classifica:

Sevens U18
1°- CUS Verona Rugby
2°- Rugby Benacense
3°- Rugby Carpi

Sevens Senior
1° Rumbombers 7’s – Verona
2° RFC Capre 7’s – Brescia/Padova
3° RAV Rugby Alto Vicentino
4° Arena 7’s Team – Verona
5° Crema Rugby Club 1977
6° Rugby Carpi
7° Rugby Benacense- Riva del Garda
8° Tamiso’s 7’s – Badia
9° Rotaliana Rugby – Mezzolombardo

 

Tags: , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: