Tris di squadre per Bologna 1928 e Castel San Pietro

Due squadre per il Rugby Bologna 1928 (campionati di B e C2) e una per Rugby Castel S. Pietro (C1). E’ questo il risultato dell’accordo tra le due Società in vista della prossima stagione sportiva.
Alla ripresa degli allenamenti, gli atleti delle due Società verranno visionati congiuntamente dai due allenatori, Gian Luca Ogier per il Bologna 1928 e Roberto Accorsi per il Castel San Pietro, al fine di selezionare le tre rose che andranno a comporre le squadre per la prossima stagione.

Ogni giocatore avrà così la possibilità di disputare il campionato più rispondente alle proprie capacità e alla propria disponibilità, consentendo a tutti di praticare con continuità, anche in campo, il gioco del rugby. Un’opportunità che vale sia per i tesserati delle due Società, sia per i tanti universitari-rugbisti che frequentano l’Ateneo bolognese e hanno la necessità di avere soluzioni diverse a disposizione.

“A Castello abbiamo diversi giovani di qualità – ha dichiarato il presidente del Castel San Pietro Andrea Nanni – che meritano di disputare un Campionato nazionale di livello e sono contento che lo possano fare con il Rugby Bologna 1928 in serie B. Allo stesso tempo, sono sicuro che diversi ragazzi che salgono dalle giovanili potranno fare esperienza in C1 con noi, per prepararsi anch’essi a esordire nella serie maggiore. Conosco Gian Luca (Ogier ndr) e lo stimo molto: sono sicuro che sarà una risorsa importante per tutti noi. Ho parlato con lui e con Roberto (Accorsi), chiedendo loro di lavorare come un’unica squadra, programmando assieme la stagione e favorendo gli allenamenti congiunti. A gennaio, con la riapertura delle liste, ci sarà comunque la possibilità di fare aggiustamenti, sempre nell’interesse comune delle due Società e soprattutto degli atleti.

“Sono felice per questa nuova e proficua collaborazione – ha commentato il presidente del Rugby Bologna 1928 Francesco Paolini – dopo la bella esperienza dell’Under 18 di qualche anno fa. Conosco Andrea Nanni e gli altri soci del Castel San Pietro e li ritengo dei veri rugbisti: un gruppo di amici che hanno come unico obiettivo quello di divertirsi e di far crescere i loro ragazzi. Le loro decisioni sono sempre state condivise e motivate. E’ uno stile manageriale diverso da altre realtà ma che il Rugby Bologna 1928 sente molto vicino e sono sicuro che l’accordo che abbiamo stretto porterà benefici ad entrambe le Società”.

bologna1928_castello-400x222

 
 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional