Biella cede al Monferrato

Il grande cuore gialloverde è rimasto tutto lì, sul campo di Asti, dove si è consumata la sconfitta con la più quotata pretendente al trono del girone. L’atmosfera tra i gialloverdi era tesa sin dalla partenza da Biella. Grande concentrazione e forte nervosismo, tutti sentimenti che avrebbero dovuto riversarsi sul tappeto verde al fischio di via. Invece no. Monferrato attendeva questo scontro con altrettanto fervore, consapevole che una vittoria con Biella, avrebbe potuto rappresentare ‘la differenza’ alla fine della stagione. I Leoni affondano la prima zampata al 5’: segna Brumana e Perissinotto trasforma. Edilnol non fa in tempo a riprendere fiato. Tre minuti più tardi il secondo affronto: ancora Brumana e Perissinotto fanno salire lo score a quota 14. Biella è disorientato. Sofferente nell’uno contro uno, fatica ad imbastire gioco. Al 23’ il terzo avvenimento chiave della partita: a metà campo, uno scontro di capitan Mandelli con il gialloverde Vezzoli che reagisce al colpo. Il direttore di gioco decide di infliggere una sospensione temporanea a Monferrato e un severissimo cartellino rosso a Biella che da questo momento diventa consapevole di dover proseguire fino alla fine in inferiorità numerica. Al 32’ la terza meta della franchigia segnata da Raviola e trasformata da Perissinotto. 21-0: un duro colpo che però interrompe il brain lock dei lanieri che trovano finalmente la forza di entrare in partita. Panaro conquista la palla in uscita da una ruck a metà campo. In entrata sui ventidue, il gioco viene aperto ai trequarti. In velocità l’ovale arriva tra le mani di Ongarello che salta l’avversario e deposita oltre la linea il prezioso bottino. Dever trasforma e Biella conquista i sette punti. Solo una punizione calciata tra i pali da Perissinotto riesce a spostare il risultato biancorosso prima dell’intertempo che viene fermato sul 24-7.

L’inferiorità numerica e ancora quaranta minuti da giocare, fanno pensare al peggio, ma al ritorno sul campo l’atteggiamento di Pellanda e compagni è finalmente quello giusto. Un tempo lento, caratterizzato da numerosissime mischie e un gioco molto statico, ma nel quale sono prevalsi il valore e il cuore del XV di Douglas e Birchall. Monferrato non fa più paura e non è in grado di costruire gioco. Biella difende alla perfezione, ma la mancanza di un’unità preziosa, impedisce costantemente di brillare come forse a questo punto meriterebbe. Il nervosismo cala sul finale, quando si vocifera della vittoria con bonus conquistata da Alghero. Monferrato vuole la quarta meta e a fatica, la trova allo scadere pur mancando la trasformazione.

 

L’head coach Andrew Douglas: “Il risultato dà molto fastidio. La cosa positiva è che i ragazzi hanno dimostrato carattere nel secondo tempo, cosa che non si pensava dopo aver visto la prima parte del match. Monferrato nella ripresa è riuscito a segnare solo una meta alla fine, noi invece abbiamo difeso in maniera efficace per tutto il tempo in quattordici. Il quattordici a zero dopo dieci minuti era un risultato molto pesante e abbiamo iniziato ad indietreggiare, probabilmente se fossimo riusciti a tenere maggiormente la palla, avremmo realizzato qualcosa in più. Il cartellino rosso ha messo in difficoltà tutta la squadra e da quel punto è diventato tutto difficile. Nel secondo tempo è stato determinante l’orgoglio dei ragazzi che hanno voluto dimostrare di non essere disposti a concedere altro e di essere anzi in grado di battersi alla pari e a testa alta con Monferrato. Questa sconfitta ci ha fatto imparare molto, ma non è determinante per il campionato. Adesso c’è la pausa natalizia che speriamo ci aiuti a recuperare alcuni infortunati. La prossima partita con Monferrato la giocheremo a Biella, non c’è motivo di abbassare la testa per la sconfitta di oggi”.

 

Vittorio Musso, presidente Biella Rugby Club: “La tensione che ho percepito negli spogliatoi prima della partita dava l’idea che avremmo potuto spaccare il mondo in mille pezzi, ma siamo entrati invece in campo con la solita testa che ci contraddistingue in trasferta. I primi dieci minuti quando giochiamo con squadre di bassa classifica sono difficili, ma non letali, invece con Monferrato lo sono diventati perché loro sono bravi. Il cartellino rosso ha dato la botta definitiva. Nell’ultimo quarto d’ora del secondo tempo siamo riusciti a riprendere un po’ in mano il gioco. Loro hanno mollato e noi abbiamo segnato. Realizzare una meta in quattordici ci ha tirati su di morale, così i ragazzi hanno ripreso la consapevolezza che dovrebbero avere in partita dal primo all’ultimo minuto. Monferrato ha cercato il bonus a tutti i costi, ma lo ha ottenuto solo dopo venti minuti giocati nei nostri ventidue con la nostra difesa che ha tenuto fino all’ultimo. Il campionato è ancora lungo e qualche incidente di percorso può ancora esserci. E’ chiaro che noi non possiamo più averne, come è chiaro che per recuperare dovremo vincere il più possibile realizzando il punto di bonus, sperando in qualche errore dei nostri avversari, prestando particolare attenzione a tutti gli scontri diretti. Dobbiamo entrare in campo pensando di andare a fare trenta punti, senza pensare sempre a cosa fanno gli altri e poi decidere come reagire”.

 

Monferrato vs Edilnol Biella Rugby 29-7 (24-7)

 

Marcatori: p.t. 6’ m. Brumana tr. Perissinotto (7-0); 9’ m. Brumana tr.Perissinotto (14-0); 32’ m. Raviola tr. Perissinotto (21-0); 34’ m. Ongarello tr. Dever (21-7); 40’ c.p. Perissinotto (24-7). s.t. 38’ m. Cullhaj n.t. (29-7).

 

Monferrato: Giorgis; Camarella, Heymans, En Naour, Brumana; Zucconi, Perissinotto; Cullahj, Ameglio (cap.), Chibsa (1’ st Cotaj); Mandelli (25’ st Cavallini), Carafa (20’ st Farinetti); Carloni (39’ st Martinetto), Raviola, Pallaro. A disp.: Palazzetti, Righini, Kiptiu. All. Roberto Mandelli.

Edilnol Biella Rugby: C. Musso, Caiazzo (6’ Galfione), Ongarello, Laperuta (12’ st Cerruti), Braga; Grosso, Dever; Vezzoli, Pellanda (cap.), Panaro; Chtaibi, Bertone (25’ st Eftimie); Vaglio Moien (9’ st Zamolo), Gatto, Panigoni. A disp.: Zacchero, Guelpa, Ghitalla. All. Andrew Douglas

 

Arbitro: sig. Francesco Meschini (Mi).

 

Cartellini: 23’ giallo a Mandelli (Monferrato); 23’ rosso a Vezzoli (Edilnol Biella Rugby); 39’ giallo a Cavallini (Monferrato).

 

Punti in classifica: Monferrato 5; Edilnol Biella Rugby 0.

Serie B girone 1 – Serie B girone 1 – 9a giornata: Amatori Capoterra – Lecco 24-11; Cus Milano – Amatori & Union Milano 37-12; Piacenza – Lumezzane 13-28; Monferrato – Edilnol Biella Rugby 29-7; Bergamo – Sondrio 17-13; Novara – Amatori Alghero 8-60.

 

Classifica: Monferrato punti 40; Amatori Alghero 38; Edilnol Biella Rugby e Cus Milano 32; Lumezzane 25; Amatori Capoterra 23; Piacenza 20; Sondrio 18; Lecco 14; Amatori & Union Milano 13; Amatori Novara 10; Bergamo 5.

 

GLI ALTRI IMPEGNI DEL FINE SETTIMANA

 

U14 e U16 Femminile. Trasferta francese per le giovani ragazze gialloverdi che sabato hanno giocato con lo Stade Nicois. Secondo la suddivisione francese, Biella ha giocato con due squadre U17 e una U15. La prima squadra U17 ha vinto otto mete a zero, la seconda cinque a tre. Le U15 hanno vinto sette mete a tre.

 

 

Tags: , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: