Battista, Lucchesi e Mori del Granducato Livorno Rugby selezionati per la “Francescato”

Figurano anche i nomi di Albert Einstein Batista, Gianmarco Lucchesi e Federico Mori nella lista dei trentasette atleti selezionati per l’Accademia Nazionale “Ivan Francescato” per la stagione 2018/2019. Batista, Lucchesi e Mori sono atleti del Granducato Livorno, classe 2000, da tempo nel giro delle nazionali giovanili.

Riservata a giovani promesse Under 19 e under 20, l’Accademia Nazionale intitolata a uno dei grandi Azzurri degli Anni ’90, prematuramente scomparso, avrà sede per la seconda stagione presso il Convitto Bonsignori “Padre Piamarta” di Remedello, in provincia di Brescia. In procinto di avviare la tredicesima stagione di attività, l’Accademia Nazionale Ivan Francescato costituisce una tappa cruciale del progetto tecnico federale, facendo confluire al proprio interno i migliori atleti di categoria provenienti dai quattro Centri di Formazione Permanente o dal percorso presso i propri Club di appartenenza.

Accompagnati nel proprio sviluppo umano e sportivo dai migliori professionisti del settore, con un occhio di riguardo alla componente scolastica in coerenza con la missione formativa volta a valorizzare l’uomo prima che il potenziale atleta di alto livello, tutti i trentasette atleti selezionati proseguiranno regolarmente il proprio percorso liceale o, nel caso degli atleti del secondo anno, universitario. L’Accademia Nazionale “Ivan Francescato” parteciperà, anche per la stagione 2018/19, al Campionato Italiano di Serie A.

Stephen Aboud, responsabile tecnico della formazione dei giocatori a livello giovanile, ha fatto il punto in vista dell’inizio della prossima stagione: “L’Accademia sviluppa ogni qualità individuale dell’atleta (aspetti legati alla forma fisica, medici, tecnici e il modo di vivere) e provvede a mettere in pratica tutte le competenze acquisite dai giocatori, procedimenti che sono parte integrante della crescita dell’atleta, soprattutto per gli Under 19 che nell’immediato futuro potrebbero avere una chance nel campionato di Eccellenza.

Quest’anno i risultati della Nazionale Italiana Under 20 hanno dato un maggiore impatto al lavoro svolto durante l’anno dai singoli atleti. Uno degli aspetti principali dell’Accademia è trovare un programma di sviluppo individuale per ogni giocatore che va di pari passo con il nostro obiettivo: quello di accelerare il processo di crescita degli atleti. Abbiamo uno staff preposto al raggiungimento degli obiettivi che si confronta costantemente con gli allenatori delle due franchigie e con Conor O’Shea”. “Abbiamo individuato – continua Aboud – giocatori che hanno il potenziale per giocare a rugby a livello internazionale con la Nazionale Italiana Maggiore nel prossimo futuro.

Si tratta di atleti che hanno dimostrato di avere capacità non solo tecniche, ma anche attitudine fisica, mentale e caratteristiche tali da recepire rigorosi programmi di allenamento. Ogni giovane giocatore ambisce a diventare un professionista a livello internazionale e noi lavoriamo duramente insieme a loro per far si che ciò possa accadere. Disciplina, ambizione, organizzazione, forza mentale: sono tutte qualità a cui noi guardiamo con molta attenzione, insieme al supporto dei genitori dei singoli atleti”.“La squadra di quest’anno – conclude il tecnico irlandese – la definirei molto “equilibrata”. Personalmente non vedo l’ora di vederli all’opera. Abbiamo preso dei giocatori dall’U18 di Mattia Dolcetto che hanno già dimostrato di essere all’altezza anche del Mondiale U20. Sarà importante vedere i progressi dei giocatori già durante il periodo del 6 Nazioni.

Noi puntiamo a confermare quanto di buono fatto in questa stagione e a migliorare i risultati. Questa estate durante gli allenamenti estivi di Zebre e Benetton alcuni giocatori dell’Under 20 faranno parte delle rispettive rose: questa è la strada giusta.” La Franchigia del Granducato Livorno, attiva dall’estate del 2015, è nata grazie al lavoro sinergico tra le società cittadine dei Lions Amaranto e degli Etruschi. L’under 18 del Granducato, grazie anche alla presenza di Batista, Lucchesi e Mori, ha chiuso il campionato nazionale di categoria 2017/18 ad un brillante settimo posto.

 
 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: