Snow Rugby Tarvisio 2018: la prima giornata

Si è conclusa da qualche minuto la prima giornata della sesta edizione dello Snow Rugby di Tarvisio. Ai piedi della pista Di Prampero , già teatro di numerose gare di Coppa del Mondo e Universiadi, a partire dalle 9 e trenta di questa mattina si sono sfidate per un posto al sole (leggi: qualificazione alle fasi finali) 19 squadre maschili e 8 femminili provenienti da tutta Europa. Le squadre maschili sulla carta avrebbero dovuto essere venti, ma all’ultimo momento gli slovacchi del Begasy Tobogan hanno marcato visita, riducendo quindi le contendenti del girone A a quattro.

I primi incontri hanno già delineato chi domani potrà fare la voce grossa fino in fondo: qualche discreta carta in campo maschile l’hanno già giocata i campioni in carica sloveni dell’Olimpija, ma nemmeno i ragazzi di Trento sono rimasti a guardare. Anzi. Le due squadre, ritrovatesi nello stesso girone, hanno dato vita ad un incontro intenso e molto combattuto, risoltosi sì con la vittoria dei gialloblu tridentini, già vincitori in passato del torneo, ma solamente ai tempi supplementari e non senza alcuni dubbi su una meta assegnata alla squadra italiana. Da tenere decisamente d’occhio i veneti della Frozen League, imbattuti nel girone B, e gli Abnormal, squadra di ragazzi sordi che si è messa bene in luce nel girone C. Bella la loro storia, come quella dei ragazzi del Chibanis Tunisi, non propriamente adusi alle temperature di queste latitudini, ma che non si sono mai tirati indietro. In campo femminile si preannuncia un dominio tedesco, visto che il passo delle Thorettes e delle Oktoberfest sembra insostenibile per tutte le altre squadre. Da seguire attentamente, ma un passo indietro rispetto alle due squadre teutoniche, le croate del Mladost e le nostre Valchirie.

Da segnalare, per aggiungere qualche nota di costume (parola non usata a caso), alcune maglie veramente degne di nota: il Frassinelle si è presentato in tenuta da Mario, noto idraulico in rosso dei videogames, il Fabriano in tenuta da Duffman, personaggio secondario dei Simpson ma sempre in prima linea quando si deve stappare una birra. Anche i ragazzi di Feltre hanno optato per una citazione dei Simpson, nota probabilmente soprattutto ai grandi appassionati della serie, ma il loro voler restare croccanti è stato uno dei messaggi più divertenti e allo stesso tempo sentiti della giornata. I ragazzi dell’Olimpija hanno puntato tutto sulla storia del loro Paese facendosi accompagnare in campo da un drago, animale simbolo della storia slovena. In campo femminile le Valchirie si sono presentate a più riprese con un mantello azzurro, puntualmente smesso al momento di scendere in campo.

Domani mattina a partire dalle 10:30 si ritorna ai piedi della Di Prampero, in programma ci saranno gli ultimi incontri valevoli per le qualificazioni maschili e poi, a seguire, i quarti di finale maschile e femminile.

Sarà una lunga e fredda domenica, ma ancora una volta il rugby, come certi supereroi, ci salverà!

 

Tags: , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: