Mirano conferma il secondo posto in classifica

Uno dei derby più sentiti, da sempre molto combattuto e difficile; nonostante l’indiscussa vittoria del Mirano lo scontro in mezzo al campo è stato decisamente impegnativo e non privo di momenti difficili per i bianconeri del duo Volpato-Frasson.
Un avvio tutto in attacco, quasi a voler far capire subito che piega avrebbe preso la partita, il Cus pasticcia con la palla e Mirano non si lascia scappare l’occasione di capitalizzare la prima meta dopo solo due minuti di gioco.
I Cussini non si lasciano tuttavia intimorire e rispondono prontamente portando il gioco in prossimità dei 22 del Mirano; ben due le occasioni per portare punti ai padroni di casa, ma il piede di Simioni riesce a centrare i pali solo una volta. La superiorità della mischia miranese è palese, a cinque metri dalla linea di meta travolgono il Cus che commette fallo e l’arbitro assegna la prima meta tecnica. Altre due occasioni per Simioni per segnare punti, ma anche questa volta riesce a centrare i pali solo una volta. Al 30’ minuto sembra di avere un flash back, meta ai 5 metri per il Mirano, fallo dei padovani, meta tecnica trasformata da Masaro. Seguono momenti concitati, i padroni di casa tentano di sfondare la difesa miranese, ma non c’è nulla da fare, al 36’ Masaro centra i pali su calcio di punizione e si conclude il primo tempo: Cus Padova 6 – Mirano 22
Poco parole del coach Volpato per correggere alcuni errori commessi durante il primo tempo e subito si torna in campo alla ricerca della meta che vale il bonus. Il buon gioco di squadra e l’esperienza di Negrato dopo 17 minuti fanno raggiungere l’obbiettivo della giornata, anche per questa domenica i bianco-neri portano a casa cinque preziosissimi punti. Girandola di cambi per entrambe le compagini, il Cus attacca con rinnovato vigore e riesce mettere in difficoltà i bianco-neri che comunque non intendono lasciare vita facile ai padroni di casa. Al 33’minuto il Cus Padova approfitta di un drive avanzante e della superiorità numerica dopo il giallo inflitto ad Ardolino, Pettenello realizza così l’unica meta Padovana della giornata, trasformata da Decina. Gli ultimi minuti di gioco sono fondamentalmente caratterizzati dall’attacco dei cussini che provano in tutti i modi a segnare un’altra meta, ma la difesa del Mirano non si lascia penetrare e mantiene inviolata la propria linea di meta. Al 40’ minuto all’arbitro non resta che fischiare la fine: Cus Padova 13 – Mirano 27.
Questo il commento rubato al pilone sinistro Lerose ”Vincere oggi era d’obbligo, questi cinque punti sono fondamentali per continuare il percorso intrapreso fino ad oggi. Abbiamo ritrovato la verve e l’entusiasmo, ma bisogna continuare a lavorare sodo e con serenità, consapevoli dei nostri mezzi. Sicuramente dobbiamo lavorare un po’ di più sulle touches e sul possesso di palla sulla ruck; in certi momenti oggi abbiamo subito, ma abbiamo anche mantenuto l’ordine e il nostro gioco, così facendo siamo riusciti a vincere. Il CUS è una squadra dinamica e piena di giovani come noi, ma noi possiamo contare su alcuni giocatori d’esperienza e sulla buona intesa che abbiamo trovato in campo”

Domenica prossima tutti fermi per la Pasqua, per poi riprendere il 3 aprile per l’attesissimo e difficile match in casa contro il Rubano
Rugby Mirano 1957 ASD: Campagnaro St., Berto, Lunanova, Salvia, Maso, Masaro (19’st Bonaldo), Tomaello (6’st Mion ), Negrato, Cipoiesu (20’ pt Frighetto), Ardolino, Maguolo, Compagno, Tonellotto (Cap) (25’st Mason), Gianesini (V.Cap)(19’st Masala), Lerose (25’st Menin), a disposizione: Tobio
All. Volpato Nicola e Frasson Daniele.
CUS Padova ASD: Decina, Simioni (21’ Giudicianni), Cagnin, Frezza (35’pt Scalletaris), Pietrantoni (CAP), Torresan P., Gasparello (21’st Scagnolari), Torresan (12’st Bagagiolo) L., Frare (4’st Bandini), Pugin, Gesuato, Pettenello (37’ Vertuani), Canova, Di Lorenzo (V.Cap), Di Bella.A disposizione: Eugenio,
All. Collodo e Zago
Arbitro: Sig. Alex Frasson
Marcatori: PT:2’ m Maso (0-5), 9’ cp Simioni (3-5), 14’ m tecnica tr Masaro (3-12), 21’ cp Simioni (6-12), 30’ m tecnica tr Masaro (6-19), 36’ cp Masaro (6-22) ST: 17’ m Negrato (6-27), 33’ m Pettenello tr Decina (13-27)
Note: gialli: 30’ pt Pietrantoni (CUS), 39’pt Gianesini (M), 32’st Ardolino (M)
Primo Tempo: 6-22 Punti in classifica: 0-5.

Serie B – Girone 3 – XVI giornata – domenica 20 marzo 2016 ore 14.30:
CUS Padova ASD – Rugby Mirano 1957: 13-27
Rugby Villadose – Bassa Bresciana Leno: 3-22
Rubano Rugby – Rugby Silea: 12-9
Grifoni Rugby Oderzo – Rugby Petrarca: 27-27
Caimani Rugby ASD – Amatori Rugby Badia: 9-40
Villorba Rugby – Ferrara R. ASD: 44-0

Classifica: Badia punti 70, Mirano punti 65, Rubano punti 61, Petrarca punti 58, Oderzo punti 46, Villorba punti 45, Silea punti 35, Padova punti 32, Caimani punti 21, Villadose punti 15, Bassa Bresciana punti 14, Ferrara punti 8

Prossimo turno, domenica 3 aprile ore 15:30
Rugby Mirano 1957 – Rubano Rugby
Bassa Bresciana Leno – Villorba Rugby
Rugby Silea – Caimani Rugby ASD
Ferrara R. ASD – Rugby Petrarca
Amatori Rugby Badia – Grifoni Rugby Oderzo
CUS Padova ASD – Rugby Villadose

I risultati delle altre squadre:
Under 18:
Rugby Mirano 1957 ASD – Rugby Casale: 34-0

Femminile Seniores – Coppa Italia:
Mirano-Montebelluna: 10-0
Mirano-Torelli Sudati:10-0
Mirano-Trento:7-0
Finale:
Mirano-Verona:0-5

Under 16 Squadra 1:
Rugby Vicenza ASD – Rugby Mirano 1957 ASD/1:8-34

Under 16 Squadra 2:
Rugby Mirano 1957 ASD/2 – Checco L’ovetto

Under 12, 10, 8:
Amatori Rugby Vicenza, Rugby Mirano 1957 ASD, Rugby Altovicentino, West Verona, Union Vicenza BPVi

Under 6:
Festival U6

unnamed-75

 
 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: