Presentata la tappa del Super Challenge Under 14, in programma domenica al centro sportivo Albonico

foto di Mario Sofia

foto di Mario Sofia

Questa mattina, al centro sportivo Angelo Albonico di Grugliasco, casa del CUS Ad Maiora Rugby 1951, è stata presentata la tappa del “Super Challenge Under 14”, che sarà intitolata alla memoria di Massimo “Max” Spagnoli e si disputerà domenica nella stessa sede (ingresso libero). Si tratta della più importante manifestazione della categoria, alla quale parteciperanno dodici delle migliori squadre del panorama nazionale, compreso il CUS. Alla conferenza stampa sono intervenuti il sindaco di Grugliasco Roberto Montà, il presidente del Comitato Regionale della Fir Giorgio Zublena e il presidente del CUS Torino Riccardo D’Elicio, moderati da Marco Pastore, responsabile della sezione rugby del CUS Torino. Presenti anche, in rappresentanza del Comune di Grugliasco, Monica Ortale dell’ufficio sport e Fabrizio Pasquino dell’ufficio stampa, il direttore tecnico del CUS Ad Maiora Rugby 1951 Lucas D’Angelo, il tecnico dell’Under 18 Roberto Marchiori, l’head coach dell’Under 14 Vittorino Tosatto e alcuni dirigenti della categoria.

«Il Super Challenge – ha spiegato Pastore – è un circuito a tappe che coinvolge le più forti squadre d’Italia. Negli scorsi anni abbiamo iniziato a partecipare ad alcune gare e i risultati sono stati in crescita continua, tanto è vero che nella stagione passata ci siamo piazzati secondi nella tappa di Rovato e quinti in quella di Roma. Abbiamo dunque chiesto di poter organizzare una tappa e ci è stata concessa questa possibilità, che cercheremo di onorare al meglio. A questo proposito desidero ringraziare tutti gli uffici comunali di Grugliasco, che si sono mobilitati per aiutarci in questo compito. Alcune delle squadre saranno a Torino già sabato e per esempio gli atleti della Capitolina saranno accolti nelle case dei nostri ragazzi, all’interno di un progetto di scambio di ospitalità. La sera arriveranno anche altre compagini, come Villorba e il Petrarca Padova, e organizzeremo una cena qui al campo. Speriamo poi che la domenica un folto pubblico accompagni questa bellissima manifestazione, che sarà dedicata all’amico Massimo Spagnoli, atleta e allenatore del CUS Torino e del San Mauro, che ci ha lasciati prematuramente tre anni fa. Per il terzo tempo, grazie alla RO.AN Srl di Torino (www.santandreatorino.it), siamo entrati in contatto con un consorzio di aziende di Norcia, colpite dal terremoto, e abbiamo acquistato la “culaccia”, la parte migliore del prosciutto, che serviremo ai nostri ragazzi, contribuendo in tal modo a dare il nostro sostegno a una realtà in difficoltà».

La parola è poi passata al sindaco Montà:«È significativo che questo appuntamento si tenga in questo luogo, che credo abbia tutte le potenzialità per diventare una sede importante per educare e far crescere i ragazzi attraverso il rugby. È anche rilevante che il Super Challenge venga svolto vicino a un polo scolastico che raggruppa gli Istituti d’Istruzione Superiore Elio Vittorini e Marie Curie e ospita oltre 1.500 studenti. La scuola ha un rapporto fondamentale con lo sport. Grugliasco è città universitaria e con il polo scientifico non commetteremo gli errori precedenti e cercheremo di far sì che lo sport sia parte integrante della formazione universitaria. Se abbiamo questo obiettivo alto, perché lo associamo al benessere e allo star bene dei nostri giovani, è fondamentale che il percorso parta dai livelli d’istruzione inferiori. Questo è il lavoro che dobbiamo fare, e lo dico anche in qualità di consigliere metropolitano, a partire dalla capacità del CUS Torino di attrarre eventi sportivi di rilevanza nazionale e internazionale e di formare centinaia di giovani. Considero il Super Challenge come la rappresentazione di ciò che questo impianto potrà essere sempre, se le istituzioni in modo lungimirante asseconderanno l’obiettivo, ovvero un Campus in cui gli studenti che vengono a scuola tutti i giorni possano avere l’opportunità di praticare sport, a 500 metri dalla fermata del sistema ferroviario di prossima realizzazione. La collocazione geografica si affianca al background in termini di qualità della formazione e di associazione fra i valori dello sport e la pratica agonistica, di cui il CUS è storicamente portatore sano. La manifestazione di domenica deve essere il segno di ciò che dobbiamo impegnarci a fare».

Il presidente Zublena ha sottolineato «il percorso molto interessante che sta portando avanti quest’anno il CUS Ad Maiora, che ha una squadra femminile in serie A e una maschile in B. La ciliegina sulla torta è questa Under 14, che ha capito l’importanza di uscire dai confini regionali e di aprirsi al confronto con la migliori realtà rugbystiche nazionali, passaggio fondamentale per crescere. Essere fra le 12 squadre più forti che partecipano al Super Challenge deve essere motivo d’orgoglio per tutta la palla ovale piemontese. Auguro a tutti un buon torneo e sono sicuro che lo spettacolo non mancherà».

L’ultimo intervento è stato del presidente D’Elicio:«Devo dire grazie alla squadra CUS Torino, che rappresento, per il lavoro che porta avanti. Ospitare una tappa del Super Challenge ci consente di mettere la nostra città al centro di un sistema rugbystico giovanile di grande rilievo. Nel giro al massimo di una decina d’anni alcuni dei ragazzi che saranno domenica a Grugliasco giocheranno a livelli altissimi. Anche sotto il profilo tecnico questa gara di Super Challenge sarà veramente eccezionale. D’altro canto noi abbiamo il dovere d’investire sulla formazione degli allenatori e mi auguro che i coach delle varie squadre si confrontino e si raccontino le loro esperienze. In tal modo questa sarà una possibilità di crescita per i nostri tecnici. Qui al CUS il futuro può veramente essere roseo, perché abbiamo tre campi, una club-house e con il sindaco Montà si era anche ventilata la possibilità di creare una sorta di foresteria. Il progetto c’è e bisognerà vedere di concretizzarlo. Grugliasco è città a grande vocazione universitaria e nel prossimo raddoppio del polo ci sarà sicuramente un impianto sportivo, che è elemento fondamentale di un’università moderna. È straordinario pensare di avere qui a fianco un istituto con 1.500 studenti e il suo dirigente scolastico Gian Michele Cavallo ci ha messo a disposizione gli spogliatoi per aiutarci a svolgere il torneo. Il CUS ha offerto alla scuola due lezioni gratuite di rugby a tutte le classi e questo potrebbe far aumentare il numero dei ragazzi che sposerà il rugby, innanzi tutto come formazione. Speriamo poi che i nostri tecnici riescano a forgiare dei buoni atleti».

Il direttore tecnico del CUS Ad Maiora Rugby 1951 Lucas D’Angelo si è soffermato in chiusura sull’importanza di un’esperienza del genere per gli atleti biancobù:«La partecipazione a una manifestazione così prestigiosa è per noi una fantastica chance di confronto con le principali società al di fuori della nostra Regione, per capire quale sia il nostro livello di formazione. Impariamo noi tecnici e imparano i nostri ragazzi a essere umili, a lottare sempre e a non mollare mai in tutte le partite, cercando di alzare il livello della difficoltà. Con Roberto Marchiori in Argentina abbiamo spesso vissuto l’esperienza dello scambio di ospitalità. È stata una parte importante della nostra formazione umana, che ha consentito anche la nascita di belle amicizie e ci ha aiutato a essere più indipendenti fin da giovani».

L’Under 14 cussina è guidata da Vittorino Tosatto, coadiuvato da Sergiu Ursache e Paolo Martina, atleti della prima squadra. «Mi aspetto un piazzamento fra le prime quattro» ha affermato Tosatto. A proposito della compagine senior, è stata precettata e collaborerà alla buona riuscita dell’evento.

I 12 team saranno suddivisi in quattro gironi:

Girone A: Villorba Rugby, CUS Torino, Rugby Rho

Girone B: UR Capitolina, Amatori Union Milano, Rugby Cogoleto

Girone C: Petrarca Padova, Junior Rugby Brescia, Rugby Varese

Girone D: AS Rugby Milano, CUS Genova Rugby, Colorno Rugby.

Si giocherà su due campi e le partite inizieranno alle ore 9, con la finale per il primo e il secondo posto in programma alle 15,30.

Nel fine settimana saranno impegnate altre due compagini cussine: l’Under 16 Elite alle ore 18,30 di sabato farà visita al Calvisano e la femminile domenica alle 14,30 sarà in trasferta a Villorba.

Addetto stampa sezione RUGBY:
Roberto Levi
(+39) 347 – 1105647
http://www.custorino.it/RugbyCusTorino/home.aspx
www.admaiorarugby.it – comunicazione.rugby@custorino.it
Ufficio stampa CUS Torino

 

Tags: ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: