Il Gubbio supera un Terni già campione

I Draghi de La Supergomma ormai appagati dalla vittoria del campionato si fanno sorprendere da un Gubbio motivato e deciso a lasciare il campionato con una prestigiosa vittoria sul campo di Via del Cardellino a Borgo Rivo. I rossoverdi di coach Pariboni giocano forse la peggiore partita della stagione, fortunatamente non decisiva ai fini del campionato, ma chiudono con l’amaro in bocca di aver “sporcato” lo score perfetto che fin qui recitava solo vittorie e appena un pareggio, proprio a Gubbio nel match di andata. Partono forti i Lupi che si portano rapidamente sullo 0-6 con due calci piazzati per fuorigioco. La reazione porta il sorpasso in una manciata di minuti con Frittella dalla piazzola e una meta di Giorgi (forse viziata da un in avanti non ravvisato dall’arbitro nonostante la segnalazione del guardalinee di parte rossoverde Giulio De Giorgis). I Draghi chiudono con qualche affanno il primo tempo in vantaggio ma nel secondo tempo Gubbio è più tonico e va in meta per ben tre volte. I rossoverdi riescono quantomeno ad evitare la quarta meta avversaria che avrebbe significato il punto bonus e chiudono in attacco segnando la meta del definitivo 15-25 con Valerio “King” Vergani. Nonostante la sconfitta è festa nel terzo tempo con le due squadre a cena insieme a brindare fino a sera inoltrata.

LA SUPERGOMMA TERNI RUGBY – RUGBY GUBBIO 15-25

LA SUPERGOMMA TERNI RUGBY: Frittella, Lidi, Giorgi, Carapis, Palmieri, Giorgini, Gobbo, Lausi, Canulli, Savignani, Giovenali, Baiocco, Piergentili, Natalini, Arca. Allenatore: Pariboni. In panchina: Molinari, Vergani, De Santis, Tulli, Scaccetti, Petrucci, Morbidoni.

RUGBY GUBBIO: L. Fecchi, Gori, Ghirelli, Tomassoli, C. Fecchi, Pascolini, Larrecharte, M. Rossi, F. Rossi, Fumanti, Caroli, Capannelli, Fiorucci, Pretotto, Sheshi. Allenatore: Capriani. In panchina: Fusi, Micale, Fioproni, Ragnacci, Stefani, Lorenzi, Bellezza.

PUNTI: 3′ cp L. Fecchi (G), 15′ cp Tomassoli (G), 20′ cp Frittella (T), 22′ mt Giorgi (T), 53′ mt F. Rossi tr L. Fecchi (G), 60′ mt Pretotto (G), 65′ mt Micale tr L. Fecchi (G), 79′ mt Vergani tr Frittella

Grande vittoria della FTGI Curiana Rugby Under 16 contro Tivoli, crescita caratteriale e tecnica

Bellissima chiusura del campionato per la Curiana Under 16. Contro un Tivoli propositivo e organizzato i ragazzi mettono in campo un ottima prestazione. Subito sopra di due mete grazie ad un ritmo molto più alto del solito, i ternoreatini si complicano la vita con due errori banali che costano due segnature. Il gruppo non si scompone e anzi fa quadrato rimettendo subito la partita nel verso giusto già da inizio secondo tempo. Coach Sergio Depretis: “Sono veramente soddisfatto della crescita dei ragazzi sia caratteriale che tecnica. Torniamo a casa con il punteggio pieno e con maggiore consapevolezza dei nostri mezzi”.

La super spedizione del mini rugby al 30° Memorial Amatori Parma. I racconti dei coach Under 6-8-14

Girone di livello per l’Under 14 di Roberto Golfetto che ha visto i giovani Draghi combattere con due squadre finite sul podio del torneo.Prima giornata di match combattuta con grande tenacia e parecchie mete segnate grazie ad una buona gestione del pallone e dello spazio. Altalenante la gestione dello spazio in difesa e la salita ma sicuramente in evoluzione positiva. Sofferto l’uno contro uno.La finale giocata contro Noceto ci ha visto vinc itori mantenendo constante la prestazione tecnica rispetto al giorno precedente. Una squadra in evoluzione che sta dimostra ndo sempre più coesione ed evoluzione tecnica. Degna di nota la prestazione e dei nuovi ragazzi che si sono integrati in modo propositivo.

Torneo di Parma all’insegna dei misteri della matematica che costringe la prima squadra dei Draghi Under 8 ad una posizione di metà classifica pur avendo perso una sola partita con i padroni di casa del Parma e vincendone poi 6 consecutive. Gruppo solido che fa vedere un rugby di cuore con grande spirito di sacrificio. Tanti placcaggi e grande pressione in fase difensiva, cinici ed esplosivi in attacco. Da applausi. Mentre la seconda squadra non molla in nessuna partita, grande crescita dei più piccoli che non appaiono per nulla intimoriti e giocano con grinta dimostrando una buona organizzazione generale anche se ancora manca un po’ di malizia. “La scelta di schierare due squadre fatta dalla società premia i ragazzi che diventano protagonisti del campo” spiega coach Marco Diamanti.

Bellissima esperienza per i piccoli dell’Under 6, mattinata intensa ed emozionante: vinte 3 partite con Parma, Livorno e Villa Phampili e persa con Parco Sempione. “Emozionante perché ho visto un gruppo cresciuto rispetto all’inizio dell anno, con l’idea di avanzare e fare sostegno – spiega coach Francesca Agabiti – il che ci ha portato a segnare molte mete in tutte le partite, bene anche in difesa tanti placcaggi bassi e palle recuperate”.

 

Tags: , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: