Lions Amaranto: i risultati delle giovanili

UNDER 14 

Eccellente il settimo posto ottenuto dall’under 14 dei Lions Amaranto Livorno nella 29° edizione del prestigioso torneo Memorial Amatori Parma, svoltosi in questo caldo secondo fine settimana del mese di aprile nello splendido scenario degli impianti della ‘Cittadella del Rugby’ di Moletolo (Parma). I ragazzi (nati negli anni 2003 e 2004) allenati da Emanuele Bertolini e Davide Mantovani sono stati bravissimi nell’interpretazione del gioco, ma soprattutto nel comportamento: per loro mai un richiamo per scorrettezze, con quei pochi calci fischiati contro dovuti alla pressione eccessiva portata intorno al raggruppamento. All’evento hanno partecipato tutte le migliori squadre italiane. I labronici, nella giornata di sabato, sono arrivati primi nel girone eliminatorio a pari merito con i padroni di casa degli Amatori Parma e solo per differenza mete (una meta in meno) sono passati alla fase successiva come secondi. Nella prima parte del trofeo, in successione, vittoria sul Cernusco 5-0, sconfitta 0-10 con l’Amatori Parma e successo 22-5 sul Napoli. Poi, forse perché stanchi o scarichi mentalmente per la delusione di non aver conquistato la prima posizione nel girone, la gara di semifinale per l’accesso alla finale per il quinto posto con il Terni è stata persa 7-12: decisiva un’assurda disattenzione difensiva. Il giorno dopo, all’interno della spettacolare cornice dello stadio ‘Lanfranchi ‘ (l’impianto di casa delle Zebre), i Leoni Amaranto hanno affrontato, nella finale per la settima posizione, la Roma Olimpica, squadra dai mezzi fisici notevolissimi. I terribili Leoni non si sono però impressionati e interpretando alla perfezione il ruolo di Davide contro Golia, hanno provato a sovvertire il pronostico. I labronici, fin dai primi minuti, hanno placcano tutto: 7-7 al giro di boa del confronto. Poi i Leoni hanno ingranato le marce alte e nel finale hanno confezionato azioni veloci e precise che hanno permesso di siglare le tre mete (a bersaglio Madrigali, Paolini e Uccetta) dell’allungo decisivo e del rotondo 24-7 conclusivo. Gli amaranto grandi protagonisti al torneo Memorial Amatori Parma: Leonardo Castelli, Stefano Madrigali, Filippo Paolini, Febo Vodicer, Mattia Lo Coco, Aldo Brondi, Diego Biagi, Thomas Chelli, Giacomo Marchi, Cristiano Lunardi, Lorenzo Pannocchia, Giulio Tedeschi, Matteo Mazzi, Matteo Capobianchi, Leo Persiani, Giorgio Ferra, Gabriele Uccetta, Andrea Dalla Valle, Andrea Lentini.

UNDER 12 

Un’indimenticabile esperienza di vita e di sport. Un’esperienza che, sul piano tecnico, serve mille volte di più rispetto a ‘morbide’ partite giocate nei vari concentramenti effettuati, in giro per la Toscana, contro squadre di seconda fascia. I Lions Amaranto Livorno under 12, nella 29° edizione del prestigioso trofeo Memorial Amatori Parma, svoltosi in questa calda seconda domenica del mese di aprile, nello splendido scenario degli impianti di Moletolo (a Parma appunto), hanno potuto confrontarsi con formazioni di grido provenienti da ogni regione d’Italia. Al via dell’evento, nella categoria under 12 (riservata cioè a giovanissimi giocatori nati negli anni 2005 e 2006), ben 31 squadre, tra le migliori in ambito nazionale. Gli amaranto guidati dagli allenatori-educatori Alessandro Brondi e Alessandro Landi non si sono mai risparmiati, lottando con rara determinazione anche al cospetto di avversari oggettivamente più forti. Sette le partite giocate da ogni formazione: ciascuna gara è durata 10 minuti. L’esperienza di vita e di sport in terra emiliana è iniziata dai ‘leoncini’ nella giornata di sabato: tutti i 19 atleti a disposizione hanno alloggiato in un hotel alle porte di Parma. Nella serata di sabato, nella hall dell’albergo, spazio alla simbolica consegna delle maglie agli atleti: un rito proprio di tutte le squadre di rugby (incluse le ‘big’ internazionali). Poi, nella mattinata di domenica, il via alla parte agonistica. Nel proprio girone (di ferro), la formazione livornese ha, in rapida successione, perso 2-4 (ogni meta un punto) con il Viterbo, 1-4 con il Varese, 0-8 con la Lazio e pareggiato 1-1 in rimonta con il Cus Torino. Gli amaranto hanno chiuso al quinto posto il raggruppamento e, dopo il meritato ristoro, hanno affrontato il Cus Pavia (che si è imposto 6-0) ed i Pellerossa Noceto (che hanno vinto 4-2). Nella finale per il 29° posto, rotondo e significativo il successo, 3-0, colto dai livornesi sugli aquilani dell’Experience School ‘2’. Gli sforzi effettuati da tutte le componenti (adulti al seguito compresi) hanno permesso di vivere una domenica di vero rugby. E’ stato un torneo utilissimo per crescere e migliorare e per comprendere fino in fondo i valori propri della palla ovale. Per diventare rugbisti veri sono molto più utili certe sconfitte contro squadre di spessore che non ‘scorpacciate’ di mete contro compagini alle prime armi… In rigoroso ordine alfabetico, questi i 19 atleti labronici ruotati da Landi e Brondi in terra ducale: Giacomo Autorino, Leonardo Bacci, Nico Bernini, Giacomo Contini, Simone Del Mazza, Niccolò Falleni, Lorenzo Fappiano, Federico Funghi, Lorenzo Giorgi, Andrea Libero Michelucci, Riccardo Pellegrini, Alberto Poli, Lorenzo Porciello, Nico Quercioli, Brian Santana, David Santiago Spagnoli, Omar Spagnoli, Edoardo Tonarini, Luca Zampini.

 

Tags: , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: