Intervista all’allenatore della Fulgida Etruschi Livorno Marco Bargagna

Non manca a Marco Bargagna l’esperienza per far compiere alla Fulgida Etruschi Livorno il sospirato salto di qualità. Il nuovo tecnico della squadra verde-amaranto ha guidato, negli ultimi undici anni, sia formazioni giovanili, sia formazioni seniores. In particolare, ha diretto gli under 16, gli under 12 e gli under 10 del Cus Pisa, gli under 16 e gli under 18 del Viareggio e, successivamente le prima squadre degli Apuani Massa e del Lucca. Massa e Lucca sono protagoniste nel campionato toscano di C2, lo stesso torneo nel quale, da ottobre, sarà ai nastri di partenza la Fulgida Etruschi. “Puntiamo – dice il neo-allenatore dei livornesi – ad una stagione ricca di soddisfazioni. I primissimi approcci con la squadra sono incoraggianti. Lo stesso nucleo storico, composto soprattutto da esperti giocatori di mischia, si è messo a completa disposizione. Tutti quanti vogliono lavorare per il bene comune. Per ora la rosa è di 28 elementi, ma probabilmente riusciremo ad allargare ulteriormente il roster. E’ una squadra, a livello anagrafico, eterogenea, composta da giovanissimi provenienti dall’under 18 del Granducato, da giovani che possono crescere e da meno giovani, che sanno perfettamente quanto delicato sarà il loro ruolo nello spogliatoio, fuori e dentro il campo”. Negli ultimi anni spesso e volentieri la Fulgida ha pagato a caro prezzo fatali cali nel corso delle partite. “Negli ultimi tempi, sia pur solo da avversario, ho visto le caratteristiche della squadra verde-amaranto. Non manca la giusta fisicità, né mancano buone doti per la categoria. Sarà determinante, per vivere un torneo da protagonisti, curare la parte atletica, fin dai primi giorni di allenamento. Cominceremo, con il preparatore Lorenzo Fuduli, dal 20 agosto, un’intensa attività. Vogliamo mettere nel serbatoio il carburante che ci servirà nel corso della stagione. Con una rosa peraltro piuttosto ampia, non sarà più ammesso assistere ad un calo già a metà ripresa”. La stessa formula del campionato che prevederà, ancora una volta, una prima parte destinata alle qualificazioni alla poule promozione ed una seconda destinata alla lotta tra le ‘big’ per il salto di categoria, impone di sprecare il meno possibile energie preziose: sarà determinante raggiungere il top della forma da gennaio in poi. “Nella scorsa annata – annuisce Bargagna – squadre in grande evidenza nella prima fase sono crollate. Altre che, viceversa, hanno viaggiato a lungo a fari spenti, poi si sono meritate la promozione”. Non mancherà una stretta collaborazione con i Lions Amaranto Livorno. “Mi piace il progetto relativo alla Franchigia del Granducato. Mi piace l’idea di un aiuto reciproco con i Lions, che, come noto, militano in C1. Non mancherà occasione per effettuare allenamenti congiunti e comunque effettueremo un tipo di lavoro simile, visto che Fuduli è preparatore anche degli amaranto e delle squadre under 18 e under 16 del Granducato”. A settembre sono in programma le prime ‘vere’ amichevoli. “Siamo in stretto contatto con il Rufus San Vincenzo e con gli spezzini del Golfo per organizzare, a metà settembre, significativi incontri di preparazione. Sia il Rufus sia il Golfo sono squadre di prima fascia della C2”. Idee chiare per Bargagna: la ‘sua’ Fulgida vuole alzare l’asticella.

 

Tags: , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: