Rugby Lumezzane: trasferta amara contro Rugby Biella

Una trasferta difficile quella a Biella per il Rugby Lumezzane, affrontata in un momento complesso visto il numero di infortuni e di giocatori non al massimo della loro forma. Una complessità che si è riflessa nel 30-15 finale, sebbene non sia mancato il tentativo coraggioso di riportare in equilibrio il risultato operato dagli uomini di Filippini.

La sconfitta porta i rossoblù a scendere di un’ulteriore posizione. Scanferla e compagni, infatti, sono ora settimi con 30 punti, a tre di distanza dal Capoterra e a quattro dal Piacenza. Sono 47 le lunghezze della coppia formata proprio dagli avversari di giornata e dal CUS Milano. In testa continua la corsa di Alghero e della capolista Monferrato rispettivamente a 48 e 52 punti.

Si giungeva alla partita contro il Rugby Biella con l’assenza di Piovani, Cuello, Lepre, Tebaldini e Morandi, alla quale si aggiungevano i significativi acciacchi di Rossetti, Magli, Seye e Pasotti che comunque sono scesi in campo dal primo minuto. Gli avversari hanno messo in campo quanto ci si poteva attendere, evidenziando una mischia strutturata e una grande propensione al gioco veloce e strutturato sfruttando l’intero organico. Il Lumezzane, dalla sua, affronta l’inizio del match con il giusto approccio. Dopo aver subito un calcio piazzato, al 12′, con il mediamo di mischia Dever, gli ospiti reagiscono in fretta con una meta frutto di un’iniziativa personale della seconda linea Scotuzzi per il 5-3 temporaneo. Ma il tabellino si muove in fretta. Biella, infatti, nei restanti venti minuti trova il punto di bonus con tre segnature a distanza di dieci minuti l’una dall’altra. Il passivo al termine della prima frazione è pesante, ma il Lumezzane dimostra di non volersi arrendere al 22-5 parziale. Nella ripresa, infatti, è Bandera a mettere benzina alla rimonta, schiacciando in meta il 22-12, seguito a stretto giro da un piazzato di Cosio per il 22-15. Gli ospiti, pertanto, capitalizzano con successo la doppia superiorità numerica per i due gialli mostrati dall’arbitro Russo, ai quali si somma il cartellino rosso alla seconda linea Eftimie al 19′.
L’obiettivo sembra vicino, ma la firma sui restanti minuti del match è interamente dei padroni di casa che con una meta e un calcio abbassano il sipario sul match.

“Non siamo giunti a questo incontro nella forma migliore, siamo infatti scesi in campo con già quattro infortunati che, benché abbiano dimostrato grande spirito di sacrificio, non hanno potuto ovviamente dare il loro meglio – commenta al termine il tecnico Francesco Filippini -. L’approccio al match è stato complessivamente positivo in quanto, seppur difficoltoso, abbiamo dimostrato la giusta concentrazione. Abbiamo infatti risposto in fretta al loro calcio di punizione con la meta di Scotuzzi, salvo poi interpretare con difficoltà il resto della prima frazione. Siamo infatti giunti al termine della frazione con il passivo di 22-5 anche a causa di nostri errori anche banali. La ripresa, invece, ha visto un ottimo piglio da parte dei ragazzi, anche grazie ai rinforzi dalla panchina che hanno contribuito a rialzare il ritmo. Abbiamo guadagnato terreno sugli avversari fino al 22-15, sbagliando un calcio di punizione che ci avrebbe permesso di aprire con ancora più decisione i giochi. I minuti a seguire hanno evidenziato errori individuali che hanno spianato la strada all’ultima segnatura dei padroni di casa giunta su nostro possesso che ha di fatto condizionato i restanti minuti dell’incontro dove, pur tentando di attaccare, siamo stati disordinati e abbiamo commesso qualche fallo di troppo. Ai ragazzi ho riportato una frase di Rossetti che ha pronunciato in panchina e cioè che la squadra non ha mai mollato, provando a ripartire anche su un passivo di 17 punti. Ci manca ancora esperienza per vincere questo tipo di partite, soprattutto in trasferta. Per questa ragione su questo aspetto dovremo lavorare intensamente. E’ evidente che, in un mondo ideale, avrei preferito affrontare questa squadra tra qualche settimana, permettendo pertanto a Magli, Pasotti, Seye e Rossetti di ritrovare la loro forma e di poter contare su qualche cambio in più. Ma questa è la nostra stagione dove, umilmente, dobbiamo continuare a lavorare, lottare per rimanere a metà classifica e, successivamente, provare a fare qualche salto in avanti. Le partite che ci aspettano serviranno a tutta la squadra per gettare le basi per la prossima stagione”.

EDILNOL RUGBY BIELLA – ASD RUGBY LUMEZZANE 30-15 (5-0)

EDILNOL RUGBY BIELLA: Maia (18’st Grosso), Galfione, Ongarello, Laperuta, Incarbone (35’st Piatti), Musso, Dever, Pellanda (15’st Barbera), Birchall (30’st Mastrorosa), Panaro, Chtaibi, Eftimie, Vaglio (6’st Zamolo), Gatto (30’st Romeo), Panigoni (10’st Zacchero)
Allenatore: Birchall

ASD RUGBY LUMEZZANE: Bandera, Pagnoni (34’st Bushi), Codinotti, Franceschini, Zaffino (32’st Lupatini), Cosio, Smaniotto (19’st Bonetti), Scanferla, Pasotti (11’st Ghizzardi), Bertussi, Rossetti (11’st Qyra), Scotuzzi, Magli, Corvino (24’st Cavagna), Seye.
A disposizione: Savardi
Allenatore: Filippini

ARBITRO: Francesco Russo

MARCATORI: Primo tempo: 12’ cp Dever; 19’m Scotuzzi; 21’m Chtaibi tr Dever; 29’m Galfione; 40’m Birchall tr Dever.
Secondo tempo: 9’m Bandera tr Cosio; 17’st cp Cosio; 28’m Dever; 38’cp Dever;

NOTE: 6’st cg Laperuta; 16’st Maia; 19’st cr Eftimie.

 

Tags: , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: