Il Verona supera il Valsugana a tempo scaduto

Padova (PD) – Stadio “Valsugana Rugby Padova” – domenica 28 Gennaio 2018

Valsugana Rugby Padova vs Verona Rugby 14 -20 (11-7 pt)

Marcatori: p.t.:5 pt M Beltrame tr MCKinney (0-7),26 pt M Giacon, 32 pt cp Benetti (8-7); pt 36 cp Benetti (11-7); st 3 cp MCKinney (11-10), st 18 cp Benetti (14-10), st 26 cp MCKinney (14-13), st m 40’ Spinelli tr MCKinney (14-20).

Valsugana Rugby Padova: Paluello, Dell’antonio F (6 st Beraldin), Caione, Dell’antonio A, Giacon (26 st Lisciani), Sartor (39 st Scapin), Benetti, Girardi, Sironi, Rizzo (16 st Ferraresi), Liut (30 st Chimera), Cardo, Paparone (13 st Varise), Pivetta,(Cap) (32 st Sanavia), Lastra (st 23 Caporello).
A disposizione: —–
All. Roux – Faggin

Verona Rugby: Melegari, Lindaver (29 st Zanon), Pavan, Quintieri (15 st Neethling M), Beltrame (35 st Leso), Mckinney, Soffiato, Artuso (Cap) (20 st Spinelli), Riccioli, Zago (31 st Rizzelli), Cattina, Montauriol (4 st Braghi), D’agostino, Neethling R (1st Rossi), Furia.
A disposizione: —–
All. Zanichelli.

Arb. Trentin (Milano)
GdL: Borsetto (Milano) Chiappa (Bergamo)
Cartellini: 6 st D’Agostino giallo (Verona)
Calciatori: 3/1 Benetti (Valsu); 4/4 MCKinney (Verona)

Note: Giornata. Cielo coperto, campo in buone condizioni, temperatura mite. Spettatori circa 450
Punti conquistati in classifica: 1 (Valsu) – 4 (Verona)

Man of the Match: Artuso M

Padova – Succede tutto all’80’ quando a tempo quasi scaduto il Verona ruba una touche nella propria metà campo al Valsugana e grazie ad un paio di cambi di fronte riesce a realizzare la meta della vittoria. Una mazzata per i ragazzi di Polla Roux che fino a quel momento avevano meritato il vantaggio, capaci di reggere alla pari il confronto con il pacchetto di mischia veronese e soprattutto superiori nelle fasi statiche dell’incontro.

Parte forte il Verona che già al 5’ del primo tempo taglia in due la difesa dei biancocelesti con un angolo di corsa che portava Beltrame indisturbato a schiacciare in mezzo ai pali; nessuna difficoltà per McKinney a trasformare.
Sembra tutto facile per i ragazzi di Zanichelli, che però non hanno fatto i conti con il Valsugana che comincia a macinare il proprio gioco, partendo dalla fonte di gioco più importante, la mischia, dove i biancocelesti dimostrano una superiorità inaspettata.
Dopo una serie di mischie a centro campo si arriva al 26’ quando Giacon, dopo una splendida giocata al largo, schiaccia in meta per il 7 a 5 parziale.
I piazzati successivi di Benetti, al 32’ ed al 36’ portano il risultato del primo tempo ad un 11 a 7 che fa ben sperare i padovani ma che non mette fuori gioco i veronesi.

Il secondo tempo si gioca sulla falsariga del primo, con le mischie che si confrontano senza che nessuna delle due abbia un predominio definitivo.
Poco dopo un piazzato di McKinney al 3’, il Valsu non sfrutta bene il giallo di D’Agostino al 6’ del secondo tempo, incapace di realizzare alcun punto malgrado l’uomo in più.
Da qui alla fine sarà un duello tra calciatori, tra Benetti e McKinney, che porteranno il risultato fino al 14 a 13 prima dell’ultima meta finale del Verona.

Sostanzialmente due squadre che si sono equivalse, qualche recriminazione da parte del Valsugana che sicuramente ha giocato con maggiore organizzazione ma che deve fare mea culpa sulla perdita delle ultime due touche finali che hanno permesso al Verona di ribaltare il campo di gioco e realizzare la meta che ha permesso la vittoria finale.

Sicuramente nulla di perso per i ragazzi di Polla Roux che aldilà della sconfitta possono avere compreso il loro valore avendosi confrontato alla pari con la squadra maggiormente accreditata al passaggio dio categoria sapendo che potranno giocarsela fino alla fine.

 

Tags: , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: