Il Colorno dei giovani vince contro la Tarvisium

Colorno (PR), Stadio “Paolo Pavesi”, domenica 24 aprile 2016
HBS Colorno – Ruggers Tarvisium 41 – 14 (5 a 0) (pt 26-7)
Marcatori. Pt 8’m Borsi tr Ceresini, 12’m Lila tr Giabardo, 31’m Armantini, 37’m Da Lisca tr Ceresini, 43’m Bronzini tr Ceresini. St 10’m Canni, 16’m M.Modoni, 34’m Salandria tr Giabardo, 39’m Lauri
HBS Colorno: Bronzini (st 18’Lauri), Canni, Russo (st 12’Magri), Silva, Slawitz, Ceresini, D.Barbieri (st 1’P.Modoni), Borsi (pt 22’Da Lisca), M.Modoni, Derossi, Armantini, Benchea (st 26’Zanacca), Lanfredi (st 12’Brandolini), Buondonno (st 22’Pop), Hughes (st 22’Goegan).
All: Mordacci
Ruggers Tarvisium: Bisetto, Terzariol (st 18’Colombo), Furlan, Ceccato (st 23’ Gallo), A.Gobbo (st 13’Stodart), Giabardo, J.Gobbo, Vettori, Filippin, Lila, De Paola (pt 37’Zuliani) (st 18’ Vergani), Amadio, Salandria, Longo (pt 35’ Zottin), Buso (pt 35’Magnoler).
All: Green
Arbitro: Vedovelli (SO)
Assistenti: Pretoriani (MI), Masetti (AR)
Man of the match: Derossi
Cartellini: giallo a Salandria 35’pt, giallo a Modoni 40’pt
Note: esordio in prima squadra di Tommaso Derossi classe ‘97, a fine partita premiato Flavio Tripodi per le 100 presenze in biancorosso ottenute domenica scorsa a Verona. Dal 1’st in campo i fratelli Mattia e Pietro Modoni

L’HBS vince col bonus facendo del turnover un’arma in più e schierando una formazione la cui media d’età è sotto i 23 anni. Il Colorno parte col piede giusto grazie ad una felice intuizione di Silva che trova il varco giusto prima di lanciare nello spazio il gallese Hughes. L’azione abrasiva è vanificata da un in avanti a mezzo metro dalla linea di meta. I colornesi pressano, conquistano un calcio e dalla touche nasce una bella rolling maul finalizzata da Borsi all’8’, Ceresini trasforma: 7 a 0. I trevigiani ripagano con la stessa moneta: rolling maul da touche e meta di Lila al 12’, trasforma Giabardo: 7 a 7. Il vento che soffia alle spalle dei colornesi crea problemi ad entrambe le compagini, il ritmo è abbastanza alto, ma sono tanti i passaggi che vanno a vuoto e i lanci in touche compromessi. Colorno col fiato sospeso al 22’ per Borsi, costretto al cambio per un infortunio probabilmente alla caviglia. L’elettrico Bronzini gioca veloce un calcio nei ventidue avversari al 32’, la Tarvisium è impreparata, i biancorossi muovono l’ovale al largo e Armantini, posizionato sulla bandiera da ala pura, si tuffa oltre la linea: 12 a 7. Il giallo al pilone Salandria costa caro agli ospiti: mischia ordinata sui cinque grigiorossi per l’HBS, spinta costante e Da Lisca vola in meta, Ceresini trasforma: 19 a 7. A tempo scaduto c’è spazio anche per la meta di Bronzini che trova con eleganza il pertugio sull’ala e schiaccia sotto i pali, Ceresini trasforma: 26 a 7, è la meta del bonus. La ripresa si apre con lo splendido assolo di Canni che sigla dopo 80 metri di galoppata: 31 a 7. Al 16’Mattia Modoni fa valere la sua prestanza fisica e con un gran timign segna un’altra meta: 36 a 7. Il XV di Green, All Blacks campione del mondo nell’ ’87, soffre il gioco quadrato dei padroni di casa ma riesce ad accorciare al 34’con Salandria che sigla di prepotenza, trasforma Giabardo: 36 a 14. Gli risponde Lauri al 39’dopo una bella azione iniziata da Slawitz e impreziosita da Silva: 41 a 14. Appuntamento all’8 maggio per la prima semifinale.

Meta-Armantini-1024x400

 
 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: