Il Lumezzane travolge Paese e balza al secondo posto

Il Patarò Lumezzane ha finalmente ingranato la marcia giusta: al Rossaghe il XV di Gosling è tornato a brillare e a macinare punti e mete. Ben otto le marcature messe a referto dai rossoblù (doppietta per i trequarti Faralle e Venturini). Nel momento più delicato del campionato, con l’incubo retrocessione che incombe, i valgobbini sfoderato una delle migliori prestazioni della stagione, valsa un successo abbondante per 55 -12 (un bottino così non si vedeva dai tempi della serie B) e il guadagno di ben tre posizioni in classifica. Complici le sconfitte di Valsugana e Torino, il Patarò Lumezzane è così balzato dal quinto al secondo posto della graduatoria del secondo girone retrocessione della seria A. Ma, in chiave salvezza, i giochi sono ancora apertissimi e i valgobbini hanno solo due lunghezze di vantaggio sulla zona che condanna alla discesa in serie B. È ancora presto, quindi, per dormire sonni tranquilli.

COMMENTI
“Il lavoro che stiamo facendo in allenamento sui punti d’incontro sta pagando parecchio – spiega coach Gosling – .Oggi ne abbiamo avuto la conferma, contro una squadra brava a sporcare e rubare i palloni, abbiamo avuto un possesso palla di qualità. I ragazzi hanno giocato molto bene, dagli avanti ai trequarti, e hanno lottato fino alla fine della partita. Abbiamo trovato un buon equilibro tra i due reparti e abbiamo espresso un gioco completo. Se continuiamo a giocare così, possiamo superare chiunque. L’importante è che i ragazzi entrino in campo con l’atteggiamento giusto, come hanno fatto negli ultimi due incontri “
“ È andata alla grande, dobbiamo continuare così!” L’analisi del pilone Piaciaccia è concisa, senza fronzoli, ma efficace, come è sempre la sua prestazione in campo: anche ieri la prima linea milanese ha dimostrato di non avere rivali in mischia chiusa.
Lucidissima e onesta è la visione dell’ultimo periodo, come del gioco, del mediano di mischia Stefano Canale: “Abbiamo sofferto molto la pausa per i primi turni del 6 Nazioni – spiega – non abbiamo potuto lavorare tanto insieme, inoltre al rientro abbiamo dovuto affrontare due trasferte difficili su campi pesanti, a cui non siamo abituati. L’avere ritrovato continuità negli allenamenti ha dato i frutti sperati nelle ultime partite. In casa abbiamo dimostrato di avere una marcia in più: contro Valpolicella abbiamo preso fiducia, questa settimana abbiamo continuato a lavorare intensamente e, come vuole la logica, oggi abbiamo raccolto i frutti del buon lavoro svolto.”
CRONACA:
Alla lucidità e alle determinazione, valse domenica scorsa il ritorno alla vittoria, i valgobbini aggiungono vivacità, velocità e ritmo nella partita con Paese. A mettere subito le cose in chiaro ci pensa il pack, nelle prime touche guadagnate nei 22 metri, i padroni di casa sfoderano due devastanti maul. Se la prima viene bloccata irregolarmente dagli ospiti, la seconda manda a destinazione il pilone Piciaccia. Dopo soli 3 minuti di gioco, il Lumezzane è così già in vantaggio, per 5-0. La seconda meta arriva dopo soli 6 giri di lancette: l’ala Gustinelli (il miglior trequarti in campo) scippa l’ovale ai trevigiani e passa a capitan Cattina, che macina metri. Poi è il mediano di mischia Canale a sorprende la guardia avversaria, ricavandosi un’autostrada versoi pali. Faralle aggiunge senza fatica i 2 punti. Al 16’ il pack si prende la meritata gloria: in mischia chiusa il pacchetto rivale viene travolto per tre volte, e l’arbitro Rizzo non può che assegnare la marcatura tecnica. Messa un’ipoteca sulla vittoria, i valgobbini si distraggono per una decina di minuti. Un’ indecisione difensiva dei centri Locatelli e Venturini permette a Furlan di bucare la rete, per poi passare l’ovale a Agnoletto, che segna. A bloccare sul nascere la rimonta dei padroni di casa è Faralle: a suon di finte, l’apertura argentina s’infila in mezzo ai pali per schiacciare la meta del bonus, al 35’. Oltre alla trasformazione, il 10 del Lumezzane centra anche il successivo calcio di punizione, che manda i rossoblù al riposo sul risultato di 29 a 7. Nella prima metà della ripresa, i padroni di casa controllano e chiudono tutti i varchi. Al 20’ è di nuovo Faralle, dopo un delizioso calcetto a scavalcare, a tuffarsi tra i pali. Al 27’, gli ospiti diminuiscono lo svantaggio, segnando sugli sviluppi di una touche, ma sono i trequarti valgobbini i veri protagonisti del finale: l’ala Gustinelli incornicia l’ottima prestazione personale con una meta, mentre il centro Venturini mette a segno una doppietta.
Domenica prossima l’ultima sosta della stagione: il rush finale dei valgobbini comincia domenica 3 aprile a Torino.

rugby_lumezzane_-_cus_brescia_49-6_touche

 
 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: