Il Rende cade in casa contro il Santeramo

Campo “Tonino Mazzuca” al centro dell’attenzione in questo weekend ovale ricco di emozioni e impegni. Il Rugby Rende è infatti sceso ancora una volta in campo per promuovere lo Sport e i suoi valori nell’ambito di una partecipata manifestazione di “Rugby per Tutti”, importante momento ludico-educativo dedicato agli atleti più giovani. In un sempre più raro scampolo di sole, il manto erboso dello stadio rendese ha accolto ragazzi di categoria Under 10 e Under 12 provenienti dai vivai della Scuola Rugby Cosenza, del Cus Cosenza e del Rugby Palmi, oltre che dei biancorossi padroni di casa, dando il via ad una vera e propria festa della palla ovale con tanto di premiazione finale per le Società partecipanti e per gli entusiasti mini-rugbisti. Il clima gioioso e la massima condivisione hanno trasformato un sabato come tanti in un evento sbalorditivo, un successo che inorgoglisce gli organizzatori e li stimola a calcare con sempre maggior convinzione la strada della promozione fra i più piccoli, al fine di accendere in loro la passione per il Rugby.

Le note positive derivanti da un fine settimana a dir poco impegnativo si completano con l’ennesimo derby Juniores messo in cassaforte dagli Under 14 della Scuola Rugby Cosenza, ai danni di una compagine cussina comunque combattiva e sempre meglio organizzata.

Lo spirito positivo non vede, però, l’alba del dì seguente: altra domenica da dimenticare per i Seniores di Coach Bacci che sprecano malamente l’occasione del riscatto contro un Rugby Union Santeramo fiacco, ma ostile e al triplice fischio arbitrale vittorioso con un risultato di 6-27 (0-5). La scarsa disciplina degli avversari porta subito il Rende in vantaggio con una punizione messa a segno senza troppi problemi dall’apertura E. Siciliano, il cui piede si rivelerà poi protagonista in negativo dell’intero match. Le molte punizioni assegnate hanno, infatti, offerto ai biancorossi svariate occasioni di prendere il largo sul tabellino, ma il mancato concretizzarsi di tali opportunità ha contribuito ad esacerbare gli animi amplificando il nervosismo. Il XV messo in campo questa domenica appare più risoluto del precedente incontro: migliora la fase difensiva, ma non abbastanza da impedire le segnature pugliesi; si costruisce di più in attacco, senza però la giusta incisività. La pioggia ostacola il possesso e complica ulteriormente la manovra in un clima nebbioso e algido, grigio come gli animi dei giocatori al termine della gara: «Abbiamo chiuso male l’ultima partita casalinga. Tanta buona volontà, ma in questo momento, a partire da me e per finire con l’ultimo della panchina, siamo inferiori a tutti i nostri avversari» tuona il Presidente-Allenatore Gianluca Bacci «bisogna accettarlo e cambiare atteggiamenti ed impegno per fare meglio il prossimo anno.»

 

Tags: , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: