Lions Amaranto Livorno perdono in casa contro i Medicei

LIONS AMARANTO LIVORNO – TOSCANA AEROPORTI I MEDICEI FIRENZE ‘B 29-34
LIONS AMARANTO LIVORNO: Di Martino; Bianchini, Novi, Esposito (18′ pt Santoni) (30′ pt Pulaha), Gregori; Gaggini, Magni; Scardino (cap.) (22′ st Banchieri), Cortesi, Sarno; Favati, Ciandri; Vitali, Giusti, Filippi (39’ st Gragnani). A disp.: Siviero, Masciullo, Spinosa. All.: Marco Milianti.
TOSCANA AEROPORTI I MEDICEI FIRENZE ‘B’: Logi (26′ st Beretta); Comizzoli, Marucelli (dal 18′ pt al 23′ pt Di Francesco) (27′ pt Di Francesco), Petrangeli, Guariento; Nava (cap.), Cintelli (1′ st Elegi); Burattin, Cini, Michelagnoli; Calabrese (29′ st Massimo), Biagini; Chiostrini (23′ st Bartolini), Kapaj (38′ pt Piccioli), Manigrasso (23′ st Panerai). All.: Daniel Lo Valvo.
ARBITRO: Lucio Lasagni di Arezzo.
MARCATORI: nel pt (14-19) 7′ cp Petrangeli, 9′ e 13′ m. Giusti tr. Magni, 21′ e 33′ cp Petrangeli, 37′ m. Calabrese tr. Petrangeli, 40′ cp Petrangeli; nel st 3′ cp Petrangeli, 17′ m. tecnica mischia Lions tr. Magni, 24′ m. Di Francesco tr. Petrangeli, 35′ cp Magni, 37′ m. Di Martino, 45′ m. Guariento.
NOTE: espulsioni temporanee per Biagini (11′ st), Giusti (27′ st) e Massimo (35′ st). In classifica 2 punti per i Lions (che hanno perso con un margine inferiore alle otto lunghezze ed hanno colto il bonus-attacco, per le quattro mete realizzate) e 4 per I Medicei (che hanno vinto e non si sono assicurati il bonus-attacco; tre le mete realizzate).
LIVORNO. Una girandola di forti emozioni per due squadre che hanno nuovamente dimostrato come questo campionato di C1 sia per loro decisamente stretto. Il problema è che solo la prima di questo girone (livellato verso l’alto) festeggerà l’accesso agli spareggi promozione. Tutte le altre dovranno rinviare a data da destinarsi i propri sogni di gloria. Sul campo amico ‘Maneo’, i Lions Amaranto Livorno hanno perso, 29-34, contro i cadetti della Toscana Aeroporti I Medicei Firenze, la compagine da molti addetti ai lavori considerata la più forte e completa del raggruppamento. L’incontro si è deciso a tempo abbondantemente scaduto. Sul punteggio di parità, 29-29, i Lions, già certi del bonus-attacco e con l’uomo in più, conquistano una punizione nella zona di metà campo. Avrebbero la possibilità di guadagnare terreno e provare (magari solo dalla piazzola) l’acuto del successo. Ingenuamente, gli amaranto protestano e reagiscono per l’irregolarità subìta. L’arbitro rovescia la punizione. I fiorentini ne approfittano, si gettano in attacco e all’ultimo secondo siglano con l’ala Guariento la meta del definitivo 29-34. I livornesi si devono accontentare di due punti in classifica (doppio bonus) e dei complimenti per la grande gara disputata. Partita equilibrata, caratterizzata da continui break e controbreak. Ospiti in vantaggio con un penalty dell’implacabile cecchino Petrangeli (0-3 al 7′). Superba la reazione dei padroni di casa. I Lions, con due mete in fotocopia (touche in attacco, palla arpionata da Favati, rolling maul e marcature di prepotenza del valido tallonatore Giusti), entrambe trasformate dal mediano Magni, si issano sul massimo vantaggio interno (14-3 al 13′). I Medicei non perdono la bussola e con tre piazzati di Petrangeli e con la meta (trasformata) di Calabrese rispondono presente e chiudono il primo tempo in vantaggio 14-19. Nella ripresa (3′) Petrangeli, ancora dalla piazzola, porta i suoi sul 14-22. Il pacchetto livornese è ispirato. L’assalto in una mischia a cinque costringe al fallo gli antagonisti. Meta tecnica trasformata da Magni: 21-22 al 17′. La meta di Di Francesco, trasformata da Petrangeli (22-29 al 24′) non manda al tappeto i Leoni. Gli amaranto riducono il disavanzo con il piazzato di Magni (25-29 al 35′) e pareggiano i conti con la meta-bonus di Di Martino (37′) abile a recuperare nella fatal area avversaria un proprio profondo calcio. Dall’angolo sinistro, Magni colpisce il palo nel tentativo di trasformazione: 29-29. Ultimi minuti in apnea. I fiorentini mantengono il sangue freddo e, pur in 14, trovano la meta del prezioso successo: 29-34. La sensazione è che la battaglia per il primo posto non si sia conclusa in questa nuvolosa domenica d’autunno.. Sugli altri campi della C1, girone F, poule 1 (4° giornata), successo con bonus dei Cavalieri Prato/Sesto cadetti (20-14) in casa con il Piombino e vittoria interna senza bonus del Cus Siena sull’Elba (25-0). La classifica (fra parentesi le partite giocate): Cavalieri Prato/Sesto cad. 15 (3); Cus Siena 12 (3); Firenze cad. 9 (2); Piombino* 7 (4); Lions Amaranto Livorno 6 (3); Cus Pisa 4 (3); Cecina 1 (3); Elba 0 (3). Domenica prossima, nella quinta giornata, riposo per i Lions.

untitled

 

 

 

Tags: , , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: