PWC’s Rugby Monza 1949 vs Zaccanti Rugby Bologna, semifinale inedita

Ci siamo, anche quest’anno siamo in semifinale. Affronteremo una squadra mai incontrata prima, in una semifinale inedita. Il movimento del rugby femminile sta cambiando e sta crescendo. Per la prima volta la squadra di Bologna accede ai play off con una strepitosa vittoria contro il Treviso, una partita con il fiato sospeso, ripresa per i capelli con la meta del pareggio a tempo praticamente scaduto e poi la vittoria ai calci. Un traguardo storico per queste ragazze che hanno disputato un ottimo campionato e si presentano agguerrite e positive alla partita di andata di semifinale. Monza d’altra parte ha disputato una stagione quasi perfetta, una sola sconfitta contro il Riviera del Brenta che non è arrivata nemmeno ai playoff, e poi solo vittorie. Primato in classifica dalla prima giornata e consolidato nel corso della stagione. Quest’anno, oltre al gruppo dello scorso anno, si sono aggiunte ragazze nuove provenienti da Lecco, ed hanno esordito tre under 16 del vivaio monzese, diventate “grandi” e passate nella categoria seniores. Una squadra con tanti nuovi elementi, ma che sotto la guida di Alessandro Cuomo, ha confermato l’altissimo livello.

Dall’altra parte il Valsugana, detentore dello scudetto, affronta il Benevento. Fino a pochissimi anni fa, lo scudetto era solo affare veneto, con il Monza a dare fastidio. Poi la svolta è venuta con il primo scudetto proprio del Monza due anni fa, dopo 29 anni di dominio assoluto delle squadre venete. A distanza di due anni la geografia del rugby femminile è molto cambiata e non può che essere una buona notizia per tutto il movimento.

La formazione che scenderà in campo domenica a Bologna, fischio di inizio ore 15,30:

Virgili; Salerio, Bollini, Dell’Oca, Magatti (c); Trilli, Russo; Lisotti, Locatelli, Trentani, Elemi, Rimoldi, Bettolatti, Cammarano, Barazzetta (vc).
A disposizione: Ascione, Arpano, Di Toma, Pillotti, Barillari, Panizzuti, Severgnini, Allaria.
Allenatore: Alessandro Cuomo

Foto di Roberto Rollini.

Foto di Roberto Rollini.

 
 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: