Il Livorno cade in casa contro I Medicei

LIVORNO RUGBY – I MEDICEI FIRENZE CADETTI 17-22
LIVORNO RUGBY: Righetti; Scapaticci, Gigli (26′ st Paris), Del Bubba, Cristiglio; Squarcini (cap.), Contini; Merani, Bottari, Bitossi; Scrocco, Marmugi (dal 20′ st al 24′ st Ciapparelli Giacomo) Tangredi, Bufalini, Guidi. A disp.: Tichetti, Mazzocca, Schioppetto, Brayon, Canepa. All.: Marco Zaccagna.
I MEDICEI FIRENZE CADETTI: Elegi (18′ st Bartoli); D’Aliesio, D’Andrea, Petrangeli, Cervellati; Falleri, Esteki; Burattin, Michelagnoli (8′ st Santi), Di Donna; Biagini, Massimo (1′ st Meyer); Manigrasso (cap.) (8′ st Bartolini), Kapaj (8′ st Chiostrini), Piccioli. A disp.: Gatto, Randelli. All.: Daniel Lo Valvo.
ARBITRO: Matteo Liperini (assistenti: Claudio Castagnoli e Andrea Giugni).
MARCATORI: nel pt (14-12) 15′ m. Righetti tr. Squarcini, 23′ m. Di Donna, 30′ m. Falleri tr. Petrangeli, 38′ m. Gigli tr. Squarcini; nel st 4′ cp Petrangeli, 9′ m. Di Donna tr. Petrangeli, 13′ cp Squarcini.
NOTE: espulsioni temporanee per Di Donna (37′ pt), Del Bubba (3′ st) e Bufalini (17′ st). In classifica 1 punto per il Livorno Rugby (sconfitto con un margine inferiore alle otto lunghezze; due mete realizzate) e 4 per il Firenze cadetto (che ha vinto; tre mete realizzate).
LIVORNO. Derby toscano all’insegna dell’equilibrio, deciso da piccoli particolari. Il Livorno Rugby conferma le proprie indubbie qualità, ma al termine di un’aspra battaglia lunga 80′, è costretto ad alzare bandiera bianca. I Medicei Firenze cadetti, grazie alla propria solidità, si sono imposti sul ‘Montano’ 17-22. ‘Pareggiato’ il conto rispetto al match d’andata, chiuso con il successo dei labronici, in trasferta, 14-19. I ragazzi di Marco Zaccagna – che hanno comunque mosso la loro classifica, con il punto relativo al bonus-difesa – restano solitari sul secondo gradino. I gigliati – alla quinta vittoria di fila – rimangono al terzo posto, dimezzando il ritardo (da meno 6 a meno 3) dagli stessi livornesi (a loro volta provenienti da nove successi). La lotta per un posto al sole si preannuncia interessante come non mai: le restanti 10 partite della regular season saranno vietate ai deboli di cuore. Il campionato di B, dopo la pausa di tre settimane (stop previsto per i primi due impegni dell’Italia nel ‘Sei Nazioni’) riaprirà i battenti il 18 febbraio. In quella occasione i labronici renderanno visita all’imbattuta capolista Pesaro,mentre I Medicei ospiteranno il Romagna. Questi i risultati dagli altri campi in questo primo turno del girone di ritorno del raggruppamento 2 di serie B (tra parentesi i punti validi per la classifica): Romagna-Civitavecchia 29-8 (5-0), Florentia-Modena 24-18 (4-1), Bologna-Parma’31 24-9 (5-0), Rieti-Arezzo 32-18 (5-0), Amatori Parma-Pesaro 19-25 (1-4). La nuova classifica: Pesaro 51 p.; Livorno 44; I Medicei Firenze cadetti 42; Amatori Parma e Bologna 37; Romagna 32; Rieti 27; Parma’31 24; Civitavecchia 21; Florentia 19; Modena 16; Arezzo 7. La prima direttamente promossa in A, la seconda ai playoff. L’incontro del ‘Montano’ è stato intenso e senza esclusione di colpi. Gara vivace dal primo all’ultimo secondo di gioco. Partono meglio i biancoverdi, che dopo aver sfiorato due mete sull’out destro, trovano il meritato vantaggio con la marcatura firmata, vicino alla bandierina di sinistra, dallattivo estremo Scapaticci. Il talentuoso mediano di apertura Squarcini trasforma: 7-0. Nella parte centrale del tempo, grazie alla brillante organizzazione del proprio pacchetto, crescono gli ospiti. La terza ala Di Donna accorcia al 23′ con una meta non trasformata: 7-5. I gigliati continuano a spingere e di forza trovano la meta del sorpasso con l’apertura Falleri. Il centro Petrangeli trasforma: 7-12 al 30′. Livorno riprende a macinare gioco, costringe al fallo da giallo Di Donna (37′) e con il valido centro Gigli sigla la seconda meta (38′). La trasformazione di Squarcini permette di chiudere la prima frazione avanti 14-12. L’esperto centro Del Bubba (al suo ritorno in maglia biancoverde) viene espulso temporaneamente (43′). I fiorentini, con il penalty di Petrangeli operano il (definitivo) contro-sorpasso: 12-15 al 44′. I Medicei sfruttano l’uomo in più per siglare, ancora con Di Donna, la meta (trasformata da Petrangeli) del massimo vantaggio: 12-22 al 49′. Livorno – pur costretto ad una formazione rimaneggiata e ad una panchina particolarmente corta – non è domo. Il piazzato di Squarcini dà ossigeno: 17-22 al 53′. Match spigoloso: altro giallo, al 57′, stavolta per il pilone dei labronici Bufalini (al rientro in campo dopo tre mesi). I biancoverdi non difettano certo di generosità. Negli ultimi minuti la linea di meta fiorentina è sotto assedio. I locali spingono, sfiorano la segnatura del pareggio (un risultato che, a conti fatti, sarebbe stato il più equo) ma – al contrario di altre circostanze – non trovano il pertugio giusto. Gli ospiti, ricorrendo anche alle maniere spicce, respingono tutte le minacce e portano a casa una vittoria preziosa. Livorno, pur sconfitto, ha ampiamente legittimato la sua ottima posizione di classifica. La lotta promozione non si è certo esaurita in questa ultima domenica di gennaio. La classifica di Squarcini e soci è sempre più che mai brillante.

 

Tags: , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: