Sconfitta immeritata per l’Itinera CUS Ad Maiora contro la Pro Recco a Grugliasco

Sotto la pioggia, che ha imperversato per la maggior parte del match, e su un terreno di gioco pesante, ma che comunque ha retto bene alle precipitazioni di questi giorni, l’Itinera CUS Ad Maiora Rugby 1951 ha perso per 15-13 contro la Tossini Pro Recco la partita della quarta giornata di andata della seconda fase di serie A. Mai sconfitta è stata però più immeritata, perché al centro sportivo Angelo Albonico i ragazzi di coach Lucas D’Angelo e del suo vice Luis Otaño hanno avuto una superiorità territoriale e nel possesso palla veramente notevole, chiudendo per lunghi tratti gli avversari nella loro metà campo.

Al fischio iniziale, dopo un paio di minuti di pressione cussina, i recchelini sono stati protagonisti della fase migliore della loro gara. Al 3′ in velocità Agniel ha servito Becerra, che ha smistato a sua volta su Panetti, bravo a sfruttare il corridoio giusto a sua disposizione per marcare. Agniel ha arrotondato al calcio (0-7). Al 7′, per un fuorigioco, i liguri hanno spedito in touche e, sulla rimessa di Bedocchi, Rosa ha conquistato l’ovale. La maul è avanzata e sulla palla fuori Agniel ha calciato ottimamente in diagonale. Panetti ha controllato al volo in prossimità della linea e l’ha varcata per schiacciare (0-12). I biancoblù, oggi in maglia verde, non si sono fatti condizionare dal punteggio e hanno macinato gioco. Al 13′ una touche ai 22 metri è stata fermata con un fallo dagli ospiti e la successiva rimessa ai 5 metri è stata vanificata da un “in avanti”. La Pro ha così potuto introdurre la mischia e liberare. Un’altra touche ai 5 metri non è stata sfruttata a dovere dai padroni di casa al 15′.

Stessa azione dalla linea laterale al 20′ e Nevio Racca ha lanciato per capitan Merlino. La multifase che si è sviluppata è stata fermata per un “velo”. Al 24′, in corrispondenza di un fallo degli uomini di Callum McLean, gli universitari hanno scelto di piazzare da posizione favorevole e Grillotti ha inquadrato i pali (3-12). Fino alla mezz’ora è stato ancora solo l’Itinera a manovrare. Al 33′ i recchelini hanno avuto una touche ai 5 metri offensivi e, dopo lo stop imposto all’avanzamento della maul da parte dei locali, l’iniziativa alla mano è stata penalizzata da un “in avanti”. Sulla mischia ai 5 metri Ursache ha controllato in uscita e Grillotti ha allontanato la minaccia al piede. Nel finale del primo tempo due belle touche rubate hanno permesso ai cussini di non correre rischi.

Al rientro dopo l’intervallo si è visto praticamente solo l’Itinera, che al 2′ e al 4′ non ha approfittato di due touche e al 5′ ha accorciato ancora le distanze dalla piazzola con Grillotti (6-12). All’11’ Caputo ha perso palla “in avanti” quasi in prossimità della bandierina e sulla mischia ai 5 metri la Pro ha allontanato. I ragazzi di D’Angelo hanno insistito e intensificato ulteriormente la loro pressione quando al 16′ sono rimasti in 15 contro 14, per l’ammonizione comminata a Noto. Al 18′ una bella touche servita a Merlino è stata concretizzata al meglio con la meta di Fatica e l’addizionale di Grillotti è finita a bersaglio, siglando il primo vantaggio di giornata (13-12). Finalmente al 20′ si è fatto vivo il Recco, che ha giocato una touche ai 5 metri e sull’azione successiva i biancoblù hanno difeso con grande energia. Non riuscendo a passare al 24′ la Pro ha deciso di piazzare e Agniel ha firmato il nuovo sorpasso (13-15).

Il resto è stato quasi solo CUS, con una buona mole di lavoro non sfruttata a dovere per qualche errore, indotto dal fango e dalla palla viscida, e la buona tenuta della linea arretrata avversaria. Al fischio conclusivo gli ospiti hanno tirato un sospirone di sollievo e si sono portati a casa una vittoria che vale oro, per quanto si è potuto apprezzare in campo. A capitan Merlino e compagni rimane la delusione per la sconfitta e al tempo stesso la soddisfazione per essere andati molto vicini a un successo che avrebbero ampiamente meritato. Nelle altre partite, Primavera e Gran Sasso avevano anticipato, con vittoria dei romani per 13-10. Oggi il TKGroup ha superato per 24-17 la Barton CUS Perugia. In classifica guidano i settimesi a quota 17, seguiti da Pro Recco (14), Itinera (12), Primavera (9), CUS Perugia (6) e Gran Sasso (2).

Tabellino:

Itinera Cus Torino v Tossini Pro Recco 13-15 (3-12)

Marcatori: p.t. 3′ m. Panetti tr. Agniel (0-7), 9′ m. Panetti (0-12), 24′ cp Grillotti (3-12); s.t. 5′ cp Grillotti (6-12), 18′ m. Fatica tr. Grillotti (13-12), 24′ cp. Agniel (13-15)

Itinera Cus Torino: Amadasi, Dezzani, Caputo, Reeves, Lozzi, Grillotti, Mantelli (67′ Campagna), Ursache, Merlino, Spinelli, Perrone, Toresi (23′ Fatica), Nicita (64′ Mattia Racca), Nevio Racca, Modonutto (54′ Novello). All.: D’Angelo

Pro Recco: Marco Monfrino, Panetti, Becerra (70′ Juan David Tagliavini), Torchia, Cinquemani (70′ Gaggero), Agniel, Romano (50′ Lucas Tagliavini), Cacciagrano, Rosa (50′ Canoppia), Ciotoli, Metaliaj, Nese, Colazo (41′ Maggi), Bedocchi, Actis (50′ Noto). All.: McLean

Arb. Rosella (Roma)
AA1 Bolzonella (Alessandria); AA2 Platania (Alessandria)

Cartellini: giallo 56′ Noto (Pro Recco)

Calciatori: Grillotti (Itinera Cus Torino) 3/3; Agniel (Pro Recco ) 2/3

Note: giornata fredda, pioggia costante, spettatori 100

Punti conquistati in classifica: Itinera Cus Torino 1; Pro Recco 4

Man of the match: Sergiu Ursache (CUS Torino)

Sempre a Grugliasco, i Bulls, allenati da Dragos Bavinschi e Francesco Narcisi, hanno ceduto per 22-19 al San Mauro nel quarto turno della fase Passaggio di serie C1. Brutto primo tempo e samauresi che sono scappati avanti per 22-0. Nel secondo è arrivata la grande rimonta, sospinta dalla meta di Mamdouh e dalle due di Notario, che ha anche trasformato due volte. Non c’è stato il tempo per provare a vincere e i cussini hanno conquistato solo il bonus difensivo. Pareggio per l’Under 14 di Alberto Carbone e Paolo Martina, che in casa ha terminato sul 17-17 la sfida che l’opponeva al Collegno 1. Oggi a Pavia la Rappresentativa Regionale Under 16, di cui facevano parte i torelli Mattia De Luca, Lorenzo Deboni, Riccardo Genovese ed Eugenio Riccardi, ha battuto la Lombardia Ovest e ha impattato con la Lombardia Est. Genovese ha anche segnato una delle quattro mete piemontesi.

 

Tags: , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: