Il Mirano vince ma non basta. Serie A rimandata di una stagione

Sole e nuvole in cielo e sorrisi amari per i ragazzi della prima squadra del Mirano che, nonostante la netta vittoria contro il Ferrara, oggi hanno visto infrangersi definitivamente il sogno di giocare la prossima stagione nelle fila della serie A. Una partita iniziata sottotono e tesa, ma poi giocata con grinta, passione e tanta speranza. Purtroppo la buona volontà dei ragazzi di Volpato e Frasson non è bastata per portare a casa quel tanto agognato desiderio di giocarsi i play-off. Anche per quest’anno la promozione in serie A è sfumata, per un soffio, 4 piccolissimi punti, una domenica storta, una partita andata male che alla lunga è costata il duro lavoro fatto durante l’anno. Inutili i se e i ma, la squadra ha comunque dimostrato una grande crescita nel gioco, il percorso di questi ultimi anni ha dato ottimi risultati e i ragazzi sono cresciuti, hanno dimostrato che oltre al cuore e la passione hanno tutte le carte in regola per giocare contro avversari più esperti; ogni anno sempre più vicini alla promozione, quest’anno mancata per un soffio, ma se continuano così, l’anno prossimo potrebbe essere quello della svolta.
Un primo tempo difficile, poca concentrazione e un po’ di errori nelle fila miranesi, il Ferrara ne approfitta, due mete dei padroni di casa nel primo quarto d’ora, ma non trasformate. Al 30’ Busetto si avvicina alla meta, ma decide all’ultimo di passare al più veloce Campagnaro St. in modo che possa segnare in mezzo ai pali. Alla fine del primo tempo i padroni di casa si affacciano nuovamente minacciosi nei ventidue del Mirano, ma Campagnaro Stefano mette il turbo e sfreccia con la palla per oltre 60 metri prima di venire buttato a terra. Seguono alcune azioni concitate, Gianesini corre veloce verso la meta senza però raggiungerla, Vassallo completa l’azione capitalizzando in mezzo ai pali. Il primo tempo si conclude 10 a 14.
Il secondo tempo inizia subito col Mirano in attacco che vede Campagnaro Stefano concretizzare la sua seconda meta della giornata. I padroni di casa non mollano e continuano ad attaccare con tutte le energie. Durante una mischia a 5 metri dalla linea di meta del mirano i ragazzi del CUS riescono a rubare la palla e segnano la loro terza ed ultima meta in serie B.
Seguono fasi molto combattute, ma il XV di Volpato e Frasson sembra aver ritrovato il proprio ritmo, a tratti messi comunque il difficoltà dai padroni di casa. Al 28’ minuto del secondo tempo Vassallo concretizza la quarta meta miranese valevole per il punto di bonus. Ma non è ancora finita, al 38’ arriva finalmente la tanto desiderata meta di Maso che consolida il titolo di METAMEN del girone 3 della serie B stagione 2015/206.
La partita si chiude quindi 17 a 33.
Questo il commento rubato a caldo a Marco Conte: oggi per lui l’ultima partita per sopraggiunto limite d’età. “Non siamo arrivati con lo spirito giusto, abbiamo sottovalutato l’impegno necessario e commesso tanti errori soffrendo quindi più del dovuto, soprattutto nel primo tempo. Ma poi abbiamo dimostrato che con un minimo di concentrazione e determinazione potevamo dare una svolta alla partita in nostro favore, e così è stato. Il Ferrara ha dato prova di carattere affrontandoci a viso aperto e anche fisicamente. Purtroppo la vittoria alla fine non è servita per realizzare il nostro sogno, speriamo che queste siano le basi per un buon inizio di campionato a ottobre. Ringrazio tutti, allenatori, dirigenti, società e tutti i compagni di squadra per l’esperienza e la possibilità che mi è stata data di far parte di questo fantastico gruppo.”

CUS Ferrara Rugby ASD: Pesaro, Bondoni, Cavalieri, Trivilino, Ravanini, Lunardon, Rossi, Ippolito, Fogagnolo, Leccioli, Brunelli (18’st Cestari), Raboni, Tenani (2’st. Fantini) , Rimessi, Pasa. A disposizione: Iacubitichii, Villoresi
All. Marzanati Massimiliano.
Rugby Mirano 1957 ASD: Campagnaro St., Maso, Vassallo, Busseto, Berto, Bonaldo (20’st Masaro), Mion (13’st Salvia), Masala (1’st Negrato), Frighetto (31’pt. Maguolo), Ardolino, Zabbeo (31’st Conte), Compagno, Tonellotto (Cap.) (30’st Mason), Gianesini (V. Cap.), Lerose (13’st Meggetto).
All. Volpato Nicola e Frasson Daniele.
Arbitro: Sig. Leonardo Masini
Marcatori: PT: 12’ m Lunardon (5-0), 16’ m Brunelli (10-0), 31’ m Campagnaro St. tr Bonaldo (10-7), 41’ m Vassallo tr Bonaldo (10-14) ST: 1’ m Vassallo tr Bonaldo (10-21), 11’ m Trivilino tr Lunardon (17-21), 28’ m Vassallo (17-26), 37’ m Maso tr Masaro (17-33)
Note: gialli: 19’ st Zabbeo (M), 36’st Raboni (F)
Primo Tempo: 10-14. Punti in classifica: 0-5
Serie B – Girone 3 – XX giornata – domenica 8 maggio 2016 ore 15.30:

Ferrara Rugby ASD – Rugby Mirano 1957: 17-33
Amatori Rugby Badia – Bassa Bresciana Leno:39-24
Grifoni Rugby Oderzo – Rugby Silea:8-12
Rugby Petrarca – Rubano Rugby:24-44
Coenergia Caimani Rugby ASD – Rugby Villadose:10-13
Villorba Rugby – CUS Padova ASD: 29-15

Classifica: Badia punti 94, Rubano punti 90, Mirano punti 86, Petrarca punti 75, Villorba punti 65, Oderzo punti 62, Silea punti 51, Padova punti 43, Caimani punti 38, Villadose punti 24, Bassa Bresciana punti 20, Ferrara punti 8.

I risultati delle altre squadre:
Under 18:
Rugby Mirano 1957 ASD – Rugby Altovicentino: 38-12

Femminile Seniores Coppa Italia:
Rugby Mirano 1957 ASD, Verona Rugby Ragazze, Rugby Vicenza ASD, Montebelluna Rugby 197, ASD Villorba Rugby, New Ascaro Rovigo ASD, ASD Rugby Trento, Lagaria Rugby Rovereto, Rugby Benacense

Under 14:
Rugby Mirano 1957 ASD – Rugby Altovicentino: 78-0

Under 12, 10, 8:
Concentramento con Rosolina Rugby, Villadose Rugby Junior, Roccia Santo Stefano Rugby, Rugby Mirano 1957 ASD

Under 6:
Festival U6 – Maser (TV)

unnamed-340

 
 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: