Livorno e dintorni: i risultati delle giovanili

GRANDUCATO U18
Il derby cittadino tra Franchigie under 18 si tinge di giallo, bianco e rosso. Secondo pronostico, il Granducato Livorno si impone sulla Costa Toscana. L’attesa sfida del ‘Tamberi’ – valida per la 18° ed ultima giornata del girone elite di categoria, raggruppamento del centro Italia – si è chiusa con l’affermazione dei padroni di casa 46-12 (8 mete a 2). Con i 5 punti ottenuti (successo e bonus-attacco, già in cassaforte nel primo tempo), i ragazzi allenati da Fabio Gaetaniello difendono la seconda piazza e possono guardare al domani (leggi agli imminenti barrage per l’accesso alla final-eight tricolore) con fiducia ed ottimismo. Il Granducato under 18 ha mezzi importanti e lo ha confermato anche in questo confronto di metà aprile. La classifica finale del girone del centro Italia: Cavalieri Prato/Sesto 79 p.; Granducato Livorno 72; Amatori Parma 68; I Medicei Firenze 49; Costa Toscana 53; Perugia e Florentia 41; Romagna 37; Modena 18; Reggio E. 17. I ‘Granduchi’ hanno trovato subito l’approccio dei giorni migliori. Efficaci le giocate messe in mostra nel primo tempo. Al 7′ meta Del Bono, al 17′ meta Dalla Valle trasformata da Del Bono, al 27′ meta Del Fiorentino e al 35′ meta Del Bono trasformata da Jelic: 24-0 all’intervallo con il bonus (e di fatto anche la vittoria) già al sicuro. Nella ripresa, ulteriore allungo con le mete di Lucchesi (2′), Jelic (5′) e Andorlini (22′), condite da una trasformazione di Jelic. Per la Costa Toscana, due mete giunte nella seconda parte del confronto (12′ e 25′). Unici nei nel largo successo dei giallo-bianco-rossi, i cartellini di Raffa (rosso, nella ripresa) e Krifi (giallo, nel primo tempo). Lo schieramento: Del Bono (Barsali); Orifici (Magni), Batista (Barsali), Mannelli, Del Fiorentino; Jelic, Bientinesi (Freschi); Krifi (Sheu), Lucchesi, Raffa; Pacini, Dalla Valle; Rum (Andorlini), Vitiello, Migliori (Tonelli). Il Granducato è la Franchigia, attiva nei campionati under 18 (elite) e under 16 (regionale) nata nel 2015 grazie al lavoro sinergico tra le società livornesi dei Lions Amaranto e degli Etruschi.

GRANDUCATO U16
Severo stop allo stadio comunale di Campi Bisenzio per il Granducato Livorno under 16. La squadra giallo-bianco-rossa labronica allenata da Giampaolo Brancoli, Michele Pelletti e Alessandro Crivellari ha perso in trasferta contro la capolista Puma Bisenzio. Il punteggio conclusivo di 48-5 (8 mete a 1) è fin troppo eloquente sull’andamento della sfida. I ‘Granduchi’ (nati negli anni 2002 e 2003) restano sul secondo gradino della classifica, con 17 punti, frutto di 3 successi e 3 sconfitte. Questa la situazione in graduatoria dopo la terza giornata di ritorno della seconda fase del campionato regionale di categoria, raggruppamento 3 (tra parentesi le gare giocate): Puma Bisenzio (7) 33 p.; Granducato Livorno (6) 17; Ghibellini ‘1’ (6) 16; US Firenze (7) 12; Molon Labe (6) 5. I Puma Bisenzio, capaci finora di ottenere 7 successi su 7, hanno tenuto a lungo in mano il pallino del gioco, in virtù di una chiara supremazia in mischia. Nulla da rimproverare agli ospiti sul piano dell’impegno: come già accaduto nelle precedenti uscite nessuno ha risparmiato neppure una goccia di sudore. Non è un disonore perdere al cospetto di antagonisti oggettivamente più solidi. Il percorso di crescita del Granducato passa anche dalle gare più dure e difficili. Meglio, per creare buone fondamenta, incontrare squadre così valide e non limitarsi al compitino contro formazioni di seconda fascia. Il Granducato è la Franchigia – attiva pure nel campionato elite under 18 – nata nel 2015 grazie al lavoro sinergico tra le società livornesi dei Lions Amaranto e degli Etruschi. La volontà di allargare il progetto anche a sodalizi di fuori città è testimoniata dalla presenza in squadra di elementi del Bellaria Pontedera. I ragazzi utilizzati a Campi Bisenzio: Bicchierai, Dalla Valle, Uccetta, Paolini, Capobianchi, La Rosa, Rondelli, Barsacchi, Tellini, Pioli, Meini, Novaro, Pellegrini A., Barba, Brondi, Madrigali, Mazzoni, Bernieri, Taddeini, Chiarugi.

LIONS AMARANTO U14
I Lions Amaranto Livorno under 14 hanno superato a Sesto Fiorentino un’importante esame di maturità. Il perentorio successo ottenuto in questo primaverile sabato sul terreno dei coetanei dell’Union Cavalieri Prato/Sesto (19-41 il punteggio) testimonia la crescita esponenziale del gruppo. Evidentemente all’indomani dell’ottima quinta piazza colta nel precedente fine settimana al prestigioso torneo ‘Memorial Amatori Parma’ i leoni (nati negli anni 2004 e 2005) non sono domi, ma anzi hanno trovato nuove energie e nuovi feroci stimoli. I labronici, guidati dai tecnici Bertolini, Mantovani e Civita, stanno giocando, da protagonisti, il campionato toscano di prima fascia, nel quale sono impegnate le migliori dieci formazioni della categoria, a livello regionale. Il ruolino degli amaranto è di 10 vittorie (2 quelle giunte in trasferta) e 5 sconfitte (1 sola rimediata tra le mura amiche). Efficaci le giocate proposte contro i Cavalieri. Ben 7 le mete messe a segno nell’arco del confronto (tra gli under 14 si disputano due tempi da 25′ ciascuno e le squadre sono composte da 13 elementi, con soli 6 giocatori in mischia, senza flankers). Nel primo tempo due mete di Ferra, una di Bernini ed una di Michelazzi. Nella ripresa, mete di Michelazzi, Bernini e di capitan Lunardi. Chelli ha arrotondato con 3 trasformazioni. Prima frazione chiusa sul 5-24. Tutti i 20 elementi a referto hanno avuto a disposizione un ampio minutaggio. Tutti quanti hanno contribuito al successo. Tutti quanti hanno superato il nuovo delicato esame di maturità. Questi i giocatori utilizzati a Sesto: Bernini, Vodicer, Fantozzi, Tedeschi, Michelazzi, Chelli, Biagi, Pannocchia, Mazzi, Ferra, Lunardi, Porciello, Fappiano, Del Pero, Frassinelli, Giorgi, Polese, Quercioli, Sagliano, Zampini.

LIVORNO U16
Fine d’anno col bòtto. Nella 18° ed ultima giornata del proprio (duro) campionato elite di categoria, raggruppamento del centro Italia, il Livorno Rugby under 16 è andato a sbancare, di prepotenza, il campo del temibile Parma’31. Al termine di 70′ intensi e accesi (con tanto di due cartellini rossi e due cartellini gialli, equamente distribuiti tra le due squadre), i biancoverdi si sono imposti sui ducali 19-24 (3 mete a 4, 1 punto a 5 in classifica). Affermazione che consentono di consolidare l’ottima quarta piazza. Questa la classifica finale: US Firenze 78 p.; Cavalieri Prato/Sesto 77; Modena 62; Livorno 60; Parma’31 47; Lyons Piacenza/Valnure 46; Reggio E. 42; Amatori Parma e Perugia 14; Reno Bologna 8. Lo schieramento ospite: Tomaselli (cap.); Simi, Barsotti, Cristiglio, Piram; Gesi, Meini; Baldi (v.cap.) Tattanelli, Eliseo; Angiolini, Lavorenti; Mannucci, Nanni, Ficarra. Entrati anche: Quaglia, Bernardini, Nicastro, Gragnani, Tori, Schillaci, Strazzullo. Scatenato l’estremo e capitano biancoverde Tomaselli in avvio di gara: il valido trequarti sigla al 1′ e al 10′ le due mete e le due successive trasformazioni. Al 17′ meta dell’ala Piram. Nella ripresa, la meta-bonus porta la firma del terza linea e vice capitano Baldi. La vittoria ottenuta dai ragazzi di Igli Borsato e Alberto Pietra Caprina sul terreno della quinta in classifica consente di mettere la ciliegina sulla torta di un’ottima annata. Una stagione andata in crescendo. Questi atleti labronici, nati negli anni 2002 e 2003 stanno maturando e, anche grazie alle proficue esperienze accumulate in questo campionato elite (nel quale sono impegnate le migliori formazioni italiane della categoria) possono ben presto presentarsi rodati per le aspre battaglie proprie del mondo seniores. Il lavoro del Livorno Rugby continua ad essere impostato sulle under. La ‘storica’ società biancoverde investe grandi risorse nel proprio settore giovanile, dove si formano atleti che rappresentano il domani della prima squadra.

LIVORNO U8
La primavera, per il Livorno Rugby under 8, è iniziata sotto l’insegna dei tornei nazionali. Nel giro di appena 8 giorni, i giovanissimi biancoverdi si sono ritagliati ruoli da protagonisti in due prestigiosi eventi. Il tutto, ovviamente, all’insegna del puro divertimento e, perchè no, all’insegna di belle mete realizzate. Domenica 8 aprile, i labronici hanno disputato a Parma il 30° Memorial Amatori. Gli atleti livornesi, nell’occasione sotto la guida dell’allenatore-educatore Daniele Di Domenico, hanno terminato la kermesse (alla quale hanno preso parte 36 formazioni, tra le migliori in ambito nazionale) al 17° posto. Solo due le sconfitte (peraltro di misura): il piazzamento finale non rende giustizia al gioco espresso. Poco male: è stata, quella trascorsa nella splendida ‘Cittadella del Rugby’, sui campi adiacenti allo stadio ‘Sergio Lanfranchi’, un’esperienza di vita e di sport memorabile per tutti quanti. I giocatori utilizzati a Parma: Filippo Aspromonti, Filippo Carrai, Ettore Carrara, Filippo Del Moro, Tommaso Del Vivo, Pablo Fava, Francesco Fiorentini, Simone Frà, Aaton Giusti, Gabriele Mannucci, Lorenzo Savi. Sette giorni più tardi, domenica 15, l’under 8 labronica ha giocato a Viadana la VII coppa Leonero. I piccoli-grandi rugbisti, sotto le direttive degli allenatori-educatori Gabriele Biagiotti e Alessia Fraschetti, si sono piazzati al sesto posto. Anche in terra mantovana, poteva andare meglio: l’unica sconfitta (rimediata di misura, contro i padroni di casa) ha estromesso i biancoverdi dalla lotta per le primissime posizioni. Ottimi i risultati nelle altre partite disputate. La squadra, nel suo complesso, è in evidente crescita. Più che giusta la scelta societaria di far disputare a questi giovanissimi atleti tornei tanto importanti. I giocatori ruotati a Viadana: Filippo Aspromonti, Giorgio Campora, Filippo Carrai, Gregorio Cecere, Guido Chiesa, Ugo Chiesa, Nicolò Compagnone, Lorenzo Danza, Filippo Del Moro, Pablo Fava, Francesco Fiorentini, Ryan Rosini.

LIVORNO U6
Due domeniche memorabili per gli under 6 del Livorno Rugby, brillanti protagonisti dapprima al ‘Memorial Amatori Parma’ e poi al torneo di Viadana. I giovanissimi biancoverdi, accompagnati dagli allenatori-educatori Daniele Aspromonti, Federica Muzi e Ilaria Cirillo e accompagnati da tantissimi adulti (genitori e non solo) entusiasti, hanno vissuto, nel giro di appena otto giorni, esperienze di vita e di sport bellissime, sotto ogni punto di vista. Domenica 8 aprile, a Parma, sotto un gradevole sole, i piccoli campioncini labronici hanno chiuso con una sfilza di vittorie (ed una sola sconfitta). Come da regolarmento, nessuna classifica ufficiale e chiusura dell’evento agonistico al termine dei vari gironi. Tanto divertimento nella splendida struttura della ‘Cittadella del Rugby’ per questi atleti (l’ordine è rigorosamente alfabetico): Mattia Battagello, Giacomo Borgioli, Pietro De Leonibus, Adele Del Moro, Filippo Fiorentini, Manuel Mazzotta, Federico Napoli, Natale Ginevra, Lorenzo Pezzin. Giornata di lotta in campo quella poi trascorsa domenica 15 a Viadana: i bimbi sono stati bravissimi e hanno combattuto fino alla fine con avversari anche molto forti. Hanno conquistato un ottimo settimo posto (che equivale, per loro e per tutto l’ambiente, alla prima posizione). Tutti felici hanno poi consumato il terzo tempo. La pioggia caduta durante il terzo tempo non ha rovinato la festa dello sport. In terra mantovana sono stati ruotati, nell’arco delle varie gare, questi giocatori: Diego Borrelli, Adriano Cosci, Pietro De Leonibus, Adele Del Moro, Filippo Fiorentini, Gregorio Ghezzani, Manuel Mazzotta e Lorenzo Pezzin.

LIVORNO U10
Il Livorno Rugby under 10 prosegue il suo inarrestabile percorso di crescita. Sette giorni dopo l’eccezionale secondo posto colto nel ‘Memorial Amatori Parma’, la squadra biancoverde ha partecipato, a Viadana, alla VII coppa Leonero. I labronici, in terra mantovana, si sono presentati con (l’ordine è rigorosamente alfabetico): Diego Andreotti, Michael Baggiani, Giano Bianchi, Giovanni Campora, Diego Celati, Romeo Celi, Jacopo Gambogi, Jonny Giorgi, Alessandro Quartararo, Alberto Saltapari e Daniele Tosi. Ancora una volta, i labronici hanno messo in mostra importanti qualità. Al cospetto di antagonisti di spessore, i livornesi hanno lottato con rara grinta. Soddisfattissimi gli allenatori-educatori Piero Chiesa e Michele Quartararo: i loro atleti (si tratta di giovani nati negli anni 2008 e 2009) stanno toccando importanti picchi di rendimento. Questi tornei, ai quali partecipano le maggiori realtà nazionali del settore propaganda, servono non poco per migliorare. Si tratta di esperienze di vita e di sport (per i giocatori e per i numerosi adulti-accompagnatori) memorabili, sotto ogni punto di vista. A Viadana, i labronici hanno, in rapida successione, perso 2-3 (ogni meta un punto) con il Bassa Bresciana, hanno superato 9-0 il Colorno ‘1’, hanno ceduto di misura, 1-2, con il Parma Young, hanno perso 0-9 con l’ottima Nuova Rugby Roma, per poi chiudere l’evento con due rotonde affermazioni (6-0 sul Parma e 7-0 sul Reggio Emilia). Un torneo utilissimo per acquisire esperienze e gettare le basi per un domani ancor più ricco di soddisfazioni.

LIVORNO U14
L’under 14 del Livorno Rugby è, risultati alla mano, la miglior squadra di categoria della Toscana e tra le migliori in ambito nazionale. All’indomani della tappa del Supechallenge di Colorno (in provincia di Parma), la formazione biancoverde allenata dal terzetto Massimiliano Ljubi, Alessandro Gragnani e Luca Isozio figura, nel ranking, al decimo posto. I labronici (nati negli anni 2004 e 2005) attendono ora lo svolgimento della tappa di Padova del Superchallenge (una sorta di campionato nazionale al quale partecipano le compagini più forti di tutta Italia) per apprendere se faranno parte della tappa finale. Questi gli atleti utilizzati domenica 15 aprile a Colorno: Niccolai, Lenzi, Grifoni, Bradac, Freschi, Casolaro, Nanni, Borgi, Rossi (cap), Isozio, Bianchi Amedeo, Santuari, Casini, Giunta, Tavella, Bianchi Gioele, Giammattei, Bruni, Raffo, Migli, Lubrani, Gambini Tommaso. In terra emiliana, il Livorno Rugby ha chiuso imbattuto il suo girone di qualificazione. In rapida successione, i biancoverdi hanno battuto 12-7 il Rho, hanno pareggiato 5-5 contro i locali del Colorno ed hanno superato il Cus Torino 10-0. Per differenza punti, a parità di classifica, livornesi secondi (primo il Colorno). Nella seconda parte dell’evento, per il Livorno Rugby, ‘semifinalina’ vinta con il Gispi Prato 14-7 e sconfitta nella finale per la quinta piazza con il Parma’31 (14-19). Quella di Colorno è stata una tappa del Superchallenge dal livello particolarmente alto, con tante squadre agguerrite, visto che nessun partecipante si era già assicurata la qualificazione alla finale. Buone, in generale, le prove fornite dai labronici; bastava, nel match pareggiato con il Colorno, un briciolo di cinismo e attenzione in più nelle tante azioni da meta sprecate, per assicurarsi il successo ed il passaggio alla final-four. Ottimo il gioco espresso nella semifinale contro i forti cugini toscani del Gispi Prato: partita aspra giocata su alti ritmi ed alta intensità agonistica. Soddisfacente la prestazione fornita nella sfida con il Parma’31, nella quale sono stati impiegati molti giocatori del 2005, al primo anno in categoria. Più in generale, quella in terra emiliana è stata un’ottima occasione per confrontarsi ad alto livello con buone squadre provenienti da tutto il centro nord. Buona risposta dei biancoverdi, che di volta in volta con impegno riescono a migliorarsi.

ETRUSCHI LIVORNO U8
Trionfo degli under 8 degli Etruschi Livorno al torneo di Rapolano Terme, andato in scena in questa assolata domenica di metà aprile. Sotto la guida degli allenatori-educatori David Franceschi e Fulvio Incrocci, i giovanissimi verde-amaranto (si tratta di atleti nati negli anni 2010 e 2011) hanno chiuso l’importante evento sul gradino più alto del podio. Una prima piazza che dà lustro al movimento rugistico cittadino. Al via della manifestazione blasonate squadre di varie regioni. Nel corso della kermesse, gli scatenati ‘Etruschini’ hanno affrontato – oltre ai Vasari Arezzo – anche squadre laziali, lombarde e liguri. I verde-amaranto hanno battuto nettamente (8-1; ogni meta un punto), nel match d’esordio, il Fiumicino. Poi larghi successi con Botticino Brescia (ancora 8-1), Vasari Arezzo (7-1) ed Imperia (8-0) e rocambolesco pareggio (4-4) con l’Appia. Risultati che hanno cosentito alla formazione livornese di accedere alla finalissima. Nell’ultimo atto del torneo, contro il Segni Roma, grande equilibrio, testimoniato dal risultato di partità (1-1). In virtù della miglior differenza mete nelle precedenti gare, agli Etruschi è bastato il pari per assicurarsi la medaglia d’oro. Non è mancato un sano divertimento nel corso della manifestazione: il dato più rilevante, indipendentemente dall’eccellente esito tecnico-sportivo. Gli Etruschi – che il Primo Maggio ospiteranno sul ‘Tamberi’ il secondo Trofeo Cacciucco, riservato alle categorie propaganda – stanno effettuando un serio lavoro con le proprie under. La prima posizione ottenuta a Rapolano premia l’opera di tutti quanti: dirigenti, tecnici e ovviamente giocatori. Gli atleti under 8 primi in terra senese: Alessandro Brunelli Felicetti, Mattia Dell’Unto, Nathan Ferri, Mattia Fraschi, Andrei Ciuperca, Gregorio Guidi, Tommaso Incrocci, Samuele Michel, Karim Niang, Cristian Ricci, Tito Franceschi.

LIONS AMARANTO U8
Per una volta, le due rappresentative under 8 dei Lions Amaranto Livorno si sono ritrovate allo stesso raggruppamento, e non divise in due concentramenti distinti. A Massa, i giovani labronici (si tratta di atleti nati negli anni 2010 e 211) hanno ottenuto risultati di primissimo piano: i Lions ‘1’ hanno vinto tutte le sei gare disputate, i Lions ‘2’ hanno ottenuto quattro successi e due sconfitte (una delle quali contro i Lions ‘1’, nel derby in famiglia). Al via dell’evento, oltre alle due formazioni amaranto, anche Bellaria Pontedera ‘IO1’, Bellaria ‘2’, Titani Viareggio, Massa e Versilia. Come spesso accade in questo tipo di manifestazioni, si è dato vita ad un girone all’italiana: le squadre si sono affrontate l’un l’altra in mini gare di 10′ l’una. Nei raggruppamenti (o concentramenti che dir si voglia) non viene stilata una vera classifica ufficiale: l’importante è che gli atleti si divertano con la palla ovale, acquisendo utili esperienze. Di fatto, però, le due scatenate formazioni labroniche, a Massa, sono salite, entrambe, sul podio della classifica ‘ufficiosa’. Non male. I ‘bimbi’ amaranto sono in costante crescita e si stanno ritagliando, in questa primavera, non poche soddisfazioni. I Lions ‘1’: Niccolò Giaconi, Gabriele Archibusacci, Diego Bellandi, Mattia Gasparri, Alessandro Botti, Michele Zampini, Valerio Donati. Lions ‘2’: Morgan Pannese, Filippo Serafini, Damiano Casolari, Michelangelo Falleni, Luca Brondi, Dario Padovani, Francesco Prestinari.

 

Tags: , , , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: