Livorno battuto a Parma

RUGBY PARMA’31 – LIVORNO RUGBY 33-26
RUGBY PARMA’31: Biancaniello; Massera, Manganiello, Zanichelli, Imparato (28′ st Imparato); Pelagatti S. (15′ st Lauri), Righi Riva; Caselli (cap.), Slawitz (10′ st Cavazzini), Poli; Colla (10′ st Calcagno), Bondioli; De Rosa (3′ st Cammi), Silvestri, Tognolli (3′ st Zanetti). A disposizione: Vignali. All. Silao Leaega.
LIVORNO RUGBY: Stiaffini; Cafaro, Gigli, Ianda, Cristiglio (1′ st Romano); Contini, Zannoni; Piras, Gragnani, Bottari; Scrocco (23′ st Marmugi), Bertini (cap.); Tangredi, Bufalini (20′ st Menicucci), Ciapparelli (18′ st Guidi). A disposizione: Tichetti, Sforzi, Schioppetto. All. Marco Zaccagna (squalificato; in panchina Riccardo Squarcini).
ARBITRO: Massimiliano Meneghini (Venezia)
MARCATORI: nel pt (16-12) 5′ cp Righi Riva, 16′ mt punizione (o tecnica che dir si voglia) Parma, 20′ mt punizione Livorno, 27′ cp Righi Riva, 37′ mt Contini, 40′ cp Righi Riva; nel st 3′ mt Piras tr Contini, 9′ mt Gigli tr Contini, 17′ cp Righi Riva, 33′ mt Silvestri tr Righi Riva, 37′ mt Manganiello tr Righi Riva.
NOTE: cartellini gialli per Ciapparelli (14′ pt) e per Manganiello (2′ st). In classifica 4 punti per il Parma’31 (successo senza bonus-attacco; tre mete realizzate) e 2 per il Livorno (bonus-attacco per le quattro mete realizzate e bonus-difesa per il passivo inferiore alle otto lunghezze).
PARMA. Il Parma’31 sigla tre mete (due giunte negli ultimi 7′), il Livorno ne realizza quattro. Ad andare alla cassa e a festeggiare il successo è però la squadra ducale, che ringrazia le doti balistiche del proprio cecchino, il mediano di mischia Righi Riva, top scorer della partita con 18 punti (tutti di piede). I biancoverdi, che si erano issati al 9′ della ripresa sul più 10 (16-26 dopo la meta di Gigli trasformata da Contini) pagano a caro prezzo il proprio calo registrato nell’ultimo segmento di gara, cedono 33-26 e si devono accontentare di due punti (doppio bonus). Un risultato amaro, che tuttavia non cancella quanto di buono combinato nel corso di un’annata andata al di sopra di ogni più rosea previsione. I labronici sono terzi con 70 punti all’attivo (con 15 vittorie e 5 sconfitte). Ad essere realisti, anche in caso di blitz in terra emiliana, le speranze di riaprire i giochi in ottica promozione sarebbero state nulle: pure in questa calda domenica di fine aprile, le prime due della classe (il Pesaro e I Medicei Firenze cadetti) non hanno concesso sconti agli avversari di turno. A due giornate dalla fine, incolmabile il ritardo di Bertini e compagni dai primi due gradini della classifica. I risultati di questo 20° turno (9° di ritorno) di serie B, girone 2 (tra parentesi i punti validi per la classifica): Parma’31-Livorno 33-26 (4-2); Arezzo-Modena 14-24 (0-4), I Medicei Firenze cadetti-Florentia 35-15 (5-0), Bologna-Rieti 99-7 (5-0), Civitavecchia-Pesaro 20-30 (0-5), Romagna-Amatori Parma 27-0 (4-0). La classifica a 160′ dalla conclusione: Pesaro 83 p.; I Medicei cadetti 80; Livorno 70; Bologna 66; Romagna 55; Amatori Parma 52; Civitavecchia 41; Parma’31 38*; Florentia 37; Modena 35; Rieti 32; Arezzo 9. *Parma’31 sconta 4 punti di penalizzazione. La prima direttamente promossa in A, la seconda ai playoff promozione, l’ultima ai playout salvezza. Anche a Parma, il Livorno Rugby si è presentato incompleto: affollata l’infermeria. ‘Quindici’ di partenza imbottito di giovani e giovanissimi. Gara gradevole, viaggiata sui binari dell’equilibrio. Di fronte due buone squadre: la classifica non rende giustizia ai parmensi, che ad inizio stagione apparivano tra le favorite per la lotta al vertice. I locali partono decisi: piazzato di Righi Riva al 5′ e meta di punizione (quella che un tempo si definitiva ‘tecnica’ e che ora consegna subito sette punti e non prevede la successiva trasformazione) al 16′ (fuorigioco in una mischia ordinata degli ospiti). Sotto 10-0, Livorno cresce e, a sua volta, si fa assegnare, sempre per un fallo in mischia (‘crollo’ volontario in un raggruppamento spontaneo) la meta di punizione (10-7 al 20′). Dopo il nuovo piazzato di Righi Riva (13-7 al 27′), i biancoverdi costruiscono una brillante azione in velocità concretizzata in meta da Contini (utilizzato all’apertura): 13-12 al 37′. Il tempo si chiude con un nuovo penalty di Righi Riva: 16-12 all’intervallo. Scatenati i livornesi in avvio di ripresa. Il terza centro Piras realizza al 3′, dopo un’azione irresistibile, la meta del sorpasso. Contini trasforma: 16-19. Livorno vive il suo momento migliore della gara e va ancora a segno: meta al 9′, dopo un attacco sviluppato in più fasi, del centro Gigli. Ancora Contini arrotonda con la trasformazione: 16-26. Il Parma non si disunisce. Livorno accusa la stanchezza. I ducali accorciano con il nuovo piazzato di Righi Riva: 19-26 al 17′. I labronici provano a difendere con le unghie e con i denti il margine, ma al 33′ incassano la meta di forza del tallonatore Silvestri. Righi Riva realizza la trasformazione del pareggio: 26-26. I locali hanno più benzina e in dirittura d’arrivo, a 3′ dalla fine, mettono definitivamente il muso avanti con la meta del trequarti Manganiello trasformata da Righi Riva. Gli emiliani vincono 33-26. Domenica prossima, ultima gara casalinga della stagione per i livornesi, contro il fanalino di coda Vasari Arezzo.

 

Tags: , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: