Etruschi Livorno: i risultati delle giovanili

UNDER 6
Piccoli verde-amaranto crescono. Gli under 6 degli Etruschi Livorno sono stati protagonisti in questa seconda domenica del mese di aprile del prestigioso Torneo ‘Memorial Amatori Parma’. Al trofeo, giunto alla trentesima edizione, hanno partecipato, in tutte le categorie del settore propaganda, le migliori formazioni italiane. Una bellissima festa dello sport, che ha radunato tra atleti e accompagnatori, migliaia di persone. L’evento si è svolto presso la splendida struttura della ‘Cittadella del Rugby’, a pochi passi dal centro di Parma. Nella categoria under 6, anche nell’occasione, non è stata stilata una vera classifica: le formazioni presenti (ben 30) sono state divise in sei gironi distinti. Un ‘festival’ affrontato con il giusto spirito da parte di tutti quanti: i bambini in campo, in gare di 8′ ciascuna, si sono divertiti con la palla ovale, coinvolgendo con il loro entusiasmo anche gli allenatori-educatori ed i genitori. Questo, in rigoroso ordine alfabetico, l’elenco degli atleti verde-amaranto, che, sotto la guida di Silvia Nocelli e Andrea Brondi, hanno affrontato con il giusto spirito l’evento in terra emiliana: Adam Antonini, Nicola Ascenzi, Edoardo Bani, Federico Bianchi, Violante Ferro, Samuele Marinari, Giacomo Pollastri e Daniele Serra. Nel corso dell’evento, i labronici hanno giocato, nel loro gironcino, con (e non contro…) Reggio Emilia, Cus Milano, Frassinelle e Capitolina. La crescita (tecnica, ma soprattutto umana) di questi giovanissimi atleti è costante.

UNDER 8
Eccellente il risultato colto dagli Etruschi Livorno under 8 nel prestigioso torneo Memorial Amatori Parma, giunto alla 30° edizione. La squadra verde-amaranto labronica, sotto la guida degli allenatori-educatori David Franceschi e Fulvio Incrocci, ha ottenuto, su 36 agguerrite formazioni provenienti da tutta Italia, un ottimo sesto posto. Questi gli atleti livornesi utilizzati, in questa intensissima domenica primaverile, sui campi della splendida ‘Cittadella del Rugby’ di Moletolo, nella città ducale: Alessandro Brunelli Felicetti, Valentino Ferro, Diego Gennari, Tito Franceschi, Samuele Michel, Karim Niang, Pietro Potenza, Cristian Ricci, Gregorio Guidi, Tommaso Incrocci. Il bilancio degli scatenati ‘etruschini’ (si tratta di atleti nati negli anni 2010 e 2011) è di 4 vittorie e 2 sconfitte, con ben 31 mete messe a segno e solo 11 incassate. Una dimostrazione di grande efficacia. Si può abbinare il sano divertimento con piazzamenti di prestigio. Il torneo di Parma è uno dei più importanti a livello di squadre propaganda a livello nazionale. I verde-amaranto hanno battuto, con un duplice 9-1, nelle prime due partite disputate, l’Amatori Milano e l’Experience School Aquila. Poi affermazione 4-0 sul Modena, sconfitta di misura, 2-3, con il Viadana, successo 5-1 sul Colorno e sconfitta, nella finale per la quinta piazza, 2-6, con le Fiamme Oro Roma.

UNDER 10
Una splendida esperienza di vita e di sport. Memorabile, sotto ogni punto di vista – e non solo per motivi prettamente tecnici – la domenica trascorsa dagli Etruschi Livorno under 10 al ‘Memorial Amatori Parma’. Al prestigioso evento, giunto alla trentesima edizione, hanno partecipato le migliori realtà nazionali del rugby propaganda. Nel torneo riservato agli under 10, ben 36 le squadre al via. Gli ‘Etruschini’, sotto la guida degli allenatori-educatori Nicolas Borella, Carlo Ghiozzi e Federico De Robertis hanno ottenuto la 28° piazza. Ma al di là del numero delle mete messe a segno e di quelle incassate e al di là del numero dei successi colti nel corso della manifestazione (due vittorie in sei gare), sui campi della ‘Cittadella del Rugby’, a Parma, i verde-amaranto labronici (nati negli anni 2008 e 2009) hanno confermato le proprie qualità. Squadra in crescita, squadra in salute, squadra che crede nei veri valori propri della palla ovale. E’ stato bellissimo recarsi, insieme alle altre compagini giovanili degli Etruschi e a numerosi accompagnatori, tutti insieme, in terra parmense. I giocatori under 10 protagonisti nella città ducale: Alex Bernini, Maurizio Biagi, Tommaso Del Secco, Gabriele Bianchi, Alessio Cervelli, Matteo Parenti, Francesco Guantini, Alessio Serra, Filippo Consani. Successi piuttosto larghi con Viterbo e Cologno, sconfitta di misura (3-4) nel derby con i Lions Amaranto Livorno e sconfitte piuttosto severe con Amatori Milano, Viadana e Lazio. Confrontarsi con grandi realtà del rugby italiano aiuta a crescere in modo ancora più veloce.

UNDER 12
Melani, Giusti E.. Merlo, Tognetti, Consani, Parziale, Campani, Giusti L., Sgherri, Perciavalle, Nuterini, Savi, Sangiorgi, Ungarini: sono questi i 14 guerrieri ‘Etruschini’ (classe 2006 e 2007) capaci di esaltarsi nel prestigioso torneo ‘Memorial Amatori Parma’, giunto alla 30° edizione. Gli under 12 degli Etruschi Livorno, sotto la guida degli allenatori-educatori Francesco Consani e Daniele Campani hanno ottenuto, nell’importante kermesse emiliana, un’ottima diciottesima posizione. Un piazzamento di tutto rispetto, considerato l’alto livello delle 36 squadre – tra le migliori in ambito nazionale – al via, provenienti da ogni angolo della penisola. E’ stata, quella vissuta in questa intensa seconda domenica del mese di aprile, nella splendida ‘Cittadella del Rugby’, una giornata intensissima e memorabile. Presenti a Parma, per i tornei riservati alle altre categorie propaganda, anche under 6, 8 e 10 Etruschi. Insomma tutta la grande famiglia del settore giovanile verde-amaranto (atleti, genitori-accompagnatori e simpatizzanti) si è ritrovata in terra ducale compatta e festante. Gli Etruschi under 12 hanno iniziato l’avventura agonistica con il successo 3-1 (ogni meta un punto) sull’Amatori Milano. Poi sconfitta con l’Experience School (la squadra aquilana che ha chiuso al secondo posto l’evento) 1-4, sconfitta 1-2 con Modena, vittoria 4-1 con il Cus Milano, successo 3-2 con il Parco Sempione e sconfitta di misura, 2-3, nella finale per la diciassettesima posizione con il Viadana. Un torneo che ha arricchito tutti quanti sul piano sportivo ed umano. E’ servito non poco alzare l’asticella: giusto affrontare squadre con un certo pedigree, dopo una serie di ‘morbidi’ raggruppamenti disputati in Toscana. Estremamente soddifatti delle risposte giunte da Parma, appaiono gli allenatori-educatori e tutti i (numerosi) accompagnatori.

 

Tags: , , ,

 

Autore

Altri post di

 

Commenta su Facebook


 

Commenta sul blog

obbligatorio

obbligatorio

optional


 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: