Tutto è pronto per il “Città di San Vincenzo”, torneo organizzato dal Rugby Rufus

Si svolgerà nel prossimo fine settimana (8-9 giugno) presso gli impianti sportivi Santa Costanza la sesta edizione del torneo di minirugby “Città di San Vincenzo” organizzato dal Rugby Rufus ed inserito ufficialmente tra i tornei nazionali federali. Alla manifestazione parteciperanno ben 16 società divise in 46 squadre con un numero di atleti complessivo che supera i 600.

Oltre alla compagine di casa infatti parteciperanno:

Amatori Rugby Cecina
Crema Rugby
Firenze 1931
Livorno 1931
Amatori Genova
Golfo Scarlino
Amatori Rosignano
Lions Valdichiana
Rugby Lucca
Titani Viareggio
Vanubio – Roma
Rugby Ciampino
Sesto Rugby
Valdarno Rugby
Etruria Rugby Piombino

La novità di questa edizione è la presenza delle rappresentative U14 (5 in totale) che si affronteranno nella giornata di sabato mentre il giorno successivo saranno di scena le compagini dalla U6 alla U12.

Dato il grande numero di atleti e di partite da giocare, gli incontri inizieranno alle ore 9.00 e si disputeranno su tre campi per categoria, distribuiti dal campo di calcetto al campo Elia Barbetti a sud dello stadio Piero Biagi.

Per ogni categoria le squadre partecipanti saranno divise in due gironi all’italiana e tutti gli incontri dei relativi gironi, le conseguenti semifinali e le finali fino al 3° posto saranno disputate entro l’ora di pranzo. Solo le finali per stabilire le vincenti di ogni categoria saranno disputate dalle ore 14.30 sul campo centrale per poi procedere dopo le 15.00 alle premiazioni.

Il torneo rappresenta l’ultima fatica dell’anno per i ragazzi delle categorie giovanili che hanno visto il rugby Rufus ottenere buoni risultati durante i concentramenti ed i tornei disputati.

L’intento della società è quello di riuscire a divulgare attraverso il gioco del rugby, i valori insiti in questo sport come amicizia, appartenenza, sostegno e rispetto e di sviluppare quel turismo sportivo tanto auspicato nella nostra zona.

 

Tags: , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional