Semifinale Serie A: vittoria per i Lyons a Verona

Vittoria importante per la Sitav Rugby Lyons che porta a casa la semifinale di andata in casa del Verona Rugby imponendosi di misura sui veneti per 23 a 17. Il Verona si è dimostrato squadra solida e organizzata capace di mettere in difficoltà i piacentini per lunghi tratti dell’incontro.

La sfida si apre con i Lyons contratti e poco precisi che concedono spazio ad una formazione di casa arrembante ma non sempre incisiva. Sono proprio gli scaligeri a passare in vantaggio con un calcio di punizione di McKinney. Il Verona ci prova ancora ma i Lyons respingono l’offensiva e si spostano in attacco dove al 16’ trovano la meta del vantaggio con Pedrazzani. La partita prosegue punto a punto McKinney trasforma un calcio di punizione, mentre Guillomot avrebbe l’occasione di allungare dalla piazzola ma non è altrettanto preciso. Ne approfitta il Verona che riesce a tornare in vantaggio con il solito McKinney, ma negli ultimi dieci minuti sono i Lyons a riportarsi in avanti e poi ad allungare sfruttando l’indisciplina dei padroni di casa con due calci di punizione di Guillomot. Nel finale c’è posto per il brivido: il calcio di punizione di McKinney finisce sulla traversa e sul rimbalzo il Verona spreca una preziosa occasione per marcare la sua prima meta. Le squadre vanno negli spogliatoi con i bianconeri in vantaggio per 13 a 9.

Nella ripresa i Lyons provano a dare ritmo alla partita e inanellano un paio di azioni in buona continuità che permettono a Guillomot di allungare ancora dalla piazzola. La risposta del Verona è immediata: passano meno di due minuti ed è McKinney a far tornare i padroni di casa sotto il break. Con l’uomo in meno per il cartellino giallo rimediato da Salerno i Lyons riescono a non subire marcature e a spostare il proprio baricentro in attacco. La svolta dell’incontro arriva al 66’ quando un’azione insistita da parte dei leoni piacentini nella ventidue veronese permette ad Edward Thrower di marcare la meta che rompe gli equilibri del match. Purtroppo però i ragazzi di Orlandi e Solari non riescono a fare il vuoto e il Verona rimane incollato al risultato fino ai minuti finali quando, proprio allo scadere, trova la meta che vale il punto di bonus difensivo. I Lyons portano a casa la vittoria che era l’obiettivo principale, ma la soddisfazione non è completa per la meta subita nei minuti finale che rischia di complicare la sfida di ritorno.

Parzialmente soddisfatto il tecnico bianconero Paolo Orlandi: «Resta un po’ di amaro in bocca perché abbiamo fatto tutto noi. Certamente alla vigilia se mi avessero detto che avremmo vinto mi sarebbe bastato. Va bene così: siamo avanti dopo i primi ottanta minuti e adesso loro devono venire a Piacenza. Dovremo gestire la partita nel modo giusto. Penso che loro cambieranno qualcosa e proporranno un gioco meno attendista. Noi li abbiamo sofferti in mischia, dovremo stare tranquilli e preparare bene la partita.»

Deluso invece Emanuele Solari, tecnico dei trequarti bianconeri: «Non ci sono dubbi che quello di oggi sia un punto perso. Non posso che essere un po’ deluso perché la partita si era incanalata sui binari giusti e non siamo stati in grado di portare a casa un risultato che ci mettesse in una situazione più comoda. Abbiamo commesso molte ingenuità e non aperto il pallone a sufficienza. Spero che i ragazzi si calmino e affrontino la partita di ritorno con meno tensione e animosità.»

Un’occasione persa anche secondo capitan Tveraga che però pensa già alla sfida interna: «Non ci sono alibi, dobbiamo solo guardare a noi stessi e agli errori che facciamo. Una meta che non dovevamo assolutamente subire, anche se l’avversario è molto fisico e questo non è un campo facile. Abbiamo portato a casa quattro punti importanti e adesso lavoreremo sui nostri punti deboli per migliorare. Adesso li aspettiamo a Piacenza dove ci giocheremo tutto. Il primo step lo abbiamo fatto e adesso il destino è tutto nelle nostre mani e dovremo cercare di prenderci ciò a cui puntiamo dall’inizio dell’anno.»

Piacenza, domenica 6 maggio 2018.

Serie A, Semifinale play-off (andata)

Verona Rugby v Sitav Rugby Lyons 17 – 23 (9-13)

Marcatori: p.t.  3’ c.p. McKinney (3-0), 16’ m. Pedrazzani t. Guillomot (3-7), 20’ c.p. McKinney (6-7),  30’ c.p. McKinney (9-7), 32’ c.p. Guillomot (9-10), 38’ c.p. Guillomot (9-13); s.t. 3’ c.p. Guillomot (9-16), 7’ c.p. McKinney (12-16), 26’ m. Thrower t. Guillomot (12-23), 40’ + 8’ m. Neethling R. (17-23)

Verona Rugby: CrucianiMelegari (79’ Corso M.), Pavan, Neethling M. (72’ Quintieri), Beltrame, McKinney, Soffiato (63’ Mariani), Riccioli, Rossi (81’ Braghi), Artuso (79’ Zago), Cattina, Montauriol, Galliano (84’ Girelli), Silvestri (80’ Neethling R.), D’Agostino (63’ Rizzelli).

all. Zanichelli/Borsatto

Sitav Rugby Lyons: Thrower, Via G., Conti, Subacchi, Bruno, Guillomot, Gherardi, Masselli, Cisse (42’ Tarantini), Bance (79’ Bonelli), Pedrazzani (88’ Merli), Tveraga, Salerno (63’ Rapone), Rollero (79’ Vighini), Grassotti (64’ Vitiello). A disp.: Via A., Forte

all. Orlando

Arb.: Marius Mitrea (Treviso)

AA1: Boraso (Rovigo) AA2: Rebuschi (Rovigo)

Quarto uomo: Favero (Treviso)

Cartellini: gialli 50’ Salerno (Sitav Rugby Lyons) 88’ Subacchi (Sitav Rugby Lyons)

Calciatori: McKinney 3/5, Guillomot 5/7

Note: Giornata calda e soleggiata, interrotta solo da un piovasco nel primo tempo. Spettatori 600. Osservato un minuto di silenzio prima del match per onorare la memoria della giocatrice Rebecca Braglia.

Punti conquistati: Verona Rugby 1 – Sitav Rugby Lyons 4

Man of the match: Guillomot (Sitav Rugby Lyons)

 
 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: