Le Fiamme Oro Battono i medicei e sognano i Play Off

Roma, Caserma “Stefano Gelsomini” – Sabato 24 marzo 2018

Eccellenza, XVI giornata

Fiamme Oro Rugby v Toscana Aeroporti I Medicei 17-15 (5-10)

 

Vittoria sofferta per le Fiamme Oro che si aggiudicano un match difficile costellato da tanti errori, in cui la squadra dei Medicei ha giocato bene rischiando di pareggiare nel finale.
4 punti fondamentali per i Cremisi che grazie alla contemporanea sconfitta del San Donà sul campo del Petrarca, distano solo 5 lunghezze dal quarto posto, l’ultimo utile per poter accedere ai playoff.

 

Il racconto della partita

Nei primi 10’ di gioco non accade molto, le due squadre si affrontano soprattutto nelle fasi statiche, touche e mischia, con I Medicei a condurre il gioco tentando qualche buon avanzamento senza però ottenere un effettivo vantaggio.
Al 15’ la partita si sblocca: da una touche lanciata all’altezza dei 22 metri, il mediano di mischia Parisotto, dopo aver guidato un maul avanzante, sposta il pallone verso il lato sinistro del campo lasciato sguarnito dalla difesa toscana. Ovale a Bacchetti che accelera e marca la prima meta del match. 5-0 per i Cremisi.
Nonostante lo svantaggio, sono ancora i Medicei ad avere il controllo della partita, bravi ad entrare nei 22 avversari in un paio di occasioni grazie a calci di spostamento ben eseguiti.
Al 21’, dopo aver rubato una rimessa laterale, la squadra di Pasquale Presutti si presenta a pochi metri dalla linea di meta; tante le fasi di gioco, con raccogli e vai prontamente assistiti ed efficaci, che premiamo il pilone Montivero, che schiaccia per la prima segnatura dei toscani. 5-7 dopo la trasformazione di Newton.
La partita vive di folate: Newton sbaglia un calcio di punizione. Immediata la reazione della squadra di casa che, dopo alcune fasi di gioco a centrocampo, supera la linea del vantaggio con Parisotto, che rompe alcuni placcaggi ed entra nei 22 avversari. La difesa toscana è in difficoltà e viene punita con un calcio di punizione; le Fiamme Oro vanno in touche,, ma i Medicei recuperano l’ovale alleggerendo così la pressione offensiva.
Nei minuti finali ancora tanti gli errori da un lato e dall’altro del campo, poche azioni degne di nota e prima frazione che termina sul risultato di 5-7.
Nel secondo tempo le Fiamme Oro scendono in campo con uno spirito diverso e in un paio di occasioni provano a presentarsi nell’area di meta toscana: prima con un intelligente calcetto del mediano di apertura Roden che consente a Quartaroli di infilarsi nella difesa avversaria, poi con un ottimo maul avanzante nato da una touche sui 22m. In entrambi i casi la squadra ospite si salva e riesce a liberare il pallone dalla propria metà campo.
Il gioco si svolge prevalentemente a centro campo e nessuna delle due formazioni, nonostante i ripetuti tentativi di attacco, ottengono un reale guadagno territoriale; numerosi gli errori, come nella prima frazione, caratterizzano i dieci minuti iniziali della ripresa.
Al 60’, l’arbitro Bolzonella fischia un fuorigioco alla Fiamme Oro dopo un’azione offensiva solitaria del terza linea toscana Chianucci. Calcio di punizione che Mercerat realizza, portando così i suoi avanti 5-10.
5’ dopo la compagine di casa alza la testa e va in meta con Amenta, ancora dopo un determinante avanzamento del pacchetto di mischia e diversi raccogli e vai ben giocati. La successiva trasformazione porta il risultato sul 12-10 per la squadra allenata da Gianluca Guidi.
Ottenuto il vantaggio le Fiamme Oro si scuotono e vogliono chiudere la partita, aumentano la pressione sulla difesa toscana che non riesce a uscire dalla propria area di meta. Così, al 71’, l’estremo cremisi Sepe va in meta dopo ripetuti e costanti avanzamenti dei portatori di palla che aprono un varco fra le fila dei Medicei. Ben giocata la rimessa laterale e il maul seguente che consentiranno alla squadra della Polizia di Stato di marcare la terza segnatura odierna. 17-10 dopo la mancata trasformazione di Roden.
Reazione d’orgoglio dei Medicei. Da una touche, scaturirà la meta di Cornelli: dopo un placcaggio alto della difesa di casa, Mercerat calcia in rimessa laterale guadagnando terreno. Dalla successiva rimessa la difesa delle Fiamme Oro sbaglia completamente il posizionamento lasciando ampi spazi all’attacco toscano che ne approfitta, mandando a segnare al 78’ l’ala numero 14 dei Medicei.
Finale shock: possesso della palla ai Medicei, ma è Mattoccia, subentrato qualche minuto prima, a lanciare la palla in touche e decretare la fine delle ostilità.

Grazie a questa vittoria si riapre la corsa ai playoff del Campionato di Eccellenza, che dopo la sosta per le vacanze di Pasqua, vedrà di fronte allo stadio “Pacifici” proprio San Donà e Fiamme Oro.
Medicei che andranno ancora in trasferta, questa volta a Rovigo.

Francesco Giannelli Savastano

 
 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: