U18: il Colorno cade a Perugia

Non un buon inizio per l’Arca di Gualerzi che, nella prima giornata del Campionato Elite Under 18, cade sotto i colpi degli umbri per 41 a 5. Amareggiato l’head coach dei colornesi Marco Falzone: “E’stata una partita ricca di errori sia in fase di attacco che difesa. Abbiamo subito la compattezza dei nostri avversari anche se abbiamo fatto il loro gioco. Continueremo a lavorare sui fondamentali augurandoci di poter trovare la retta via nel corso del Campionato”.

L’Under 16 allenata da Fabrizio Nolli ha giocato un test amichevole a Viadana. Troppo forti i lombardi, ma la giornata di rugby è stata comunque utile ai giovani biancorossi. “Apprezzabile l’atteggiamento – ha dichiarato l’head coach Nolli – Fisicamente siamo risultati inferiori di parecchio, ce lo aspettavamo. Tuttavia non vi è stata una resa incondizionata, nel corso dei 60’ di partita i nostri ragazzi hanno saputo interpretare al meglio la sfida con grande sacrificio. Abbiamo sicuramente imparato qualcosa da questa partita. Dispiace per l’infortunio rimediato da un nostro atleta, punto di forza in prima linea. L’entità dell’infortunio è ancora da verificare, ci auguriamo possa tornare disponibile il prima possibile”.

Nel concentramento di Moletolo, l’Under 14 allenata da Paolo Bettati ha battuto con largo margine il Noceto e ha perso contro l’Amatori Parma. “Come prima uscita stagionale – fanno sapere dallo staff – si può dire che la prestazione è stata positiva. Con il Noceto abbiamo schierato una squadra esperta poi, com’è normale che sia in questa categoria, è iniziata la girandola dei cambi. Hanno giocato tutti i ragazzi, anche quelli alle prime armi. Siamo soddisfatti di ciò che si è visto in campo”. Domenica prossima la 14 sarà in campo a Piacenza contro la Rugby Parma 2.

IL TORNEO DEL RICCIO MEMORIAL CANTONI FA IL PIENO DI DIVERTIMENTO

Oltre 500 mini rugbisti delle Under 6, 8, 10 e 12 hanno preso d’assalto il centro sportivo di Via Gruppini a Sorbolo per l’undicesima edizione del Torneo dei Riccio, secondo Memorial Filippo Cantoni. La scelta degli organizzatori, tra cui spiccano i tecnici educatori del Rugby Colorno, è stata quella di cogliere la vera essenza dello sport ovale dove spirito di gruppo, sostegno e divertimento sono alla base di una filosofia di vita oltre che sportiva. Ecco perché non sono state stilate le classifiche alla fine della competizione, ma ad ogni squadra partecipante è stata consegnata una targa in ricordo della giornata. Ai cancelli di partenza il Rugby Colorno, che ha fatto gli onori di casa, il Parma, l’Amatori Parma, il Casalmaggiore, il Guastalla, il Viadana e il Piacenza. Al miglior giocatore di ogni categoria un gadget de “Il Sorriso che non si dimentica”, quel progetto della Onlus Sostegno Ovale nato in ricordo di Filippo Cantoni che mira, attraverso l’assegnazione annuale di tre borse di studio, a stimolare, incentivare e premiare le doti umane, sportive e scolastiche dei giovani. Stefano e Rosanna, genitori di “Pippo”, hanno premiato Federico Derossi, dell’Under 12 dell’Amatori Parma, Samuele Spanu, dell’Under 10 del Rugby Colorno, Morgana Aramini, dell’Under 8 de Piacenza, e Giovanni Volta dell’Under 6 della Rugby Parma. I premi sono stati consegnati anche da Cesare Cantoni, Antonello Livrieri e Pier Paolo Pelagatti, presidente del Rugby Sorbolo. “Il tempo ci ha assistito e la manifestazione è stata un successo – ha dichiarato Pelagatti – il segno che a Sorbolo il rugby sta diventando ormai un qualcosa di importante è tangibile. Mi ha fatto molto piacere vedere tantissimi bambini dell’Under 6, questo dimostra che il nostro sport ha attecchito anche tra i giovanissimi. Con grande emozione abbiamo ricordato Filippo Cantoni attraverso il bellissimo progetto de “Il Sorriso che non si dimentica”, l’impronta da lui lasciata nell’intero movimento è indelebile”.

dsc_0006-1024x400

 

Tags: , , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: