Livorno gioca domenica sul campo del Romagna

La splendida vittoria ottenuta domenica scorsa in casa contro la ‘big’ Reno Bologna ha permesso al Livorno Rugby di fare il pieno di ottimismo e fiducia e di scavare un significativo solco sulla zona retrocessione. Ripetendosi sugli stessi alti livelli espressi contro i felsinei, è possibile cogliere altre affermazioni e raggiungere la ‘meta’ salvezza senza grossissimi affanni. Per mille motivi, sarebbe importante raccogliere qualche punto anche questa domenica a Cesena, contro il Romagna, nel match valido per la nona giornata di serie B, girone 2. L’incontro, che inizierà alle 14,30 e sarà arbitrato da Gianluca Gnecchi (per lui primo ‘incrocio’ con i biancoverdi), si presenta duro e difficile. E’ l’ultima partita del 2016, ma – per fortuna – non rappresenta per gli ospiti l’ultima spiaggia. Classifica alla mano, saranno molto più delicate le ultime due partite del girone d’andata (le prime due del 2017) in agenda l’8 e il 15 gennaio in casa con il fanalino di coda Vasari Arezzo e in trasferta con la Florentia (settima e attualmente con un discreto margine sulla penultima). A Cesena, il tecnico labronico Igli Borsato dovrà ancora una volta fare i conti con tante assenze. Negli ultimi giorni sono usciti dall’infermeria, dopo i rispettivi lunghi malanni, Stiaffini e Iegre: concrete le speranze di vederli a referto. Il Romagna occupa la sesta piazza con 24 punti all’attivo, accusa 8 lunghezze in meno rispetto alla seconda (le prime due accedono ai playoff promozione) e vanta 18 punti in più rispetto alla penultima (retrocedono in C le ultime due). E’ una buona squadra, con i mezzi per restare nella zona di medio-alta classifica ed è destinata a mantenere a debita distanza la zona che scotta. La sensazione, tuttavia, è che abbia qualcosa in meno rispetto alle primissime. Il Romagna, che ha un ruolino di 5 vittorie e 3 sconfitte, ha, fra le prime sei in graduatoria, il peggior attacco (179 punti messi a segno) e la peggior difesa (183 i punti incassati). Nella poule promozione dello scorso anno vinse in casa (di misura, in extremis) contro il Livorno Rugby, per poi perdere (era l’ultima giornata) al ‘Montano’. Ricapitoliamo: il Romagna vanta 13 punti in più dei labronici ed è perso finora cinico e pratico. Ha una discreta mischia, più pesante rispetto a quella dei labronici, ma non è certo una formazione di fenomeni. Se i biancoverdi giocano con la stessa intensità della prova fornita con il Reno (che è più forte del Romagna), possono puntare al blitz. Se proprio non si riuscisse ad ottenere il primo successo esterno del campionato, sarebbe comunque importante strappare qualche punticino: finora in tre occasioni, pur perdendo, Giglioli e compagni hanno limitato i danni ed hanno colto il punto relativo allo scarto inferiore alle otto lunghezze. Per ottenere la salvezza, vanno curati anche i minimi particolari. La situazione nella parte bassa della classifica: Florentia 16 p.; Amatori Parma 15; Livorno 11; Jesi 10; Viterbo 6; Vasari Arezzo 4. In questa domenica, si giocano anche Reno-Modena, Viterbo-Am. Parma, Arezzo-Bologna’28, Florentia-Cus Perugia e Parma’31-Jesi.

unnamed-10

 

Tags: , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: