Il CUS Ad Maiora beffato allo scadere (20-21) dal CUS Milano

Il CUS Ad Maiora Rugby 1951 ha perso per 21-20 in casa il CUS Milano nella terza giornata del girone 1 della serie B. Una battuta d’arresto che lascia molto amaro in bocca, al termine di una partita dominata nelle fasi statiche, con una notevole superiorità nella mole di gioco espressa, e compromessa a tempo ampiamente scaduto
Al centro sportivo “Mario Giuriati” coach Lucas D’Angelo ha schierato Amadasi (15′ st Giuseppe Morabito), Sacco, Spaliviero, Reeves, Lozzi, Bombonati, Mantelli, Ursache, Merlino, Perrone (10′ st Polla), Fatica (20′ st Baggio), Toresi, Modonutto, Racca e Novello (20 st Martina). A disposizione Messina, Campagna, Bianco. Il CUS Milano ha mandato in campo Di Chio, Lagoussis, Cederna, Massari, Vicinanza, Borzone, Billot, Guizzetti, Mantovani, Crisci, Mc Allister, Daniele Morabito, Zulli, Beretta, Romano. In panchina Parisi, Testin, Calzaferri, Boggioni, Albano, Ghelli, Brambilla.
I padroni di casa sono passati in vantaggio con due piazzati (0-6). Gli universitari hanno accorciato le distanze con una punizione di Bombonati e nel corso del primo tempo hanno operato il sorpasso con una meta tecnica, su una maul inarrestabile, trasformata da Bombonati (10-6). Nella ripresa i biancoblù hanno incrementato il margine con un avanzamento della mischia ai 10 metri e l’ovale schiacciato oltre la linea da Ursache. Addizionale a segno di Bombonati (17-6). A loro volta i milanesi sono andati a bersaglio (17-11). Bombonati ha inquadrato i pali dalla piazzola per il 20-11, prima del calcio lombardo che ha riportato il divario sotto il break (20-14). Quando il 40′ era abbondantemente trascorso, Bombonati ha avuto la possibilità di chiudere definitivamente i conti, ma ha colpito il palo dalla piazzola. Il CUS Milano ha recuperato palla ed è ripartito in velocità, trovando scoperti i torinesi, che hanno così incassato la meta e anche una sconfitta assolutamente inopinata.
I Bulls di serie C, allenati da Dragos Bavinschi, sono stati superati fuori casa dal San Mauro per 32-0. L’Under 16 Elite di Nicola Compagnone e Roberto Modonutto ha sconfitto al cardiopalma in trasferta il CUS Milano per 21-14. I cussini hanno chiuso il primo tempo sul 14-0, con le mete di Speranza e Toniolo, trasformate da Piunno e Vernero. Nel secondo, dopo una meta contestata, i locali hanno pareggiato a 1′ dalla fine, sfruttando un rimpallo su un calcio liberatorio e schiacciando in mezzo ai pali. A quel punto l’arbitro ha dichiarato di concedere l’ultima azione. Sul calcio a centrocampo, gli ospiti hanno conquistato l’ovale con Speranza, che si è proiettato in avanti con un calcetto a scavalcare la difesa e ha servito Piacenza, arrivato a sostegno e pronto a correre a segnare. Subito dopo la trasformazione di Piunno la partita è terminata e il CUS ha ottenuto la prima vittoria stagionale, dopo la beffa della scorsa settimana, con il sorpasso del Viadana all’ultimo secondo.
L’Under 14 di Vittorino Tosatto, Sergiu Ursache e Paolo Martina al centro sportivo Angelo Albonico si è imposto nettamente sul Chieri per 49-22. Il Settore Propaganda, sempre a Grugliasco, ha ospitato un raggruppamento, cui hanno partecipato anche Junior Asti, Giuco, San Mauro, Moncalieri e Rivoli, per un totale di 300 bambini presenti. In Under 8 il CUS ha dominato, piazzando una squadra al primo posto e l’altra al terzo. Nell’Under 12 i biancoblù si sono classificati secondi, a un punto dall’Asti, contro il quale hanno perso per 2 mete a 1. In Under 10 purtroppo il torneo è stato interrotto per un infortunio ad Alberto Galasso, che ha riportato un trauma cranico. Il ragazzo è stato portato al Regina Margherita e sta bene: dopo gli esami del caso, è stato dimesso. La società formula il più sentito “in bocca al lupo” ad Alberto e alla sua famiglia.

untitled

 

Tags: , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: