Il CUS Ad Maiora chiude la sua stagione sul campo del Paese

Dopo la bella ed emozionante vittoria contro il Valpolicella, il CUS Ad Maiora Rugby 1951 sarà chiamato domenica a Paese (calcio d’inizio alle ore 15,30) all’ultimo sforzo del campionato. I ragazzi di coach Lucas D’Angelo hanno 20 punti in classifica e dovranno a tutti i costi vincere con il bonus. Se ci riuscissero potrebbero superare il Valpolicella, che è a quota 23, qualora perdesse in casa a opera del Lumezzane. Quest’ultimo, che è a 25, non è completamente sicuro di salvarsi, perché in caso di sconfitta potrebbe essere raggiunto dai cussini e a quel punto si andrebbe allo spareggio, per definire la squadra destinata a rimanere in serie A. La società ha organizzato un pullman da 30 posti per seguire i biancoblù a Paese. La partenza sarà dal centro sportivo Angelo Albonico domenica mattina intorno alle 8,30 e chi voglia prenotarsi può inviare la propria adesione all’indirizzo e-mail segreteriarugby@custorino.it entro domani (giovedì) alle 12.

«Stiamo facendo di tutto – spiega il responsabile della sezione rugby cussina Marco Pastore – per mantenere la categoria. È un traguardo che abbiamo dimostrato più e più volte sul campo di meritare. Domenica, nonostante le difficoltà che abbiamo avuto in prima linea, tutti hanno reagito con grande spirito di sacrificio e la vittoria è stata la migliore testimonianza del fatto che tutti credono ancora nella salvezza. Stiamo preparando con grande scrupolo, come sempre, la trasferta a Paese, nella quale non avremo scelta. Tutte le energie dovranno essere canalizzate nella ricerca della vittoria e nella conquista dei cinque punti. Siamo sereni sul lavoro che hanno svolto i nostri tecnici Lucas D’Angelo e Massimo Mamo e che ci ha permesso di risollevare un’annata che, a un certo momento, sembrava compromessa. Bisogna sempre considerare da dove siamo partiti. Ci abbiamo sempre creduto e continueremo così fino alla fine. Purtroppo domenica non saremo padroni del nostro destino, ma non dovremo farci distrarre nel perseguimento del risultato dalle notizie che arriveranno dagli altri campi. Cercheremo di compiere il nostro dovere e alla fine faremo i conti e vedremo dove saremo arrivati, senza fare drammi qualsiasi sarà l’esito».

Al di là di tutto, a Paese gli universitari saranno chiamati a compiere un’impresa. «Anche se i trevigiani sono già retrocessi – afferma il direttore sportivo Enrico Borra – domenica troveremo degli avversari motivati a chiudere bene la stagione. Rompere la partita sarà difficilissimo e se ce la facessimo potremmo poi puntare all’obiettivo successivo, che è quello di fare il bonus. All’andata in casa abbiamo vinto soffrendo moltissimo, soprattutto grazie al carattere della squadra. Il Paese è compagine di valore, valida in tutti i reparti, e non lascerà nulla d’intentato per metterci in difficoltà. Dovremo essere bravi ad andare ancora una volta oltre l’ostacolo. Lo abbiamo fatto spesso, perché tutti i problemi che abbiamo dovuto affrontare in questi mesi hanno fortificato il gruppo, facendogli fare un vero salto di qualità».

Domenica il Settore Propaganda disputerà a Ivrea il Torneo Nazionale “Bianca e Bernie”. All’Albonico alle 11,30 l’Under 18 ospiterà il CUS Genova, nel match decisivo per il successo nel girone della fase interregionale, e alle 12,30 l’Under 16 Elite riceverà il CUS Milano. Alle 15,30, sempre a Grugliasco, la compagine femminile di serie A affronterà l’Hbs Colorno, mentre i Bulls di serie C faranno visita al Rugby Spezia. Lunedì 25 aprile a Padova l’Under 14, disputerà il Trofeo “San Marco”, sesta e ultima tappa del Super Challenge, organizzato dal Petrarca, dopo lo strepitoso secondo posto ottenuto a Rovato. Parteciperanno 16 società e le fasi di qualificazione scatteranno alle 9,30. Il CUS Torino è stato inserito nel girone B, con Benetton, Rovato e CUS Milano.

unnamed-235

 
 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: