Il Livorno cade in casa contro Pesaro

LIVORNO RUGBY – PAPSA PESARO 8-20
LIVORNO RUGBY: Canepa; Stiaffini, Gigli, Reitsma, Scapaticci (18′ st Battagello); Squarcini, Zannoni (18′ st Contini); Bottari, Gragnani, Merani; Paris (18′ st Marmugi), Scrocci (1′ st Cristiglio); Tangredi, Bufalini (dal 18′ pt al 24′ Sforzi) (18′ st Sforzi), Ciapparelli. A disp.: Tichetti, Bitossi. All.: Zaccagna.
PAPSA PESARO: Babbi (34′ st Zanoli); Nardini, Erbolini, Villarosa (37′ st Salvi), Jaouhari; Panzieri, Cardellini (35′ st Tarini); Antonelli, Bettucci, Campagnolo; Del Bianco (29′ st Cecconi), Sanchioni (dal 22′ pt al 26′ pt Deleo); Pozzi (26′ st Deleo 26′ st), Fagnani, Galdelli (8′ st Solari). A disp.: Pierangeli. All.: Mazzucato.
ARBITRO: Dosti di Roma.
MARCATORI: nel pt (8-0) 19′ m. Gragnani, 33′ cp Squarcini; nel st 4′ cp Babbi, 14′ m. Jaouhari tr. Babbi, 27′ cp Babbi, 39′ m. Antonelli tr. Nardini.
NOTE: giornata di sole, incasso (offerta libera) devoluto a favore di ‘AiutamoLi’, il progetto dello sport cittadino teso ad aiutare i livornesi che nell’alluvione del 10 settembre hanno subìto ingenti danni. Cartellino giallo per Pozzi (17′ pt). In classifica: 0 punti per Livorno (sconfitto con un margine superiore alle otto lunghezze; una meta realizzata) e 4 per il Pesaro (che ha vinto; 2 mete realizzate).
LIVORNO. Non basta al Livorno Rugby un primo tempo sugli scudi per assicurarsi il secondo successo in due partite. In casa, di fronte al pubblico delle grandi occasioni, contro il solido Pesaro (una delle candidate d’obbligo per il salto di categoria), la squadra biancoverde accusa, alla distanza un fatal calo. I marchigiani, in ritardo 8-0 all’intervallo, perfezionano la rimonta e si impongono 8-20. Nel complesso la vittoria dei giallorossi adriatici non fa una grinza. Un punteggio meno vistoso avrebbe rispecchiato però con più fedeltà l’andamento del confronto. Il Livorno Rugby avrebbe meritato di perdere con un margine inferiore alle otto lunghezze e dunque avrebbe legittimato la conquista di un punticino in classifica. Solo nell’ultima azione del confronto, gli ospiti hanno siglato la propria seconda meta (poi trasformata) ed hanno così scavato il solco definitivo. Nonostante lo stop, i ragazzi di Marco Zaccagna hanno confermato mezzi notevoli: rimangono concrete le speranze di un’annata da vivere da protagonisti. Domenica prossima Livorno renderà visita alla capolista Florentia: con un colpo d’autore il quadro tornerebbe interessante… Nella prima frazione, i labronici esercitano un chiaro predominio territoriale e gestiscono con continuità il pallone. Pesaro è costretto alla difensiva. Espulsione temporanea per il pilone ospite Pozzi (17′). In superiorità numerica, la mischia dei locali si erge a protagonista. Una serie di percussioni degli avanti consente al terza ala Gragnani di sfondare e di sbloccare il punteggio (5-0 al 19′). Squarcini non inquadra, dall’out sinistro, la trasformazione, ma realizza 14′ più tardi (33′) il piazzato dell’8-0. Nel finale di tempo, Pesaro prova a crescere, ma Livorno evita guai: 8-0 all’intervallo. Nella ripresa, aumentano i giri del (buon) motore marchigiano e calano i giri dei biancoverdi. L’estremo giallorosso Babbi, con un briciolo di fortuna, sigla il penalty del -5 (8-3). Al 14′ l’ala ospite Jaouhari, dopo un attacco dei trequarti nel corridoio centrale, schiaccia sotto i pali nemici. Facile la trasformazione del sorpasso, per Babbi: 8-10. Ancora Babbi indirizza il piazzato dell’8-13 (27′). La reazione dei biancoverdi – che nel frattempo hanno rivoluzionato il quindici – è generosa ma non porta frutti. Pesaro chiude in attacco e al 39′, su prepotente azione in rolling maul, trova, con il terza centro Antonelli, la meta che, trasformata da Nardini, fissa il risultato su un (severo per i locali) 8-20. Gli altri risultati della 2° giornata di serie B, girone 2 (tra parentesi i punti ottenuti in classifica): Amatori Parma-Civitavecchia 41-14 (5-0), Rieti-Modena 30-34 (2-5), Florentia-Parma’31 41-22 (5-0), Bologna-Arezzo 101-5 (5-0), Romagna-I Medicei Firenze cadetti 39-32 (5-2). La classifica: Florentia 9 p.; Pesaro 8; Bologna, Modena e Rieti 6; Am. Parma 5; Livorno e Parma’31 4; Romagna* 3; Civitavecchia* e Arezzo 1. *Romagna e Arezzo scontano 4 punti di penalizzazione.
 

Tags: , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: